Riaprono i Musei civici di Piacenza con speciali eventi serali

24

L’assessore Papamarenghi: “Grande entusiasmo per l’iniziativa”

PIACENZA – “La Cittadella Viscontea, divenuta poi Palazzo Farnese, alla quale è stata dedicata la prima sera di Musei aperti, è un po’ l’emblema del come ci si debba saper adattare ai tempi e ristudiare, non per tirare avanti ma per guardare ad un futuro di ancor più grandi splendori”. Spiega così la ripartenza in questo momento storico l’Assessore a Cultura e Turismo Jonathan Papamarenghi: “Così deve essere per tutto e per tutti, in questo nuovo, complicato, periodo post Covid, e così potrà essere anche per la cultura ed il turismo”.

“Non poteva esserci prologo migliore, per la riapertura ufficiale dei Musei civici, dell’entusiasmo con cui è stata accolta la prima delle visite guidate a tema che sino al 31 luglio, ogni venerdì sera, permetteranno di approfondire aspetti diversi della storia e dell’arte di Palazzo Farnese”. Non nasconde la propria soddisfazione, l’Assessore, a fronte del successo registrato nella serata del 12 giugno per l’itinerario dedicato al progetto di costruzione del Palazzo voluto dalla duchessa Margherita: “Abbiamo esaurito i posti disponibili, ovviamente nel rispetto degli accessi contingentati e di tutte le misure precauzionali necessarie, trovandoci anche a non poter accogliere alcune richieste aggiuntive di partecipazione. Questo è un segnale importante, perché significa che le persone hanno desiderio di vivere la città e il suo patrimonio, di riscoprire la bellezza, di ricominciare anche dalla cultura come protagonista di un turismo che deve ripartire”.

L’appuntamento inaugurale del ciclo serale – guidato dalla direttrice dei Musei civici Antonella Gigli è da diversi collaboratori del Palazzo, così come quello del 19 giugno, sempre dalle 21 alle 23, incentrato sul Tondo di Botticelli – ha quindi riaperto le porte di Palazzo Farnese ai visitatori, dopo oltre tre mesi di chiusura. Sino al 31 luglio, oltre all’evento speciale del venerdì, sarà consentito l’accesso il sabato e la domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19, con ingressi commisurati alla capienza delle sale, obbligo di indossare la mascherina, di utilizzare i gel disinfettanti all’ingresso e di mantenere le distanze di sicurezza. Gli stessi orari di apertura nel weekend e le medesime precauzioni varranno anche per il Museo di Storia Naturale.

“Restituendo alla collettività questi spazi così preziosi – sottolinea l’assessore Papamarenghi – ci prepariamo a una nuova stagione ricca di eventi, che valorizzi la dimensione e l’identità di Piacenza come città d’arte guardando anche all’estensione, per il 2021, del calendario della Capitale della Cultura, che ci coinvolge direttamente con importanti iniziative piacentine”.

Visto l’interesse suscitato dalla prima serata del ciclo “Esci di casa, entra al Museo”, si ricorda che è possibile prenotare la partecipazione alla visita guidata del venerdì sera (costo del biglietto, 3 euro) sino a esaurimento dei posti disponibili, entro la mattinata del venerdì, rivolgendosi allo 0523-492658 o scrivendo a info.farnese@comune.piacenza.it . Il calendario completo è consultabile sul sito www.comune.piacenza.it .

foto di Mauro Del Papa