“I bulli siamo noi” – Gli Alcuni – al Teatro Filodrammatici di Piacenza, martedì 4 dicembre ore 9 e 10.45 e mercoledì 5 dicembre ore 10


PIACENZA – Affrontare il tema del bullismo attraverso il teatro con uno spettacolo che si domanda, senza ipocrisie né moralismo, ma anzi con disincanto e un pizzico di leggerezza, come si può capire e far capire la sempre più sottile linea che divide bene e male.

Va in scena a Piacenza “I bulli siamo noi” del Gruppo Alcuni, scritto, diretto e interpretato da Anna Manfio e Davide Stefanato. Appuntamento martedì 4 e mercoledì 5 dicembre al Teatro Filodrammatici nell’ambito della Stagione di teatro scuola 2018/2019 “Salt’in Banco” di Teatro Gioco Vita, curata da Simona Rossi e organizzata dal Centro di produzione teatrale diretto da Diego Maj con Fondazione Teatri di Piacenza, la collaborazione dell’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita e il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano. Doppia recita alle ore 9 e alle ore 10.45 martedì 4, unica rappresentazione alle ore 10 mercoledì 5.

L’appuntamento è stato anche inserito nel progetto “BULLISMO web side story” promosso da Prefettura di Piacenza e Comune di Piacenza, con Teatro Gioco Vita, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna / Ufficio IX – Ambito territoriale di Parma e Piacenza – Sede di Piacenza e Azienda Unità Sanitaria Locale di Piacenza.

Rivolto ai ragazzi dagli ultimi anni della scuola primaria fino alle superiori, “I bulli siamo noi” utilizza il linguaggio del teatro d’attore con videoproiezioni. In scena due personaggi, Anna e Davide, amici da quando erano ragazzi: anche se sono ormai adulti, sanno capire subito quando uno dei due ha un problema. Anna, mamma di Marco, un ragazzo di seconda media, confessa di temere che il figlio sia vittima di bullismo, ma non sa capirne i confini e soprattutto non sa come e se intervenire. Davide conosce bene il problema perché è professore di storia, sempre a contatto con i ragazzi. Inizierà così una lunga chiacchierata, tra ricordi delle esperienze passate tra i banchi, metodi provati e falliti contro i bulli, soluzioni possibili e sistemi utili per capire uno dei problemi più vivi e sentiti della scuola di oggi.

Una bravata non è bullismo, uno scherzo non è bullismo, una spinta durante un gioco non è bullismo.

Bullismo è la violenza psicologica e fisica perpetrata verso chi si considera più debole; è stare a guardare senza agire, schierarsi con il prepotente… nessun insegnamento ex cathedra, ma un’analisi semplice che parte da esperienze vissute, per mettere gli adulti – ma soprattutto i ragazzi – di fronte al dolore che si può provocare se non si interviene

LOCANDINA

Teatro Filodrammatici
Martedì 4 dicembre 2018 – ore 9 e ore 10.45
Mercoledì 5 dicembre 2018 – ore 10
SALT’IN BANCO Rassegna di teatro scuola
(spettacolo inserito nel progetto “BULLISMO web side story” promosso da Prefettura di Piacenza e Comune di Piacenza, con Teatro Gioco Vita, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna / Ufficio IX – Ambito territoriale di Parma e Piacenza – Sede di Piacenza e Azienda Unità Sanitaria Locale di Piacenza)

Gli Alcuni
I BULLI SIAMO NOI

autori Anna Manfio e Davide Stefanato
regia Anna Manfio e Davide Stefanato
interpreti Anna Manfio e Davide Stefanato
staff tecnico Enrico Daurù, Mattia Dal Bianco
luci Gruppo Alcuni
scenografie e costumi Anna Manfio
proiezioni e video Gruppo Alcuni

teatro d’attore con videoproiezioni
pubblico: da 8 a 18 anni

PREZZI E INFORMAZIONI

SALT’IN BANCO
Posto unico non numerato euro 4 scuola dell’infanzia, euro 5 scuola primaria, euro 6 scuola secondaria di 1° grado, euro 7 scuola superiore. Per tutte le attività di “Salt’in banco” la prenotazione è obbligatoria e deve pervenire all’Ufficio Scuola di Teatro Gioco Vita, telefono 0523.315578 – fax 0523.338428; scuola@teatrogiocovita.it, orari di apertura dal lunedì al giovedì ore 9.30-13 e ore 14-15, venerdì ore 9.30-13.

UFFICIO STAMPA: TEATRO GIOCO VITA, Ufficio stampa e comunicazione
Simona Rossi (responsabile), Emma-Chiara Perotti