Bologna, danni dopo l’occupazione al Liceo Fermi e Galvani

5

Studenti aprono raccolta fondi

emilia-romagna-news-24BOLOGNA – “Durante l’occupazione del 21 marzo scorso, noi studenti ci siamo impegnati a fondo, nel tentativo di tenere sotto controllo e in sicurezza la scuola e gli studenti al suo interno. Così è stato; tuttavia, nonostante tutti i nostri sforzi, sono stati arrecati diversi danni”.

Scrivono così alcuni studenti del liceo scientifico Enrico Fermi di Bologna, sulla piattaforma GoFundMe, dove hanno lanciato una raccolta fondi per risarcire l’istituto dei danni arrecati.

“Noi studenti ci prendiamo piena responsabilità di ciò che è avvenuto durante quella settimana a scuola. Per questo motivo ci occuperemo di risarcire i danni. Invitiamo gli studenti, soprattutto chi ha partecipato e creduto al nostro atto di protesta, a fare una donazione”. Al momento la raccolta ha raggiunto oltre 2.800 euro.

Intanto, anche la campagna online del Liceo Galvani, avviata sempre per risarcire i danni dell’occupazione dell’Istituto, grazie alla partecipazione degli studenti coinvolti nell’occupazione e dei rappresentanti degli studenti, ha raggiunto quota 800 euro.

Per chi volesse contribuire le campagne sono raggiungibili ai seguenti link
https://gf.me/v/c/gfm/raccolta-per-ripagare-i-danni-delloccupazione
https://gf.me/v/c/4srp/raccolta-soldi-per-danni-arrecati-alla-sede