Sacral – Giorgia Salerno in conversazione con Edoardo Tresoldi il 14 dicembre al MAR di Ravenna

4

RAVENNA – La conferenza Edoardo Tresoldi: Sacral |Giorgia Salerno in conversazione con Edoardo Tresoldi, in programma martedì 14 dicembre alle ore 17 al MAR, è tra gli appuntamenti più attesi nel ricco calendario di eventi legato alla mostra Dante. Gli occhi e la mente. Un’Epopea Pop.

L’incontro sarà occasione unica per conoscere da vicino l’opera di uno degli artisti più affermati nel panorama dell’arte contemporanea, nominato da Forbes nel 2017 tra gli artisti europei under 30 più influenti d’Europa.

Giorgia Salerno, coordinatrice culturale del MAR e curatrice della sezione contemporanea della mostra, ha scelto Edoardo Tresoldi per rappresentare il tema delle Anime e reinterpretare idealmente il Castello degli Spiriti di Magni di Dante Alighieri, attraverso una delle sue grandi installazioni, Sacral, realizzata nel 2016 e riallestita per l’occasione nel chiostro cinquecentesco del museo.

L’opera, alta più di 5 metri e realizzata in rete metallica modellata a mano, appare in tutta la sua impalpabile sacralità nel giardino del chiostro e permette ai visitatori di vivere un’esperienza quasi performativa, attraversando l’architettura e, idealmente ripercorrendo il viaggio dantesco, in un dialogo simbolico ed evocativo, all’interno di uno dei luoghi più emblematici della Commedia come il Nobile Castello.

Sarà l’artista, in conversazione con la curatrice, a raccontare non solo la genesi di questa incredibile installazione ma anche l’evoluzione del suo percorso artistico negli ultimi anni.

La presenza di Tresoldi a Ravenna permetterà di affrontare, inoltre, altri aspetti della sua poetica, tra i quali quello della “trasparenza della Materia Assente” e del rapporto tra materia e natura, ripercorrendo impostazioni teoriche e concettuali che guidano il processo creativo.

Edoardo Tresoldi (Vimercate, 1987)

Edoardo Tresoldi indaga le poetiche del dialogo tra uomo e paesaggio utilizzando il linguaggio architettonico come strumento espressivo e chiave di lettura dello spazio. L’artista gioca con la trasparenza della rete metallica per trascendere la dimensione spazio-temporale e narrare un dialogo tra Arte e Mondo, una sintesi visiva che si rivela nella dissolvenza dei limiti fisici delle sue opere. Nato a Milano, dopo gli studi artistici si trasferisce a Roma dove lavora nel campo della scultura, della scenografia e del cinema, ambiti che gli forniscono una visione eterogenea delle arti. Nei contrasti del paesaggio contemporaneo lo scultore riconosce il suo Genius Loci di appartenenza e individua nella contaminazione il principio fondante del suo lavoro. Dal 2013 realizza installazioni in spazi pubblici, contesti archeologici, festival e mostre in tutto il mondo. Nel 2016 realizza, in collaborazione con il MiBACT, l’intervento autoriale nello scavo archeologico della Basilica paleocristiana di Siponto, convergenza unica tra arte contemporanea e archeologia premiata con la Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana. Nel 2018 realizza Etherea per il Coachella Music and Arts Festival negli USA. Nel 2019 presenta Simbiosi per il prestigioso contesto di Arte Sella e fonda STUDIO STUDIO STUDIO, laboratorio interdisciplinare a sostegno di artisti, progetti di arte pubblica e produzioni di arte contemporanea. Nel 2020 inaugura l’installazione permanente Opera a Reggio Calabria.

www.edoardotresoldi.com