Spettacolo e tradizione al Museo della Vita Contadina in Romagna di San Pancrazio

5

Due serate per riscoprire le nostre radici: venerdì 22 luglio, alle 21.00, si balla e si canta con Daniele Cristofori e Giancarlo Battilani, il 29 intervista ad Andrea Contarini e commedia dialettale “È fidanzamet dla gaia”

RUSSI (RA) – Due eventi all’insegna della tradizione presso il Museo della Vita Contadina in Romagna (via XVII Novembre, 2/A), organizzati dall’Associazione culturale “La Grama”, in collaborazione con il Comune di Russi.

Si parte venerdì 22 luglio, alle ore 21.00, con Daniele Cristofori e Giancarlo Battilani, che suona il violino: alcuni ballerini si esibiranno a tempo di valzer, polka, mazurka con i passi di una volta, alternandosi ai canti di Daniele e Silvana Massa, tratti dal repertorio dei canterini romagnoli di Russi. Sarà un modo per tornare indietro nel tempo, al tempo in cui gli artigiani componevano musica ad orecchio e allo stesso modo la tramandavano.

Venerdì 29 luglio, sempre dalle 21.00, il Museo ospiterà poi un’altra serata speciale: “Us ciacara neca in rumagnol”, che prevede un’intervista e una recita con il poeta e attore Andrea Contarini e a seguire la commedia dialettale “È fidanzamet dla gaia”, portata in scena dai Teatranti Qui De Baroni del Centro Sociale Bosco Baronio di Ravenna con la regia di Marco Sassatelli e la direzione di scena di Maria Grazia Missiroli.