Questa sera in onda sulla Rai il doc su Dante targato Emilia Romagna

5

La Divina Commedia ? Una realtà virtuale molto più potente di quelle di oggi

EMILIA ROMAGNA – Venerdi 17 settembre alle ore 21.15 RAI5  trasmetterà “Gli occhi di Dante-Visioni dalla Divina Commedia”, un docufilm di un’ora , un viaggio dentro l’universo visivo della Divina Commedia.      “ Per Dante e i suoi contemporanei ogni fantasia, ogni pensiero nasceva dai sensi e specialmente dalla vista“ dice Adolfo Conti, regista del film –“ Abbiamo cercato di mostrare che cosa vedessero i suoi occhi, quali immagini  lo abbiano guidato nella scrittura della Divina Commedia.

Il film racconta gli ultimi vent’anni di Dante dall’esilio alla morte:  gli anni della creazione di un poema ancora oggi unico al mondo. Un poema multisensoriale, fatto di lamenti e canti celestiali, contatti, sapori, profumi e odori repellenti, ma soprattutto fatto di visioni.

Dante vuole che ci immergiamo totalmente nel suo mondo e lo fa in un modo molto semplice: paragona  continuamente l’impossibile, il metafisico a esperienze del nostro quotidiano. I beati sono polvere che danza nella luce, una battaglia tra angeli e diavoli una tempesta,  il fuoco del Purgatorio è quello di un rogo…E’ un caso geniale di realtà virtuale di sette secoli fa!

Come una lunga soggettiva il film  tocca paesaggi, città, opere d’arte, natura, animali, fenomeni atmosferici. Dante vuole vedere tutto, conoscere ogni cosa, trasformarsi  addirittura perché solo così, sono parole sue,  un artista può  disegnare e raccontare il mondo.

E alla fine del suo viaggio, quando arriva davanti a Dio, ogni sete di conoscenza è saziata e  i suoi occhi si trasformano. Diventano quelli di Dio.

E’ come se a noi fosse concesso di entrare  dentro a una realtà virtuale, ma entrarci davvero. Una realtà totale, nuova, infinita. Mi dispiace per i programmatori di VR  ma Dante  è molto più avanti di loro!

Il film  è condotto dalle voci narranti di Monica Piseddu, attrice che interviene anche in video approfondendo alcuni episodi della Divina Commedia e Franco Leo, la voce di Dante.

Angelo Gallamini e Alberto Baraghini interpretano Dante anziano e giovane.

La storica d’arte medievale Camilla Baldi  mette in luce i rapporti tra Dante e l’arte del suo tempo.

Il film è una coproduzione italo-tedesca sostenuta dal Comitato Nazionale Dante2021, la Regione Emilia-Romagna con la Emilia-Romagna Filmcommission e il fondo europeo MEDIA-Europa Creativa.