“Primavera ad Arte” dal 1 aprile al 23 maggio

32


PIACENZA – Da giovedì primo aprile torna «Primavera ad Arte», la rassegna culturale promossa da Kronos – Museo della Cattedrale di Piacenza e dall’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Piacenza – Bobbio, in collaborazione con CoolTour.

In questo 2021, nonostante le restrizioni in particolare riguardanti l’ambito culturale, gli organizzatori hanno comunque deciso di dare un forte segnale di presenza sul territorio, quale forma di vicinanza alle fragilità provocate dalla pandemia. L’offerta è stata pensata come “cibo per l’anima”, nella sua capacità di restituire spazio ad autentiche relazioni capaci di ridare pienezza alla nostra vita, recuperando una sinfonia di componenti emotive, sociali, psicologiche, spirituali. Come negli anni precedenti il museo Kronos apre le porte al dialogo con le istituzioni del territorio, con gli altri musei, con la cittadinanza.

Le iniziative si svolgeranno tra l’1 aprile e il 23 maggio, il calendario verrà man mano aggiornato per seguire le modifiche delle restrizioni.

La prima parte riguardante il mese di aprile prevede iniziative prevalentemente online, con eventi che spazieranno dalla didattica per bambini, alle visite virtuali, alle video conferenze. In particolare, avrà inizio un ciclo di incontri in vista della mostra «la Madonna Sistina di Raffaello rivive a Piacenza».

A ridosso della Pasqua verranno proposti due incontri di arte e iconografia, mentre le visite virtuali del giovedì avranno come protagonisti i tre grandi geni che l’Italia sta celebrando in questi anni dedicando loro l’anno culturale: Leonardo, Raffaello e Dante Alighieri.

I bambini potranno divertirsi e trovare stimoli tra musica e colori, con le educatrici con cui potranno interagire e imparare attività da svolgere anche in autonomia, o con mamma e papà.

Continua inoltre la collaborazione di Kronos con altre realtà del territorio. Il 19 aprile è infatti previsto un incontro online insieme al Museo della Resistenza Piacentina per raccontare la figura di Don Borea.

Nel mese di maggio, tra gli altri, sarà possibile conoscere gli educatori e i ragazzi dell’Associazione “La Matita Parlante”, che racconteranno delle loro attività e del progetto “Musei Parlanti” che vede protagonista anche il museo della Cattedrale.

Maggio vuole inoltre essere anche il mese in cui torneranno concerti dal vivo, itinerari in città, aperture di luoghi solitamente chiusi e cacce al tesoro all’aperto per i più piccoli.

Alcuni eventi in programma verranno realizzati grazie ai fondi di “Piacenza riparte con la cultura”, sostegno proposto dal Comune nei mesi scorsi per fornire un aiuto concreto a un settore in difficoltà come quello culturale. Tra questi, la conferenza del Dott. Tiziano Fermi in collaborazione con Biffi Arte, lunedì 26 aprile.

Per scaricare il programma di aprile, per informazioni e iscrizioni: www.piacenzapace.it/primavera

Per rimanere aggiornati su eventuali cambiamenti seguite la pagina fb “Complesso monumentale cattedrale di Piacenza” oppure iscrivetevi alla newsletter sul sito www.cattedralepiacenza.it/newsletter

Programma di aprile

Giovedì 1 aprile – 20.30

Laboratorio didattico per bambini dai 5 ai 99 anni

MA QUANTE UOVA!!

Piccole, grandi, decorate e con sorpresa, le uova sono le protagoniste della festa di Pasqua!

Ma perché proprio le uova? E perché di cioccolato? Scopriamolo insieme e poi divertiamoci a creare delle belle uova colorate con cui abbellire le nostre tavole il giorno di Pasqua!

Venerdì 2 Aprile – 15.30

IMAGO PIETATIS: L’ICONOGRAFIA DEL CRISTO CHE VIVE NEL SEPOLCRO

A partire dal tardo X secolo si elaborò una particolare immagine nota come Imago Pietatis, in cui il Salvatore ritto in piedi e a mezzo busto nel sarcofago aperto, è come sospeso tra la vita e la morte. Cosa rappresenta questo strana posizione? Cristo sta uscendo o entrando nella tomba?

Iniziativa sostenuta da PIACENZA RIPARTE CON LA CULTURA, Comune di Piacenza

Sabato 3 aprile – 15.30

LA RESURREZIONE DI CRISTO: L’IMMAGINE CHE UN TEMPO NON C’ERA

In età paleocristiana e durante i primi secoli del Medioevo la scena della Resurrezione fu omessa dal linguaggio figurativo, preferendole quella della discesa di Cristo agli inferi, nota come “Anastasis”. Per conoscere la storia di questa immagine dimenticata, non resta che partecipare all’evento!

Iniziativa sostenuta da PIACENZA RIPARTE CON LA CULTURA, Comune di Piacenza

Lunedì 5 aprile – Pasquetta – 21.00

DA PIACENZA DESTINAZIONE… ITALIA

Per il secondo anno consecutivo è venuta a mancare la classica gita fuori porta, ma noi vogliamo comunque portarvi in viaggio! Capolavori locali dialogano con pezzi d’autore nazionali, per far scoprire l’importanza dei tesori “minori” nel lungo processo di creazione e sviluppo dei diversi stili artistici. Mini lezioni di storia dell’arte, una sorta di prontuario per il turista.

Giovedì 8 aprile – 21.00

#MadonnaSistinaPiacenza

LA MADONNA SISTINA E LA RIVOLUZIONE DELL’IMMAGINE DI RAFFAELLO

Storia, genesi e stile di un capolavoro che riunisce dopo millenni, divino e umano nella stessa immagine.

Sabato 10 aprile – 20.30

Laboratorio didattico per bambini dai 5 ai 99 anni

Il MONDO COLORATO DEGLI ARTISTI

Immergiamoci nelle opere dei grandi artisti dell’arte moderna per scoprire un mondo di colori ed emozioni, con Chagall, Monet, Wharol, Matisse, Frida Khalo e tanti altri!

Lunedì 12 aprile – 21.00

#MadonnaSistinaPiacenza

STORIA DEL MONASTERO DI SAN SISTO

Una visita virtuale nel tempo, che narra la storia dell’antico cenobio benedettino dalla sua fondazione ai giorni nostri, passando per la Madonna Sistina e le campagne napoleoniche.

Giovedì 15 aprile – 21.00 – evento a pagamento

L’OMBRA DI LEONARDO

Un itinerario virtuale sulle tracce del possibile passaggio del grande Genio di Leonardo da Vinci nella nostra città, alla scoperta delle ispirazioni che l’eclettico toscano ha contribuito a sviluppare con la sua rivoluzionaria inventiva

Sabato 17 aprile – 20.30

Laboratorio didattico per bambini dai 5 ai 99 anni

SINFONIA DI COLORI

La musica suscita sempre grandi emozioni, ma sapevi che anche i colori hanno dei sentimenti?

Lasciamoci guidare dalla musica per creare opere d’arte davvero particolari, colorate e originali…vedrete che sinfonia!

Lunedì 19 aprile – 21.00

In collaborazione con Museo della Resistenza Piacentina

IL SACRIFICIO DI DON BOREA

La vita, la Resistenza, i carnefici.

Il 9 febbraio 1945 gli uomini della Repubblica Sociale Italiana fucilano don Giuseppe Borea, parroco di Obolo di Gropparello, accusato di collaborazione con la Resistenza. Per il suo instancabile impegno nell’aiuto alle formazioni partigiane, per l’assistenza spirituale prestata a prigionieri e feriti, per il coraggio con il quale ha saputo affrontare le calunnie e la morte, gli è stata attribuita una Medaglia d’Argento al Valor Militare. Lo vogliamo ricordare con una serata che tratti la sua vita, la sua scelta antifascista e i processi celebrati nel dopoguerra nei confronti dei responsabili della sua morte.

Con:

Gianluca Fulvetti (Università di Pisa)

Silvana Caroli (Associazione Oltre la Storia)

Alessandro Pigazzini (Museo della Resistenza Piacentina)

Iara Meloni (Università degli Studi di Milano)

Giovedì 22 aprile – 21.00

NEL MEZZO DEL CAMMIN DI NOSTRA VITA, MI RITROVAI … NEL “MEDIOEVO”!

Un dialogo a distanza fra il viaggio nell’oltretomba dantesco e l’immaginario ultraterreno che lo ha preceduto, raccontato da una guida d’eccezione: le opere d’arte

Sabato 24 aprile – 20.30

Laboratorio didattico per bambini dai 5 ai 99 anni

LA PRIMAVERA NELLA MUSICA

Vivaldi, Mozart, Ciajkovskij: grandi musicisti che ci parlano della primavera con note dolci e suadenti, immergendoci nella magia musicale scopriamo il rifiorire della primavera e la sue note liete e gioviali!

Lunedì 26 aprile – 21.00

PELLEGRINAGGI URBANI NEL MEDIOEVO A PIACENZA.

Itinerario fra i libri processionali e i principali luoghi di devozione.

Iniziativa sostenuta da PIACENZA RIPARTE CON LA CULTURA, Comune di Piacenza

In collaborazione con Biffi Arte

Giovedì 29 aprile – 21.00

I MUSEI DI BOBBIO

Visita guidata virtuale nel Museo dell’Abbazia e nel Museo Collezione Mazzolini, per un viaggio nel tempo attraverso opere d’arte che vanno dal medioevo al secolo appena concluso.