“Zero carbon cities” alla Settimana europea della Bioarchitettura

25

Venerdì 27 novembre, il Comune presenta il progetto europeo di sostenibilità urbana di cui è partner. Nel pomeriggio, incontro on line con i rappresentanti del territorio

MODENA – “Zero carbon cities”, il progetto europeo per la sostenibilità urbana al quale il Comune di Modena partecipa come partner, entra come caso di studio nel programma della Settimana europea della Bioarchitettura e sostenibilità in corso di svolgimento on line, che quest’anno ha come tema portante “Agenda 2030: la città del futuro”.

Venerdì 27 novembre, infatti, il progetto, che punta all’elaborazione di piani d’azione per città a zero emissioni di carbonio al 2050, sarà presentato nella sessione mattutina (dalle 10 alle 13) dedicata a “Mitigazione e adattamento climatico”. Per partecipare è necessario iscriversi compilando il form specifico per la sessione sul sito della Settimana della bioarchitettura (www.settimanabioarchitettura.it). La Settimana è organizzata da Aess, l’Agenzia per l’energia e lo sviluppo sostenibile.

A presentare lo stato di avanzamento del progetto, partito a settembre 2019, sarà Michele Bocelli, del settore Ambiente del Comune.

Il progetto Zero carbon cities, che terminerà nell’agosto 2022, è cofinanziato dal Fondo di rotazione nazionale e dal programma Urbact III 2014-2020, con l’obiettivo di migliorare la capacità delle città europee di attuare politiche urbane sostenibili e rafforzare la loro abilità di programmazione strategica. Il Comune di Modena partecipa con le città di Manchester, in qualità di coordinatrice, Zara in Croazia, Tartu in Estonia, Bistrita in Romania, Vilvoorde in Belgio e Francoforte in Germania che lavoreranno insieme per arrivare a elaborare un Piano per città a emissioni zero nel 2050 affiancati da esperti come la rete Energy Cities e la Manchester climate change agency.

Il progetto si fonda su un approccio scientifico alla riduzione delle emissioni di carbonio, in linea con gli accordi di Parigi sul cambiamento climatico e con il nuovo Green New Deal europeo e si caratterizza per il coinvolgimento degli attori del territorio e di tecnici e funzionari del Comune di Modena: un primo incontro, su esperienze, problemi, soluzioni e idee per la sostenibilità urbana, si è svolto nell’ottobre 2019. Il secondo incontro è in programma nel pomeriggio di venerdì 27 novembre e sarà dedicato al tema “Come immagini una città a emissioni zero?”.

“Zero carbon cities” si affianca alle altre iniziative a cui partecipa il Comune sui temi della sostenibilità e del cambiamento climatico come il “Patto dei sindaci per il clima & l’energia”, il più grande movimento, su scala mondiale, delle città per le azioni a favore del clima e dell’energia, lanciato dalla Commissione europea nel 2008. Il Patto affronta i temi della mitigazione del cambiamento climatico, dell’adattamento agli effetti negativi del cambiamento climatico e dell’accesso universale ad un’energia sicura, pulita e conveniente. L’obiettivo è ridurre le emissioni di CO2 di almeno il 40 per cento al 2030 attraverso iniziative di risparmio energetico e produzione da fonti rinnovabili, e mettere in campo azioni di adattamento ai cambiamenti climatici.