Con Hera il 15 giugno si entra gratis alla mostra su Ayrton Senna

I più veloci non si fermano in cassa: il 15 giugno la multiutility, partner dell’esposizione “Ayrton Magico. L’anima oltre i limiti” visitabile all’interno dell’Autodromo Internazionale di Imola, regala l’ingresso

IMOLA (BO) – Il 15 giugno si potrà entrare gratis, grazie al Gruppo Hera, alla mostra “Ayrton magico. L’anima oltre i limiti” in corso di svolgimento al MAICC – Museo Multimediale Autodromo di Imola Checco Costa, all’interno dell’Autodromo Internazionale.

Il Gruppo, infatti, partner della mostra, regala ingressi validi per due persone, per visitare la mostra sabato 15 giugno dalle ore 12 alle ore 19. Il biglietto va prenotato chiamando il Museo dell’Autodromo al numero 0542 655143.

La mostra, che è stata inaugurata il 10 aprile e rimarrà aperta al pubblico fino al 30 novembre 2019, è dedicata al mito di Ayrton Senna e ha il patrocinio dell’Instituto Ayrton Senna, l’ente benefico fortemente voluto da Senna, e nato dopo il tragico incidente di Imola, che in 25 anni ha aiutato più di 18 milioni di bambini brasiliani.

Lungo il percorso della mostra, lo spettatore può ripercorrere, attraverso una complessa e innovativa rete di supporti digitali, la vita del pilota, proprio nel luogo che lo ha visto protagonista assoluto di indimenticabili imprese sportive. Il percorso espositivo, suddiviso in 5 macro-temi, è un susseguirsi di immagini, audio e filmati concessi dagli archivi Rai, che permettono allo spettatore di accompagnare Senna nei momenti topici della sua carriera: dal 1984, anno del debutto in Formula 1 e del suo primo Gran Premio di San Marino, passando per il mitico Gran Premio del Brasile del 1991, quando vinse per la prima volta davanti al suo pubblico, fino ad arrivare a quel 1° maggio, dove da campione, pilota e uomo si trasforma in mito. Questa visita altamente immersiva, la prima nell’ambito del motorsport a essere concepita in questo modo, è impreziosita da tanti memorabilia legati al grande pilota: dal casco al suo kart, all’ultima monoposto di Formula 1 guidata dal campione brasiliano, fino alla Lotus 98T John Player Special, la monoposto guidata da Ayrton nel Campionato del Mondo 1986. Un pezzo unico, che è stato concesso in esposizione da Claudio Giovannone, Padrino per l’Europa dell’Instituto Ayrton Senna.

Gagliano: “Un pezzo di storia della città”

“Siamo orgogliosi di essere partner di questa mostra – dichiara Giuseppe Gagliano, Direttore Centrale Relazioni Esterne del Gruppo Hera – che racconta anche un pezzo di storia di Imola, sul cui territorio siamo presenti con i nostri servizi impegnandoci ogni giorno per svolgerli al meglio. Per questo vogliamo offrire agli imolesi e non solo, a un pubblico più ampio possibile, l’opportunità di visitarla e conoscere più da vicino uno sportivo il cui nome è legato indissolubilmente a questa città”.