How to perfectly hide, primo studio di Chiara Taviani a Modena

26
Chiara Taviani – Oriente Occidente Studio 2023 – Foto Giulia Lenzi

MODENA – Giovedì 30 novembre alle ore 19.00 e venerdì 1 dicembre alle ore 21.00 il Nuovo Teatro delle Passioni accoglie How to perfectly hide, primo studio di un lavoro dedicato all’indagine sulla condizione contemporanea di iper-connessione e sovraesposizione mediatica di Chiara Taviani, coreografa e danzatrice parte di parte di Balletto Civile e co-fondatrice con Carlo Massari della C&C Company.

L’appuntamento si inserisce nel calendario di Carne, il focus sulla drammaturgia fisica di ERT / Teatro Nazionale curato da Michela Lucenti.

How to perfectly hide è uno spettacolo costruito sul bisogno di individuare uno spazio in cui, come suggerisce il titolo, “nascondersi perfettamente”, in contrasto alla perenne esposizione mediatica di oggi. L’invito è di ricercare un luogo appartato in cui sottrarsi agli occhi esterni per ritrovare la propria vera essenza.

In scena due simbiotici performer, la danzatrice e coreografa Marion Alzieu e il danzatore e ricercatore Lorenzo De Simone, che precipitano «in uno spazio nascosto, una dimensione liminale, dove tutto è da ripensare e da riscoprire. Un nuovo mondo celato, che fugge da una vita sovraesposta e dunque vulnerabile, prende forma dalla pulizia dell’assenza, creando un paesaggio fatto di apparizioni e sparizioni, nascondimento e svelamento, capace forse di delineare un modo nuovo di offrirsi alla vita», scrive la coreografa.

Uno spettacolo concentrato ed evocativo, in cui è rivendicata la necessità di farsi da parte, di sottrarsi all’eccesso di esposizione pubblica propria dei nostri tempi, per riuscire finalmente a ritrovarsi e riscoprire sé stessi.

Chiara Taviani dopo una prima formazione in danza classica all’accademia Princesse Grace di Monaco, si orienta verso una carriera contemporanea e teatrale presso alla Coline di Istres a Marsiglia, dove incontra e collabora con Emmanuel Gat, Edmond Russo e Shlomi Tuizer, Mathilde Monnier, Georges Appaix, Salia Sania e Seydou Boro e Lisi Estaràs. Dal 2010 stringe una stretta collaborazione con Balletto Civile di Michela Lucenti e nel 2011 fonda assieme a Carlo Massari la C&C Company, con la quale riceve importanti riconoscimenti in Italia e all’estero. Nel 2015 intraprende un master in coreografia alla Prototypes della fondazione Royaumont di Parigi diretta da Hervé Robbe, dal 2016 collabora come artista indipendente con Marion Alzieu (Total Eclipse), Henrique Furtado Vieira (Stand still you ever-moving spheres of heaven) e Alexandra Grimal per la sua prima opera La vapeur au-dessus du riz prodotta dalla Scène nationale di Orléans. Dal 2017 avvia un progetto di formazione alla danza per amatori e semi-professionisti I dance strange sostenuto da varie strutture italiane. Nel 2019 il suo nuovo spettacolo debutta a RomaEuropa Festival e nel 2020 è ufficialmente un artista Aerowaves Twenty20. Nel 2021 il suo progetto Whatever happens in a screen stays in a screen viene selezionato dalla rete Residenze Digitali, offrendole un supporto alla sua ricerca in ambito digitale e cinematografico. 

Informazioni

Nuovo Teatro delle Passioni

Via Antonio Peretti, 9 – Modena

tel. 059 2136021 | biglietteria@emiliaromagnateatro.com | www.vivaticket.com

Biglietteria: aperta solo nei giorni di spettacolo un’ora prima dell’inizio

Prezzi biglietti: da 7€ a 15€

Nuovo Teatro delle Passioni

Via Antonio Peretti, 9 – Modena

giovedì 30 novembre ore 19.00 | venerdì 1 dicembre ore 21.00 

How to perfectly hide

primo studio

regia e coreografia Chiara Taviani

con Lorenzo De Simone, Marion Alzieu

musica Francesco Leineri

produzione Balletto Civile, Ludwig/Mare culturale urbano

con il sostegno di Oriente Occidente, Kilowatt Festival

nell’ambito di CARNE focus di drammaturgia fisica

45 minuti