Festival “Caterina Sforza di Forlì. L’anticonformista. 2022” dal 16 al 18 giugno

43
foto andreabonavita

FORLÌ – Torna dal 16 al 18 giugno il festival “Caterina Sforza di Forlì. L’anticonformista. 2022”, quest’anno in un’edizione completamente rinnovata, con il concept e la direzione artistica di Eleonora Mazzoni. Cinque gli appuntamenti che animeranno il prestigioso Complesso Museale San Domenico a Forlì, tra anteprime assolute e prime nazionali con tanti ospiti dal mondo del cinema, del giornalismo, della scienza, della moda e della cultura.

Donne e potere. Donne e bellezza. Donne e scienza” sono i tre filoni attraverso i quali si snoderanno le tre giornate della manifestazione, la prima in Italia a svilupparsi attorno alla figura inesplorata ed “extra-ordinaria” di Caterina Sforza. Vissuta tra XV e XVI secolo, Caterina è stata una donna infaticabile e anticonformista, pioniera in tanti campi del sapere, dalla cosmesi alla medicina, dalla moda alla letteratura. La tre giorni forlivese le restituisce un ruolo di primo piano e ne attualizza le numerose innovazioni, in uno straordinario parallelismo tra storia e contemporaneità.

Tra le protagoniste e gli ospiti della rassegna spiccano Paola Minaccioni che debutta sul palco con una nuova versione di “Caterina e le altre“, spettacolo brillante ripensato ad hoc per il festival (IN PRIMA – 17 giugno, ore 21); Emanuela Grimalda e Marco Martinelli per la prima volta in scena con “Le Supreme”, serata che accompagnerà la platea attraverso una galleria di scienziate e delle loro scoperte, nello spazio e nel DNA delle donne (PRIMA ASSOLUTA – 18 giugno, ore 21).

La serata di apertura è invece affidata alla direttrice Mazzoni che condurrà la tavola rotonda sul tema “Donne al potere e potere delle donne” con l’eccezionale testimonianza di Piera Aiello e gli interventi di Concita De Gregorio, Laura Silvia Battaglia, Vittorio Macioce e Marianne Mirage (16 giugno, ore 21).

Ricca anche la proposta degli eventi pomeridiani con la conduzione di Filippo La Porta: dal talk “Donne e bellezza” per esplorare il rapporto tra corpo, moda e immagine tra stereotipi e libertà con Paola Minaccioni, Lucrezia Eleonora Dell’Aquila, Lucrezia Ercoli, Maria Luisa Frisa (17 giugno, ore 18) al panel su “Donne e scienza” con Amalia Ercoli Finzi (in collegamento) e Chiara Montanari (18 giugno, ore 18).

Quest’anno il Festival si amplia con il “Villaggio” allestito nell’area esterna adiacente i Musei San Domenico, dalla Barcaccia fino a piazza Dante, che vede coinvolti una decina di ristoratori forlivesi con rivisitazioni contemporanee dei cibi medievali, tre Associazioni di rievocazioni storiche, Drago Oscuro, Famaleonis e Rosa dei venti e 30 artigiani in un viaggio fra arti medioevali e rinascimentali, mercati artigianali, laboratori ed enogastronomia, per capire, gustare, ascoltare e conoscere, con l’obiettivo di nutrire lo spirito e sollecitare domande.

Il Festival si propone di essere un’occasione per approfondire il passato, capire il presente e immaginare il futuro. Al centro la figura di Caterina Sforza e le tante idee e suggestioni che questa donna combattiva, sfaccettata, anticonformista continua ad offrirci.

VILLAGGIO > Area esterna Musei San Domenico > il 17 e 18 giugno dalle 17 alle 24,00

La terza novità di questa edizione è la pubblicazione di un nuovo sito web www.lacittadicaterinasforza.it, un percorso “virtuale” smart in cui, esplorando i 12 punti di interesse del centro storico, grazie anche alle ricostruzioni in 3D, ai video e alle immagini, si ripercorre la vita di Caterina e il suo tempo, svelando anche un’inedita Forlì.

Il sito è stato realizzato grazie al progetto europeo “Smart Heritage”, finanziato dal programma ADRION, che si è concluso alla fine del 2021.

È possibile accedere al sito inquadrando il Qr Code con il cellulare, oppure digitando www.lacittadicaterinasforza.it

PROGRAMMA

FESTIVAL DI CATERINA SFORZA FORLÌ. L’ANTICONFORMISTA

Forlì, 16-17-18 Giugno 2022

Giovedì 16 Giugno

21.00 “Donne e potere”- Arena San Domenico

Per la serata di apertura del festival Caterina Sforza di Forlì. L’anticonformista, è previsto un talk show che, introdotto musicalmente, si focalizzerà poi sul tema “donne e potere” e sul rapporto complesso che nei secoli è intercorso tra universo femminile e un paradigma sostanzialmente maschile come il comando. Parleremo non solo delle “donne di potere” ma anche del “potere delle donne”, inteso sia come sostantivo sia come verbo: il potere di essere ascoltate e prese sul serio, il potere di incidere nel mondo.

Serata condotta da Eleonora Mazzoni

Piera Aiello

Laura Silvia Battaglia

Concita De Gregorio

Vittorio Macioce

Marianne Mirage

Venerdì 17 Giugno

18.00 “Donne e bellezza”- sala del Refettorio Musei San Domenico

Qual è, invece, il rapporto femminile con il corpo, la moda e l’immagine? Un viaggio, anch’esso introdotto musicalmente, tra la libertà di creare codici e modelli personali e gli stereotipi, che ci rendono prigioniere di convenzioni sociali e condizionamenti esterni.

Modera Filippo La Porta

Lucrezia Eleonora Dell’Aquila

Lucrezia Ercoli

Maria Luisa Frisa

Paola Minaccioni

21.00 “Donne e bellezza” – Arena San Domenico

Paola Minaccioni sarà protagonista dello spettacolo brillante, “Caterina e le altre”, pensato ad hoc per il festival. Partendo dalla tigre di Forlì e dalle sue ricette, Minaccioni, appassionata di esseri umani e attenta osservatrice della realtà, darà corpo e voce ai suoi irresistibili, originali e irriverenti personaggi, capaci di comporre un quadro poliedrico e sfaccettato dell’universo femminile, con i dubbi, le paure e le nevrosi del nostro tempo ma anche con il desiderio di amore, bellezza e felicità: dalla donna in carriera all’anziana e cinica signora Wanda, dalla centralinista rumena alla madre siciliana, fino alle imitazioni di Giorgia Meloni, Loredana Bertè e Sabrina Ferilli.

Sabato 18 Giugno

18.00 “Donne e scienza”- sala del Refettorio Musei San Domenico

Il legame tra donne e scienza, anch’esso travagliato, ci dà la possibilità di scandagliare gli ambiti impervi o preclusi al genere femminile e puntare il riflettore sulle numerose personalità che con le loro ricerche e scoperte lasciarono un segno indelebile ma furono spesso ignorate.

Modera Filippo La Porta

Chiara Montanari

Amalia Ercoli Finzi (streaming)

21.00 “Donne e scienza”-  Arena San Domenico

             Emanuela Grimalda

             Marco Martinelli

Una creazione del tutto originale per il Festival, “Le Supreme” è un viaggio nella vita, nella storia delle scoperte, nello spazio e nel DNA delle donne. Spazio che non è solo quello astronomico conquistato da Samantha Cristoforetti ma anche uno spazio mondano che, per le donne, è storicamente uno spazio fuori campo. Attraverso un campionario di scienziate visionarie, intrepide, libere, caparbie e a volte anche fregate, questo spazio viene illuminato. La scienza, infatti, ci dice che il sesso debole non esiste. Nel 1905 Nettie Stevens scopre che il sesso nell’essere umano è determinato dai cromosomi sessuali: gli individui con due cromosomi X sono donne, mentre gli individui con un cromosoma X e uno Y sono uomini. Il cromosoma Y nell’uomo contiene circa 70 geni perlopiù implicati nella produzione dello sperma, il cromosoma X invece contiene circa 1000 geni con attività importantissime che vanno dalla vista alla regolazione del sistema immunitario. È chiaro che averne due garantisca alle donne un vantaggio notevole che le rende le più resistenti, vigorose e longeve. Lo svantaggio per le donne è soprattutto culturale e questo buco nero va riempito da nuove inquadrature, da un nuovo racconto a cui la scienza dà un importante contributo. Ma a questo nuovo racconto possiamo contribuire tutti.

In caso di maltempo gli incontri previsti nell’Arena saranno svolti presso il Teatro Diego Fabbri.

ll “Festival Caterina Sforza di Forlì. L’anticonformista. 2022” è promosso e coprodotto dal Comune di Forlì – Assessorato alla Cultura, da un’idea di Valerio Melandri con il coordinamento del Dirigente e dello Staff del Servizio Cultura Turismo e Legalità.   

Il concept e la direzione artistica sono di Eleonora Mazzoni. Il festival è sostenuto da CIAF – Consorzio Idraulici Artigiani Forlivesi e MPP Assicurazioni

La realizzazione è coordinata dall’agenzia Essere Elite e resa possibile anche grazie al prezioso contributo di La BCC ravennate, forlivese e imolese, Oleodinamica Forlivese, EsseAuto e il sostegno di Avis Comunale Forlì.

 

FESTIVAL DI CATERINA SFORZA FORLÌ. L’ANTICONFORMISTA. 2022

#FestivalCaterinaSforzaForli – www.festivalcaterinaforli.it

Facebook Festival di Caterina Sforza Forlì 2022 https://www.facebook.com/festivalcaterinaforli

Instagram @festivaldicaterinasforzaforli https://www.instagram.com/festivaldicaterinasforzaforli

È possibile accedere al sito inquadrando il Qr Code con la fotocamera dal cellulare:

 

 

FESTIVAL DI CATERINA SFORZA FORLÌ. L’ANTICONFORMISTA. 2022

Donne e potere. Donne e bellezza. Donne e scienza

Concept e direzione artistica di Eleonora Mazzoni

Anteprime assolute, prime nazionali, tavole rotonde e talk divulgativi

Primi nomi annunciati: Paola Minaccioni, Emanuela Grimalda, Marco Martinelli, Piera Aiello, Concita De Gregorio, Amalia Ercoli Finzi, Maria Luisa Frisa, Filippo La Porta, Vittorio Macioce, Marianne Mirage, Lucrezia Eleonora Dell’Aquila, Chiara Montanari, Lucrezia Ercoli

DAL 16 AL 18 GIUGNO 2022

Forlì, Complesso Museale San Domenico – Piazzale Guido da Montefeltro, 12

Prenotazioni aperte online al link www.festivalcaterinaforli.it