Modena, domenica “Passione Latina”

18

Il 23 agosto alle 21 il Salotto Aggazzotti con l’ultimo concerto in rassegna, gratuito su prenotazione, porta il pubblico in Sud America e non solo fra tango, passione e nostalgia

MODENA – Un viaggio in musica fra le passioni più ardenti delle culture musicali latine, da “Coimbra” a “Nostalgia”, passando per i più grandi tanghi di Piazzolla e Gardel, con incursioni su standard quali “Quisaz”, “Besame Mucho” e “Grazie alla vita”.

È ciò che propone il Salotto Aggazzotti con “Passione Latina”, spettacolo in programma domenica 23 agosto alle 21 ai “Giardini d’Estate” a cura di Ert, nell’Estate modenese del Comune, sostenuta da Fondazione di Modena ed Hera. Ingresso gratuito, posti distanziati numerati, prenotazione d’obbligo via e-mail (biglietteria@emiliaromagnateatro.com), alla biglietteria del Teatro Storchi (da giovedì a sabato 10 – 14, tel. 059 2136021) o, in caso di disponibilità, al botteghino ai Giardini (un’ora prima dello spettacolo).

Nel terzo e ultimo appuntamento in rassegna proposto dalla direttrice artistica Sabrina Gasparini, che nell’occasione canta e conduce anche, a trasportarci nell’emozioni che solo la musica sa regalare sono il violino del maestro Gen Llukaci, la fisarmonica di Claudio Ughetti e le percussioni di Lele Barbieri.

Sabrina Gasparini è interprete di musica d’autore nazionale e internazionale da 30 anni. Nel 2009 con Simonetta Aggazzotti costituisce l’associazione di promozione sociale e culturale “Salotto culturale Aggazzotti”, di cui è presidente dal 2012.

Gentjan Llukaci si è diplomato in violino all’Accademia di Belle Arti di Tirana col massimo dei voti. In Albania ha svolto intensa attività concertistica, sia da solista che in varie formazioni, nei primi violini dell’Orchestra della Radio tv albanese, dell’Orchestra dell’Opera e Balletto e della Filarmonica di Durazzo e di Tirana.

Claudio Ughetti è stato fisarmonicista di Pierangelo Bertoli con cui ha partecipato a numerose incisioni, concerti e spettacoli televisivi tra cui tre edizioni del Club Tenco. Collabora con alcune scuole di Tango Argentino in spettacoli di musica dal vivo.

Lele Barbieri, diplomato in percussioni classiche, è uno dei batteristi più richiesti in ambito jazz: è stato batterista di Hengel Gualdi, e anche nel pop vanta collaborazioni importanti: con Francesco Guccini, Rafael Gualazzi, Grazia De Michele e tanti altri.

Tutti gli appuntamenti dei Giardini d’Estate si svolgono in sicurezza e applicando le disposizioni dei decreti anti Covid – 19 (prenotazione, mascherine, distanziamento, disinfettanti…) con assistenza sul posto del personale di sala e informazioni sul sito di Ert (www.modena.emiliaromagnateatro.com).

I Giardini d’Estate tornano lunedì 24 alle 21 con “Vola alta Parola”, anteprima del Poesia Festival 2020 (ingresso gratuito).

Il programma è anche sul sito del Comune (www.comune.modena.it/estate2020).