Mercoledì 1 settembre farà tappa a Ferrara “Tramonto DiVino”

46

Appuntamento in piazza XXIV Maggio. Assessore Fornasini: “Da sempre impegnati a mantenere e confermare manifestazioni storiche e consolidate come questa”

FERRARA – Si è svolta nella mattinata di mercoledì 25 agosto 2021 nella Residenza municipale di Ferrara, la presentazione della tappa ferrarese della manifestazione “Tramonto DiVino 2021”, in programma  in piazza XXIV Maggio a Ferrara mercoledì 1 settembre. ‘Tramonto DiVino’ è organizzato da Agenzia PrimaPagina Cesena insieme alle Ais di Emilia e Romagna, con il sostegno della Regione Emilia-Romagna, Enoteca Regionale Emilia-Romagna, APT Servizi, Unioncamere Emilia-Romagna e in collaborazione con CasArtusi e CheftoChef. La tappa ferrarese è co-organizzata con la Strada dei vini e dei sapori di Ferrara e l’Istituto Alberghiero Vergani Navarra e con la collaborazione del Comune di Ferrara.

All’incontro con i giornalisti erano presenti l’assessore al Commercio e Turismo del Comune di Ferrara Matteo Fornasini insieme a Massimiliano Urbinati (presidente Strada dei Vini e dei Sapori della provincia di Ferrara), Maurizio Magni (direttore Guida Emilia Romagna da Bere e direttore Agenzia Prima Pagina), Annalisa Barison (presidente Ais Emilia) e Matteo Mazzoni (Top Secret Investigazioni e Vigilanza).

“Un evento importante questo che presentiamo, al quale come Amministrazione teniamo molto e sul quale facciamo affidamento anche nei prossimi anni.- ha affermato l’assessore Matteo Fornasini ringraziando anche tutti gli organizzatori e partecipanti all’iniziativa – Non era né scontato né facile accogliere l’evento in questo difficile momento. Come Amministrazione da sempre siamo impegnati al fianco dei vari progetti, mantenendo e confermando manifestazioni storiche e consolidate come questa, riuscendo anche ad ampliare il calendario. “Tramonto DiVino”  – ha poi ricordato l’assessore – si svolgerà in piena sicurezza, in una cornice molto bella ed elegante, in un’area urbana che ha bisogno di grande attenzione e sarà un vero omaggio all’enogastronomia. Un settore questo quanto mai rilevante per l’intera provincia: qui sono infatti presenti ben 18 delle 44 etichette Dop e IgP riconosciute a livello nazionale ai prodotti della nostra Regione. Un territorio quindi il nostro davvero ricco di opportunità da offrire. Da parte nostra c’è l’impegno a far crescere la promozione e la diffusione di informazioni, il tutto a favore dell’economia di territorio, del turismo e della ripartenza”.

(Comunicazione a cura degli organizzatori)

Prima tappa in Emilia del tour del gusto con una girandola di sapori insieme ai prodotti tipici regionali, i grandi vini dell’Emilia Romagna, le proposte della Strada dei Vini e dei Sapori di Ferrara, i ragazzi dell’Istituto Alberghiero Vergani Navarra. Protagonista lo stellato Alessio Malaguti insieme a Casa Artusi. Ferrara (25 agosto 2021) – Il tour di Tramonto DiVino sbarca a Ferrara in piazza XXIV Maggio. Appuntamento mercoledì 1 settembre dalle 19.30 con il road show del gusto insieme ai vini regionali abbinati ai prodotti Dop e Igp, in un percorso di divulgazione e degustazioni guidate, in compagnia dei sommelier di Ais Emilia e Romagna, i principali consorzi regionali e i cuochi di CheftoChef, la Strada dei Vini, dei Sapori di Ferrara e l’Istituto Alberghiero Vergani Navarra e CasArtusi.

La serata (organizzata in sicurezza con prenotazione obbligatoria al portale www.shop.emiliaromagnavini.it, ingressi contingentati e servizio ai tavoli) si apre con un assaggio e il racconto di vari prodotti tipici regionali presentati, impiattati e serviti a cura degli chef e degli alunni dell’Istituto Alberghiero Vergani Navarra co-organizzatore dell’evento insieme alla Strada dei Vini e dei Sapori di Ferrara.
In degustazione Prosciutto di Parma Dop, Parmigiano Reggiano Dop Mortadella Bologna Igp, Salamini italiani alla Cacciatora Dop, le tre Dop Piacentine (Coppa, Pancetta, Salame), Vitellone Bianco dell’Appennino Igp e Squacquerone di Romagna Dop. L’evento proseguirà poi con il racconto e la degustazione di cinque protagonisti: l’Aceto Balsamico di Modena Igp lasciato in monodosi a disposizione per il condimento, la Piadina Romagnola Igp, l’Olio EVO di Brisighella, la Pera dell’Emilia Romagna Igp e il Riso del Delta del Po Igp che rientrano nella preparazione della seconda parte della cena. A seguire infatti il palcoscenico sarà per lo stellato Alessio Malaguti (Trattoria la Rosa di Sant’Agostino) dell’associazione CheftoChef, insieme a Carla Brigliadori maestra di cucina della scuola di Casa Artusi) protagonisti di tre proposte con particolare riferimento alla cucina artusiana e ai prodotti protagonisti. Si comincia con un Risotto rosso con riso Carnaroli del Delta del Po Igp all’acqua di cozze di Romagna e vongole. Piatto ispirato a ricetta artusiana n. 72 – Risotto colle telline. Si prosegue con l’hamburger ‘alla Romagnola’ di Vitellone Bianco dell’Appennino Igp con Piadina Romagnola Igp, verdure croccanti e salse, mentre come dessert è proposto ‘Il fruttivendolo’: sorbetto di Pera dell’Emilia-Romagna Igp su insalata di frutta e verdure di stagione con zuppetta tiepida di Olio EVO di Brisighella Dop.
Ad abbinare e raccontare i vini nel calice, saranno come sempre i sommelier di Ais, in carte vini pensate ad hoc con almeno 15 referenze a tavolo tratte dalla guida “Emilia Romagna da Bere e da Mangiare”. In degustazione le principali referenze regionali, con due vini nel ruolo di protagonisti della serata: la Malvasia di Candia Aromatica per l’Emilia e il Famoso, antico vitigno romagnolo recentemente riscoperto, che accompagneranno il Risotto all’acqua di Cozze, contendendosi la palma del miglior abbinamento.
I vini saranno raccontati e abbinati in un simpatico gioco di ‘Matrimonio e Tradimento’ da Annalisa Barison presidente Ais Emilia e Raffaele Nanni, vicepresidente di Ais Romagna.

La tappa di Ferrara fa da ouverture a Tramonto DiVino in Emilia, dopo gli eventi (tutti sold out) a Cesenatico, Cervia e Forlimpopoli. Dopo Ferrara il tour si sposta a Reggio Emilia (8 settembre) e Piacenza (18 settembre), con il gran finale a Bologna (21 novembre) in occasione del Congresso nazionale dell’Associazione Italiana Sommelier ospitato quest’anno in Emilia-Romagna.

Chi organizza

Tramonto DiVino è organizzato da Agenzia PrimaPagina Cesena insieme alle Ais di Emilia e Romagna, con il sostegno dell’Assessorato Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Emilia-Romagna, Enoteca Regionale Emilia-Romagna, APT Servizi, Unioncamere Emilia-Romagna e in collaborazione con CasArtusi e CheftoChef.
La tappa di Ferrara è co-organizzata insieme alla Strada dei vini e dei sapori di Ferrara e all’Istituto
Alberghiero Vergani Navarra di cui Massimiliano Urbinati è rispettivamente Presidente e Preside. “La riflessione sui nuovi scenari che si aprono dopo la pandemia – spiega Urbinati, motivando l’impegno profuso sull’iniziativa- passa attraverso una sperimentazione di nuovi format finalizzati a vivere le nostre peculiarità enogastronomiche come un’eccellenza per salute e benessere.” “Questi d’ora in poi – aggiunge Urbinati – devono essere i nostri pilastri per caratterizzarci in termini di promotori del territorio… Tramonto DiVino come Alba di Eccellenza”. Main sponsor privato della tappa, la Top Secret di Matteo Mazzoni, società ferrarese di investigazioni aziendali e controllo del territorio con cui da anni Tramonto Divino lavora per la messa in sicurezza dell’evento.
Partner dell’edizione 2021 sono i Consorzi delle principali Dop e Igp dell’Emilia-Romagna: Parmigiano- Reggiano, Prosciutto di Parma e di Modena, Salumi Piacentini, Coppa di Parma, Salame Felino, Pesca e Nettarina di Romagna, Pera dell’Emilia-Romagna, Mortadella Bologna, Salamini italiani alla cacciatora, Squacquerone di Romagna, Olio Extravergine di Oliva di Brisighella, Aceto Balsamico Tradizionale di Modena e Reggio-Emilia, Patata di Bologna, Aceto Balsamico di Modena, Piadina Romagnola, Riso del Delta del Po’, Anguria Reggiana, Scalogno di Romagna, Vitellone Bianco dell’Appennino.

Info e partecipazione
Per operare una corretta selezione dei partecipanti all’evento, indirizzando ad una degustazione e ad un consumo consapevole dei vini e dei prodotti gastronomici regionali, è previsto per la tappa un ticket d’ingresso fissato a 35 euro. Il ticket nel rispetto delle normative dettate dall’emergenza Covid 19 dovrà essere acquistato anticipatamente sul sito www.shop.emiliaromagnavini.it in modo da evitare file ed assembramenti al desk d’ingresso. Il ticket comprende la Guida “Emilia-Romagna da Bere e da Mangiare” e la cena-degustazione. In caso di annullamento dell’evento per volontà degli organizzatori il ticket sarà rimborsato. Non è previsto invece alcun rimborso per l’eventuale rinuncia volontaria da parte dei partecipanti.