Noa questa sera in concerto a Cesenatico

CESENATICO (FC) – Sarà l’interprete di fama internazionale Noa, artista raffinata e politicamente impegnata, la protagonista assoluta dell’appuntamento del 19°Emilia Romagna Festival al Teatro all’Aperto di Largo Cappuccini di Cesenatico, venerdì 9 agosto (ore 21.15). Per l’occasione la cantante israeliana di origini yemenite presenterà il suo nuovo progetto discografico, “LETTERS TO BACH”, uscito a marzo 2019 per la Believe International, e sarà accompagnata sul palco dalla sua band di eccezionali musicisti, Gil Dor alla chitarra, Gadi Seri alle percussioni e Or Lubianiker al basso elettrico.

Un disco prodotto dal leggendario Quincy Jones, in cui Noa riprende 12 brani musicali del compositore tedesco Johann Sebastian Bach e li arricchisce con le sue parole, grazie ai testi in inglese ed ebraico, ispirati a temi che spaziano dalla sfera personale a una più universale, come la tecnologia, la religione, il riscaldamento globale, il femminismo, fino all’eutanasia, al conflitto israelo-palestinese e alle relazioni nell’era dei social media. Gli arrangiamenti sono stati realizzati da Gil Dor, collaboratore musicale di lunga data, chitarrista, compositore e arrangiatore.

Una musica che va oltre i confini di genere musicale e della lingua, una musica capace di parlare al cuore delle persone e di emozionarle, creando un punto di contatto tra di loro. Un omaggio al compositore tedesco unita alla capacità di sperimentare di un’artista che in 28 anni di attività ha saputo attraversare stili e argomenti, sempre in perfetta armonia tra di loro.

Nota per il suo impegno a favore della pace e dell’unione tra i popoli, Achinoam Nini, che in ebraico significa sorella di pace, meglio conosciuta come Noa, nasce in Israele da una famiglia di ebrei yemeniti e cresce negli Stati Uniti. Artista dalla voce ammaliante e senza tempo, ha una sensibilità che risente profondamente dell’ambiente in cui è vissuta ed affonda le radici nella musica occidentale e in quella mediorientale, nella tradizione classica e in quella popolare. Considerata uno dei talenti più originali nel panorama contemporaneo ed espressione del dialogo tra mondi diversi, ha duettato con artisti di fama internazionale quali Sting, Carlos Santana, Al Dimeola, Bustan Avraham, ed è stata la prima ebrea ad esibirsi in Vaticano 20 anni fa, rinnovando queste esibizioni in diverse occasioni e per tre Papi. Fortemente convinta del valore della musica come strumento di riavvicinamento fra popoli in conflitto, Noa si è esibita spesso con cantanti e musicisti arabi, come il palestinese Nabil Salameh, leader dei Radiodervish, a cui è legata da profonda amicizia, l’algerino Khaled, con cui ha registrato una versione in ebraico ed arabo del classico di John Lennon ”Imagine”, ma soprattutto con l’artista israeliana/palestinese Mira Awad, con la quale ha rappresentato Israele nell’Eurovision 2009, cantando davanti un pubblico di diversi milioni in arabo, inglese ed ebraico. Tra i suoi numerosi riconoscimenti c’è il Crystal Award del World Economic Forum e la nomina a Comandante dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana consegnatale dal Presidente Sergio Mattarella. Insieme a Gil Dor, con cui collabora da tanto tempo, ha pubblicato oltre 15 album che hanno riscosso grande successo con una vendita di milioni di copie in tutto il mondo.

In caso di maltempo Teatro Comunale, via Giuseppe Mazzini 10.

Ingresso
Platea € 15 – Tribuna non numerata € 10 – Gratuità fino a 10 anni

IN COLLABORAZIONE CON
RibaltaMarea

CURRICULA ARTISTI

ACHINOAM NINI – nota anche come NOA – nata in Israele di origine yemenita, cresciuta negli Stati Uniti, vive in Israele con il marito e i suoi 3 figli. È la più importante cantautrice israeliana, ha fama internazionale e ha condiviso il palco con superstar come Sting, Pat Metheny, Quincy Jones, Stevie Wonder, Andrea Bocelli e molti altri; è, inoltre, il primo Ambasciatore di buona volontà di Israele per la FAO, l’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura dell’ONU. È stata anche nominata Comandante dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana dal Presidente Sergio Mattarella d’Italia. Tra i suoi numerosi riconoscimenti c’è il Crystal Award del World Economic Forum, dove è stata anche scelta come Global Leader di Tomorrow.
Insieme a Gil Dor, con cui collabora da tanto tempo, ha pubblicato oltre 15 album che hanno riscosso grande successo con una vendita di milioni di copie in tutto il mondo. Noa è stata la prima ebrea ad esibirsi in Vaticano 20 anni fa, rinnovando queste esibizioni in diverse occasioni e per tre Papi. Lei e Gil Dor sono stati gli unici artisti scelti per esibirsi nell’evento conclusivo della Giornata Mondiale della Gioventù a Cracovia, prima di Papa Francesco e davanti un pubblico di 2 milioni di persone.
Noa ha scritto testi e ha registrato la sigla per il film vincitore dell’Oscar “La Vita è Bella” e il film vincitore del premio Luc Besson “Jeanne d’Arc”. Canta in sei lingue, ha collaborato con Symphony Orchestra in tutto il mondo e si è esibita nelle sale più prestigiose, tra cui la Casa Bianca e la Carnegie Hall. Oltre al suo impegno per la musica, Noa dedica molto tempo a promuovere la pace e il dialogo tra Israele e Palestina e a diverse altre questioni sociali, facendo volontariato in organizzazioni che si occupano di questi argomenti. È stata l’unica artista israeliana ad accettare di esibirsi nello storico raduno di pace in cui è stato assassinato Yitzchak Rabin.
Noa ha collaborato con numerosi artisti del mondo arabo, tra cui Khaled dall’Algeria e Nabil Salameh dal Libano, ma soprattutto con l’artista israeliana/palestinese Mira Awad, con la quale ha rappresentato Israele nell’Eurovision 2009, cantando davanti un pubblico di diversi milioni in arabo, inglese ed ebraico. Noa fa parte del consiglio del New Israel Fund, del Museo d’arte di Um El Fahem, dell’Arava Desert Institute e del progetto Polyphony Music di Nazareth. Tramite la musica e la scrittura affronta temi contro l’ingiustizia e per i diritti umani e l’uguaglianza in Israele e all’estero.
È convinta che gli artisti possano e debbano essere leader nella società, collegando le persone al livello più alto e più profondo possibile.

GIL DOR Nato nel 1952 in Israele. Ha studiato chitarra classica con il compianto Menashe Bakish, uno dei principali maestri di chitarra israeliani. Ha prestato servizio nell’esercito israeliano come musicista in un’unità di intrattenimento dal 1971 al 1974. Dopo il suo servizio militare, Gil ha continuato i suoi studi negli Stati Uniti concentrandosi sul jazz al Berklee College di Boston e sulla teoria e composizione classica al Queens College di New York.
Tornato in Israele nel 1981, si è affermato come chitarrista e arrangiatore/compositore jazz e rock esibendosi dal vivo e registrando con importanti artisti in Israele. Nel 1983 e 1984 ha insegnato improvvisazione jazz e chitarra presso la “Jerusalem Academy of Music”.
Nel 1985 Gil ha cofondato la “Rimon School of Jazz and Contemporary Music” a Ramat Hasharon, in Israele. Nella sua veste di direttore accademico di “Rimon” per 5 anni, Gil ha tenuto numerosi corsi di base e avanzati.
Ha fondato il programma scolastico “musica assistita da pc” e ha sviluppato un’applicazione unica di “notazione musicale” utilizzando uno dei primi software.
Durante i successivi cinque anni si è esibito in festival jazz promuovendo diversi progetti originali in Israele e in Europa. Nel 1990 Gil ha iniziato una collaborazione artistica con Achinoam Nini, una talentuosa studentessa “Rimon” internazionalmente conosciuto oggi come Noa. Insieme hanno suonato nelle più prestigiose sale mondiali. Gil è il direttore musicale e artistico di Noa, nonché co-sceneggiatore arrangiatore, produttore e chitarrista.

XIX EMILIA ROMAGNA FESTIVAL – ERF
dal 6 luglio al 7 settembre 2019

LETTERS TO BACH
NOA voce e percussioni
Gil Dor chitarra
Or Lubianiker basso elettrico
Gadi Seri percussioni

Venerdì 9 agosto, ore 21.15
CESENATICO Teatro all’Aperto di Largo Cappuccini

WWW.EMILIAROMAGNAFESTIVAL.IT