Il sostegno del Comitato Ventena per “Cattolica Città Solidale”

Una somma di 1500 euro per i soggetti più svantaggiati frutto della cena di beneficenza organizzata lo scorso fine luglio

CATTOLICA (RN) – Un ringraziamento di vero cuore al Comitato del quartiere Ventena. È quello che arriva dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Cattolica. Nei giorni scorsi, infatti, il Comitato tramite il suo presidente, Mauro Pecci, ha disposto l’erogazione della somma di 1.500 euro a sostegno del progetto “Cattolica Città Solidale”, un fondo gestito dagli uffici comunali che si occupa di destinare piccole cifre, a seconda delle necessità, a persone svantaggiate e in forte difficoltà economica nel territorio cattolichino. La somma è frutto della raccolta benefica organizzata tramite la cena solidale “Il mare incontra la Pampa” svoltasi lo scorso 20 luglio al Parco della Pace.

“Siamo molto grati a questi cittadini volenterosi e generosi. Al Comitato – commenta l’assessore Patrizia Pesci – va tutta la nostra gratitudine per questo gesto. Il loro è un esempio positivo di sostegno gratuito ed incondizionato verso chi realmente ha più bisogno e sancisce una proficua collaborazione a conferma dell’impegno già dimostrato lo scorso anno. A noi adesso il compito di dare seguito alla loro donazione, che sarà devoluta – come richiesto dal Comitato Ventena – a concittadini anziani in condizione di difficoltà economica”.

“La comunità che ho l’onore di amministrare – aggiunge il Sindaco Mariano Gennari – non smette di sorprendermi con atti ed esempi di volontariato. Tanti uomini e donne che si impegnano per il bene comune. Saremo sempre pronti ad essere al loro fianco nelle prossime iniziative e non posso che dire: Grazie di cuore per quello che fate”.

Al Comitato Ventena verrà inviato un resoconto sull’effettivo impiego della cifra tramite un report che comunque garantirà la privacy dei singoli individui destinatari. L’obiettivo è che sia garantito l’ottimale utilizzo delle risorse ed il più ampio raggio di intervento in favore delle categorie più deboli.