«Le chiese scomparse di Piacenza: nuove tracce dalla storia» del 19 novembre

44

Giovedì 19 Novembre 2020, ore 18.00, terza puntata di un viaggio che tanto ha appassionato

PIACENZA – In ottemperanza alle prescrizioni del DPCM del 3 novembre 2020, i Musei rimangono chiusi al pubblico fino al 3 Dicembre. La cultura però non si ferma e continua con alcune proposte all’aperto organizzate da Cooltour s.c. in collaborazione con il Museo Kronos.

Ecco dunque in arrivo giovedì 19 novembre alle 18.00 (salvo nuovi provvedimenti restrittivi) il ritorno di un itinerario che ha riscosso grande interesse da parte del pubblico: la terza puntata di un viaggio a ritroso nel tempo, che intende svelare ma soprattutto raccontare il mito delle 100 chiese. Seguendo indizi storici, architettonici e documentari i visitatori scopriranno quali furono gli antichi edifici scomparsi lungo le strade maggiormente battute dai pellegrini, nei pressi della via Emilia. Partendo dalla piazzetta dinanzi i giardini Merluzzo dove un tempo sorgeva la piccola chiesa di S. Maria degli Angeli, si percorrerà un tratto di via Alberoni e strade attigue per conoscere una serie di edifici chiusi o scomparsi che hanno segnato una pagina importante nella storia religiosa locale (S. Ambrogio, Beata Vergine delle Grazie e S. Maria della Torricella). Il tour proseguirà in direzione di Barriera Roma (S. Salvatore), via Scalabrini (convento e chiesa di S. Maria della Neve), per terminare nell’omonima e parallela consolare romana, sul cui tragitto domina ancora oggi in tutto il suo splendore la basilica di S. Savino.

La visita si svolgerà all’aperto in tutta sicurezza, con partecipazione contingentata, uso obbligatorio della mascherina e distanza interpersonale di almeno un metro; è obbligatoria la prenotazione a cattedralepiacenza@gmail.com (canale preferenziale) o al numero 3314606435.

La quota di partecipazione è di € 7 a persona. Attivazione a numero minimo di adesioni.