Napoleone e le rapine d’arte in Romagna il 13 febbraio la presentazione a Cattolica

21

CATTOLICA (RN) – Dall’Emilia Napoleone si portò via centinaia di capolavori, dalla Romagna solo due libri, ma insieme ad un numero imprecisabile di manufatti di metalli preziosi, sequestrati e fusi senza tenere alcun conto della loro fattura, della loro storia, del loro valore devozionale; inoltre, e soprattutto, mise in vendita a buon prezzo migliaia di opere d’arte requisite alle chiese soppresse.

Questo libro si occupa delle asportazioni, delle requisizioni, del commercio d’arte degli anni napoleonici in Romagna; e anche della reazione della gente, dei tentavi di resistenza delle autorità locali, della sorte subita da molte opere d’arte scomparse. Gran parte della Romagna artistica ora è dispersa nei musei d’Europa e d’America e nelle “chiese povere” della pianura lombarda, in cui nell’Ottocento sono stati dissennatamente depositati i molti dipinti romagnoli sequestrati dal viceré Eugenio Beauharnais e giunti in eccesso a Milano per la Pinacoteca di Brera, inutilmente più volte rivendicati dai loro luoghi d’origine.

Pier Giorgio Pasini si occupa di storia dell’arte rinascimentale fin dagli anni settanta, quando diresse la mostra “Sigismondo Pandolfo Malatesta e il suo tempo” (Rimini, Sala dell’Arengo, 1970). È stato Ispettore onorario della Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici di Bologna e ha collaborato con la Soprintendenza per quanto riguarda i problemi della tutela, della conservazione, del restauro, del censimento del patrimonio artistico. Fra le sue più recenti pubblicazioni, si ricordano Il tesoro di Sigismondo e le medaglie di Matteo de’ Pasti (2009), Begni. Storia di un palazzo (con Valentina Rossi e Gilberto Rossini, 2013) e Tempus loquendi, tempus tacendi, riflessioni sul Tempio Malatestiano (2019).

Alessandro Giovanardi, storico e critico d’arte. Laureato in Filosofia all’Università di Bologna, ha conseguito il Dottorato in Scienze Filosofiche/Scienze del Testo all’Università di Siena. È docente di Arte Sacra e di Iconografia e Iconologia all’ISSR di Rimini e San Marino-Montefeltro; cura le attività culturali della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini e dirige la rivista di storia, arte e cultura «Ariminum». Tra le sue più recenti pubblicazioni ricordiamo I Colori di Rimini. Una pinacoteca immaginaria (2019) e Pensare il confine. Vladimiro Zabughin tra Oriente e Occidente (2021).

Ingresso libero con SGP e mascherina FFP2 fino a esaurimento posti
Numero limitato, gradita la prenotazione
 scrivendo a museo@cattolica.net

o telefondo ai numeri 0541.966577-775

Museo della Regina
13 febbraio 2022
ore 17.00

Presentazione del libro

NAPOLEONE E LE RAPINE D’ARTE IN ROMAGNA

di
PIER GIORGIO PASINI

dialoga con l’autore

ALESSANDRO GIOVANARDI