Scuola Iolanda Gazzerro di ERT: online il bando Le parole del corpo

4
Michela Lucenti foto di Giuseppe Follacchio Fuoriprogramma Festival

MODENA – La Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro di Emilia Romagna Teatro ERT / Teatro Nazionale, nata nel 2015 e oggi diretta da Valter Malosti, continua la sua nuova fase dal titolo Voltati e affronta l’ignoto – Scuola Internazionale di Alta Formazione Teatrale (Rif. PA 2022-17910/RER, finanziata con risorse del Programma Fondo sociale europeo Plus 2021-2027 della Regione Emilia-Romagna e approvata con Deliberazione di Giunta regionale n. 1951 del 14/11/2022).

Nella stagione 2022/2023 la Scuola propone un progetto strutturato in quattro percorsi di Alta formazione professionale gratuiti, dedicati al perfezionamento di tecniche e linguaggi dell’arte scenica e rivolti ad artisti già formati e/o con esperienza.

Dopo Pier Paolo Pasolini – cantiere su Bestia da Stile. Alta formazione attoriale internazionale affidato al regista e pedagogo francese Stanislas Nordey e Drammaturgie: Alta formazione di scrittura teatrale condotto dagli autori Linda Dalisi, Angela Demattè e Fabrizio Sinisi, è online il terzo bando di ammissione a Le parole del corpo. Corso di Alta formazione di drammaturgia fisica (prog. 3), nell’ambito del focus di danza Carne, fortemente voluto dal direttore di ERT Valter Malosti e affidato alla coreografa e danzatrice Michela Lucenti, fondatrice di Balletto Civile e artista associata a ERT per il triennio 2022/2024.

Nato con l’intento di indagare e sperimentare la relazione fra danza e teatro, il corso è gratuito, si svolge a Modena nel periodo da maggio a ottobre 2023 ed è rivolto a 15 attori, danzatori e performer già formati in scuole e accademie e/o con comprovata esperienza professionale. È possibile candidarsi fino a lunedì 30 gennaio 2023: il bando completo, i requisiti di accesso, le modalità di iscrizione e selezione sono pubblicati sul sito della Scuola Iolanda Gazzerro (scuola.emiliaromagnateatro.com).

La nascita di un pubblico sempre più composito richiede al settore teatrale italiano una riflessione, così come avviene nel lavoro di molti artisti contemporanei nazionali e internazionali. Obiettivo del percorso è quindi supportare e stimolare la creatività emergente di giovani performer, che sappiano coniugare il lavoro coreografico a un vero e proprio discorso drammaturgico, senza tralasciare il processo verso la scrittura di un nuovo linguaggio, al fine di rendere possibile un vero nuovo panorama del teatro fisico.

I frequentanti saranno guidati da Michela Lucenti e da importanti artisti della scena nazionale e internazionale – fra cui Balletto Civile, Emanuela Serra, Chiara Taviani, Francesca Zaccaria, Michele Abbondanza, Mario Biagini, Rita Frongia, Luca Stetur, Melania Olcina, Sharon Fridman – nell’approfondimento delle tecniche della danza e del teatro, in un’ottica di esplorazione condivisa di un linguaggio multidisciplinare che possa rispondere alle nuove esigenze espressive di giovani artisti che pongono il corpo al centro del proprio processo creativo.

Al termine del percorso formativo è previsto un momento di dimostrazione pubblica in uno dei teatri gestiti da ERT.

Le parole del corpo. Corso di Alta formazione di drammaturgia fisica.

L’artista è il termometro sensibile di tutte le febbri che attraversano con crudezza il corpo sociale; può muovere le coscienze in profondo, diffondendo conoscenza, ponendo domande, seminando dubbi. In ogni epoca di grande transizione nell’incertezza e nella caducità umana, la danza ha veicolato idee, visioni, utopie, critiche, progetti, disagi, prospettive, evidenziando i nodi nevralgici della relazione tra individui e comunità, tra teatro e società, per il tramite del corpo, narrante o formale, espressivo o concettuale, nella sua totalità, materiale, intellettuale e spirituale. Le avanguardie del Novecento, le pioniere della danza moderna, i movimenti artistici giovanili degli anni ‘60, ‘70 e ‘80 del Novecento tra Europa e USA hanno scelto il corpo come formidabile palcoscenico delle idee. Nella fase attuale, dove i conflitti, le guerre, le disuguaglianze, le contese ideologiche, ancorché negate, sono evidenti nei corpi dei diversi, dei migranti, degli sconfitti, delle donne, la ricerca sociale del teatro di danza ha strumenti privilegiati con cui condurre le sue battaglie artistiche ed etiche, per il tramite dei corpi.

Questo percorso intende porre in campo elementi di riflessione da condividere con artisti, siano essi formatori o frequentanti, in un laboratorio dove formarsi insieme, secondo le finalità del progetto di politica inclusiva di ERT. Insieme a importanti artisti e colleghi della scena nazionale, approfondiremo tecniche e pratiche proprie della danza e del teatro, per arrivare a lavorare su una vera e propria Drammaturgia fisica, senza tralasciare i necessari approfondimenti teorici. L’ultima parte del percorso sarà dedicata a due seminari più lunghi, pensati per consentire agli allievi di sperimentare in contesti di creazione artistica le tecniche e le pratiche apprese (o affinate), e saranno condotti da me con i collaboratori di Balletto Civile e dai Maestri della scena internazionale Sharon Fridman e Melania Olcina.

Michela Lucenti

Michela Lucenti è coreografa e danzatrice. Conosce la compagnia di Pina Bausch attraverso i suoi danzatori Beatrice Libonati e Jan Minarik e, frequentando la Scuola del Teatro Stabile di Genova, incontra la ricerca di Jerzy Grotowski negli insegnamenti di Thomas Richards. Dopo l’esperienza de L’impasto con Alessandro Berti, nel 2003 fonda Balletto Civile, progetto artistico animato da una forte tensione etica e caratterizzato da un linguaggio scenico totale.

Tra il 2005 e il 2007 collabora con Valter Malosti nelle creazioni The Sound of a Voice di Glass, Disco Pigs di Walsh, Nietsche/Ecce Homo, Macbeth e Venere e Adone da Shakespeare.

Nel 2007 Ismael Ivo la coinvolge alla Biennale di Venezia ne Il mercato del corpo e le commissiona Creatura (2008).

Dal 2022 Michela Lucenti è artista associata di ERT / Teatro Nazionale.

Quando: dal 15 maggio al 14 luglio e dal 4 settembre al 21 ottobre 2023

Durata del percorso formativo: 535 ore d’aula (con settimane di studio a frequenza obbligatoria e a tempo pieno di 36/40 ore, indicativamente dal lunedì al sabato)

Quota di iscrizione: corso gratuito

Numero massimo di partecipanti: 15, candidature entro il 30 gennaio 2023

Informazioni e contatti:

Scuola di teatro Iolanda Gazzerro – laboratorio permanente per l’attore

viale Buon Pastore 43 – Modena

tel. 059/214039 – 059/305738

scuola@emiliaromagnateatro.com

Scuola Iolanda Gazzerro di ERT

online il bando di ammissione a

Le parole del corpo. Corso di Alta formazione di drammaturgia fisica

a cura di Michela Lucenti

 e con la partecipazione di Valter Malosti, Emanuela Serra, Balletto Civile, Francesca Zaccaria, Chiara Taviani, Michele Abbondanza e Antonella Bertoni, Mario Biagini, Melania Olcina e Sharon Fridman