In Consiglio comunale la variazione di bilancio

26

Nella seduta di giovedì 26 novembre anche un ricordo dell’ex ministro Ermanno Gorrieri a un secolo dalla nascita. I cittadini possono seguire in streaming i lavori

MODENA – Una variazione di bilancio, l’ottava da inizio anno, finalizzata ad adeguare la manovra finanziaria dell’ente, rappresenta uno dei temi principali della seduta di giovedì 26 novembre del Consiglio comunale di Modena, che ha in programma anche un ricordo di Ermanno Gorrieri a un secolo dalla nascita. La seduta, organizzata nel rispetto delle disposizioni sanitarie contro la diffusione dei contagi, si svolge in teleconferenza e i consiglieri possono collegarsi online, da remoto, con la sala consiliare del Municipio. I cittadini hanno la possibilità di seguire le attività dell’Assemblea in diretta streaming connettendosi al sito istituzionale dell’Ente (www.comune.modena.it/il-governo-della-citta).

I lavori iniziano alle 15 con l’appello, quindi è prevista la discussione e la votazione di tre delibere: quella sulla variazione di bilancio e l’aggiornamento del Dup 2021-2023 e del Programma biennale degli acquisti di forniture e servizi; il bilancio consolidato 2019 dell’ente e il protocollo d’intesa tra il Comune e la Federazione italiana scuole materne (Fism) per la gestione di un sistema di istruzione integrato per il triennio 2020-2023.

Alle 17, sospendendo la discussione delle delibere, è in programma il momento dedicato a Gorrieri. La figura del politico modenese, studioso delle questioni sociali, che dopo l’esperienza nella Resistenza è stato tra i fondatori della Cisl, parlamentare e ministro del Lavoro, è al centro degli interventi del presidente del Consiglio comunale Fabio Poggi, del sindaco Gian Carlo Muzzarelli e del vice capo del dipartimento di Economia e statistica della Banca d’Italia Andrea Brandolini. In particolare, la relazione di Brandolini è intitolata “Disuguaglianze vecchie e nuove. Una riflessione a cent’anni dalla nascita di Gorrieri”.

Infine, l’ordine del giorno della seduta prevede la discussione di quattro mozioni, a partire dal documento “Azioni di richieste di modifiche al Dpcm pubblicato il 25 ottobre 2020” presentato da Lega Modena. “Analisi, proposte e valutazioni in ordine al sostegno e alla flessibilità oraria dei lavoratori impegnati nel volontariato. Prospettive per un impegno del Comune di Modena al Tavolo della crescita competitiva, sostenibile e solidale” (proposto dal Pd), “Richiedere al Governo un impegno risolutivo per la liberazione dei pescatori italiani ingiustamente trattenuti e per la loro protezione futura” (Lega Modena) e “Richiesta di costituzione parte civile del Comune nel processo sull’inchiesta sulla white list” (Sinistra per Modena, Modena civica e Verdi) sono i titoli degli altri tre ordini del giorno.