Un poker di podi a Rocca San Casciano

7

Dai cinque portacolori di Collecchio Corse al via, nel penultimo atto della Coppa Romagna Slalom, sono arrivate una vittoria, un secondo e due terzi posti

FELINO (PR) – Collecchio Corse fa la voce grossa nel quarto round della Coppa Romagna Slalom, sfruttando al meglio il penultimo appuntamento di campionato.

Domenica scorsa il peggior risultato di giornata, se così si può definire, è stato il quarto posto in categoria B, ottenuto da un soddisfatto Nicolas Munarini, alla guida di una Peugeot 106 Rallye.

Un risultato valutato in chiave di crescita dallo stesso che non modifica le posizioni nella serie.

Presente tra gli iscritti ma non ai nastri di partenza Ercole Giorgi ha optato per tenere a riposo la nuova Renault Clio Cup, rimandando al prossimo futuro nuove apparizioni al volante anche in virtù di una situazione di classifica, di categoria C, che lo vede ormai fuori dai giochi di vertice.

Terzo successo consecutivo, dopo quelli di Predappio e Tredozio, nonché matematicamente vincitore della categoria Rally B Alessandro Lanzi, in coppia con Luisa Ruiu sulla Renault Clio 1.8 16 valvole gruppo A, ha piazzato l’ennesima perla di una stagione sin qui impeccabile.

Un titolo vinto con merito dal pilota di Toano ed il primo centro regalato alla scuderia di Felino.

“Gara corsa in condizioni difficili” – racconta Lanzi – “perchè nelle prove aveva piovuto ed il sottobosco era abbastanza umido. Abbiamo portato a casa, io e la mia compagna, la terza vittoria consecutiva ed ormai abbiamo vinto la Coppa Romagna Slalom in Rally B. È andato tutto per il verso giusto, grazie ad un’auto perfetta ed alla sempre presente Collecchio Corse.”

In sofferenza, a causa di gomme non del tutto adatte alle condizioni miste del fondo, Milo Pregheffi gestiva la situazione, giocandosi qualche jolly e chiudendo secondo tra le Rally.

Il pilota di Felino, assieme ad Anita Lamberti Zanardi sulla Citroen C2 R2, scende ora al terzo posto in campionato, chiamato a giocarsi il tutto per tutto nell’evento conclusivo di Galeata.

Soddisfatto per il terzo posto, in particolar modo per il nuovo cambio corto portato in gara, Davide Bottici si rammarica per non essere partito con questo pacchetto tecnico sin dal via.

Il gradino più basso del podio, siglato con Raffaele Mocerino sulla Peugeot 106 Rallye gruppo A, permette al pilota di Carrara di rimanere in gioco per il campionato, grazie alla matematica.

Un Rocca San Casciano travagliato per Daniele Borelli e la sua Fiat 126 Proto, al termine terzo in categoria Sport, ad un battito di ciglia dal secondo e soddisfatto del lavoro di squadra.

Grazie all’aiuto provvidenziale del compagno di colori Lanzi il pilota di Baiso, dopo aver accusato problemi ad un semiasse alla partenza della prima manche, riusciva a proseguire la propria giornata e ad ottenere la seconda posizione provvisoria nella Coppa Romagna Slalom.

“La nostra Domenica è andata molto bene” – racconta Fico (vicepresidente Collecchio Corse) – “e non era per niente facile, date le condizioni meteo ballerine che rendevano l’asfalto molto insidioso. Complimenti a Lanzi ed alla sua compagna, tre vittorie su tre e la matematica certezza di aver vinto la Coppa Romagna Slalom di categoria. Bravissimi. Nelle altre classi abbiamo ancora la possibilità di giocarci sia il successo che comunque le posizioni di podio. Al prossimo Slalom Galeata, al metà Settembre, ci presenteremo con il coltello tra i denti.”