“Sa Die de sa Sardigna oggi: volti, memorie, paesaggi” il 28 aprile a Bologna

84

BOLOGNA – Venerdì 28 aprile 2023, a partire dalle ore 17.00, presso la sede dell’associazione Circolo Sardegna in via Lodovico Berti 2/10 a Bologna, si terrà la rassegna culturale “Sa Die de sa Sardigna oggi: volti, memorie, paesaggi”, animata da una ricca programmazione di iniziative.

Una giornata in cui performer sardə che vivono, lavorano e studiano a Bologna, parteciperanno ad approfondimenti, proiezioni, mostre fotografiche, reading musicali e concerti dal vivo per celebrare la ricorrenza de “Sa Die de sa Sardigna”, dalla lontana – ma culturalmente vicina – città felsinea.

Sa Die è un’iniziativa organizzata dall’associazione Circolo Sardegna Bologna APS in collaborazione con la Casa di Quartiere Saffi, grazie al contributo della Regione Autonoma della Sardegna e al sostegno della Fasi – Federazione delle Associazioni Sarde in Italia.

A partire dalla seconda metà degli anni Sessanta, il Circolo Sardegna organizza iniziative culturali riguardanti la promozione delle bellezze, delle tradizioni, della storia e della cultura della Sardegna e della città di Bologna.

Con Sa Die, l’associazione continua nel suo ruolo di megafono per autori, autrici e artistə sardo-bolognesi: oltre venti volti della scena letteraria, artistica, cinematografica, teatrale e musicale sarda daranno vita a tavole rotonde, concerti, reading e performance, proiezioni ed esposizioni, muovendosi attorno al tema del paesaggio, inteso come ambiente con una identità costruita dalla società e – talvolta – da una visione esterna imposta sul territorio.

Dai paesaggi letterari a quelli audiovisivi, Sa Die esplorerà un percorso che conserva tracce delle storie individuali e della Storia ufficiale: a partire da un inquadramento storico della Sarda Rivoluzione di fine Settecento, si cercherà di rispondere all’interrogativo su cosa rimanga nel paesaggio contemporaneo sardo di quegli eventi e della Storia che essi andranno a determinare successivamente, sino al nostro presente.

OSPITI DELLA MANIFESTAZIONE

Alberto Masala (poeta), Martino Corrias (musicista), Simone Azzu (performer), Claudia Virdis (fotografa), Paolo D’Ascanio (studente di antropologia), Stefania Porcheddu (regista), Maria Luisa Mura (ricercatrice), Carlo Gaspa (regista), Claudio Dettori (musicista), Simone La Licata (musicista), Hey! Himalaya (musicisti), Andrea Fois (studente di storia), Fulvio Accogli (attore), Francesco Guarino (musicista).

STAFF E ORGANIZZAZIONE

Claudio Chiappetti (comunicazione), Franco Arba (moderazione), Franca Menneas (moderazione), Salvatore Careddu (allestimenti), Gabriele Carboni (consulenza musicale), Marco Loi (visual design), Stefano Daga (sound design), Francesco Burlando (video reportage).

PROGRAMMA

17h00 – Argento Vivo – documentario

Argento Vivo di Stefania Porcheddu racconta passato e presente del piccolo borgo dell’Argentiera attraverso le testimonianze dei suoi abitanti. Un viaggio generazionale nella miniera di ieri e in quella di oggi, raccontata attraverso gli occhi e la voce di chi ha amato e ama la propria terra.

18h00  – Sardegna: la difesa di un paradiso – documentario

Sardegna: la difesa di un paradiso cerca di dimostrare come sia possibile documentarsi autonomamente, farsi un’idea delle problematiche che affliggono la propria terra e chiedere a gran voce un cambiamento. Il tema illustrato da 7 ragazzi è quello dell’inquinamento: vengono analizzati soprattutto i casi di Porto Torres, Portovesme, Sarroch, Fiume Santo e Tossilo, con alcuni riferimenti anche al caso della Foresta del Marganai e all’alluvione del 2013.

19h30  – La resistenza di ieri, le narrazioni di oggi: prospettive storiche e artistiche – tavola rotonda

Franco Arba del Circolo Sardegna dialoga con Maria Luisa Mura, Paolo D’Ascanio e Andrea Fois, in una tavola rotonda che, partendo da una contestualizzazione storica, si muoverà su una conversazione partecipata con Simone Azzu, Stefania Porcheddu, Carlo Gaspa e Martino Corrias, descrivendo prospettive, orizzonti e interazioni tra paesaggi letterari, sonori e visivi.

20h30  – Anninnia – Mostra fotografica

Inaugurazione della personale fotografica di Claudia Virdis. Nata in Sardegna, si sposta poi a Bologna per gli studi universitari in Lettere, iniziando parallelamente Il suo percorso fotografico e cinematografico sempre in contatto con la terra sarda. La chiave di lettura della sua ricerca artistica è incentrata sui legami tra l’umano e il paesaggio.

21h30  – TOTU IN D’UNA – Reading jam

Sul palco della Sala Teatro del Circolo Sardegna, una performance a più mani, strumenti e voci, tra reading letterario e musica elettronica. Sul palco:

– Alberto Masala (poeta)

– Simone Azzu (attore, performer)

– Fulvio Accogli (attore, performer)

– Martino Corrias (decostruzione sonora)

– Hey! Himalaya (improvvisazione musicale)

22h15 – Music live – Sardinian performers

Iniziano i concerti dal vivo! Sul palco:

– Simone La Licata (cantautore)

– Francesco Guarino (cantautore)

– Claudio Dettori (cantautore)

– Hey! Himalaya (cantautorato / elettronica)

– Martino Corrias (elettronica / djset)

INFORMAZIONI UTILI

TITOLO: Sa Die de sa Sardigna oggi: volti, memorie, paesaggi

QUANDO: 28 Aprile 2023 | Dalle ore 17:00

DOVE: Circolo Sardegna Bologna, Via Lodovico Berti 2/10

L’ACCESSO A TUTTE LE INIZIATIVE È GRATUITO

PARTNER

– Regione Autonoma della Sardegna

– Federazione delle Associazioni Sarde in Italia

 

ALLEGATI

– Programma

– Biografie ospiti

– Immagini promozionali

CONTATTI

Mail: sadie@circolosardegna.net

Sito: https://www.circolosardegna.net/sa-die-bologna-2023/

Programma: https://www.circolosardegna.net/download/sa-die-28-aprile-2023-bologna/

Facebook: https://www.facebook.com/circolosardegnabologna

Instagram: https://www.instagram.com/circolosardegna