II^ edizione del Festival della Curiosità: “Un festival che unisce la città”

7

RUSSI (RA) – Si è appena conclusa la II^ edizione del Festival della Curiosità fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale, coordinato da artisti locali.

L’evento quest’anno ha visto la direzione artistica  di Giulia Torelli e Andrea Scardovi, i quali hanno improntato la loro progettazione su un curioso connubio di varie discipline provenienti da mondi diversi.

L’ obiettivo del festival è stato quello di regalare proposte artistiche di qualità, rivolte ad un ampio pubblico, spaziando dai bambini ai “grandissimi”.

Un grande successo di partecipazione  che conferma l’interesse verso questo tipo di iniziative, cinque giornate dove la cultura è stata vissuta come momento di aggregazione, socializzazione e riscoperta di alcuni luoghi della nostra città.

Non si può non citare “La Parata dei Curiosi” della domenica mattina dal titolo“Il pianeta delle scimmie”, che ha visto transitare per le via della città bambini/e, ragazzi/e, famiglie in compagnia di una “simpatica scimmia” realizzata dai nostri artisti, che marciando al ritmo delle percussioni, ha attirato la curiosità dell’intera cittadinanza. Questo evento conferma l’interesse dei giovani e giovanissimi, che vogliamo sempre di più con noi coinvolti nella vita della città.

Il secondo grande successo è stato riscontrato nella serata dedicata alla musica con il concerto di Davide Shorty, della sua voce, o meglio del suo fusion., graditissimo ospite che ha spaziato nel suo repertorio sempre di un livello eccelso: un rapper con un flow incredibile e dal suo modo di rappare traspaiono i tantissimi ascolti e le basi di un’elevatissima cultura musicale.

Tutti gli eventi, – commenta la Vicesindaco Grazia Bagnoli –  che spaziavano dalla danza ai concerti, al teatro e le installazioni, sono stati seguiti da folto pubblico entusiasta e “curioso”.

La “Scimmia” che caratterizza l’immagine del festival, non vuole solo essere associata al lessico comune: curioso come una scimmia”, ma vuole andare oltre, ovvero definire la curiosità come il desiderio urgente di sapere, di conoscere, di cercare informazioni, pronto a tutto pur di capire e conoscere qualcosa.

Desidero infine ringraziare gli artisti russiani che hanno lavorato per organizzare magistralmente il festival, gli educatori ed i ragazzi/e del centro paradiso, le famiglie che hanno partecipato al laboratorio di percussione coordinato dalla scuola di musica Contarini e anche all’Ufficio Cultura del Comune che ha supervisionato il progetto.

Arrivederci alla III^edizione!!!”

Siate curiosi, più di ogni altra cosa siate curiosi! (Daniel Pannac)