Befana in Romagna: gli eventi dell’Epifania tra dolciumi, spettacoli, fuochi d’artificio e animazione

45
PresepediSabbiaBellaria

EMILIA ROMAGNA – In Romagna la festa non finisce. Dopo il Natale e i brindisi di Capodanno, in occasione dell’Epifania e per tutto il mese di gennaio le città e i borghi delle province di Rimini, Forlì-Cesena, Ravenna e Ferrara continueranno a essere animati da un ricco cartellone di eventi, iniziative, manifestazioni, mostre e spettacoli che prolungheranno la durata delle festività.

Dai villaggi natalizi pronti a regalare un ultimo weekend di divertimento e spensieratezza alle Befane che si preparano a invadere le piazze e le strade con il loro carico di dolciumi, passando per le visite guidate e gli appuntamenti con l’arte, la cultura e la riscoperta dei luoghi meno conosciuti e più insoliti della Romagna, il tutto condito dalle immancabili proposte enogastronomiche per la gioia dei più golosi, l’animazione per i più piccoli e le loro famiglie, le visite ai musei e i tour alla scoperta dell’immenso patrimonio artistico e monumentale della Romagna.

Gennaio sarà anche il mese che vedrà la ripresa delle attività di promocommercializzazione da parte degli operatori turistici ed economici della Romagna con il coordinamento di APT Emilia-Romagna e Visit Romagna. Tra gli appuntamenti in agenda, quello con la grande fiera del turismo “CMT Stuttgart”, in programma a Stoccarda dal 14 al 22 gennaio: saranno presenti i rappresentanti dei campeggi della Romagna per promuovere le proposte di vacanze in camper in Riviera o nell’entroterra, tra cui il Camping Holiday Village Florenz di Comacchio, uno dei tre finalisti (unico campeggio italiano) nella categoria “Cambiamento demografico e accessibilità”.

Dal 18 al 23 gennaio a Madrid avrà invece luogo “Fitur – Tourism Fair”. A rappresentare la Romagna sarà l’assessore al Turismo del Comune di Ravenna e membro del Cda di Visit Romagna, Giacomo Costantini, con un approfondimento sulla ricca proposta culturale del territorio e sul patrimonio monumentale e artistico della Romagna: il focus sarà soprattutto sulle “experience” e gli innovativi percorsi che accompagneranno i visitatori alla scoperta delle città patrimonio UNESCO (Ferrara e Ravenna), delle città d’arte (Faenza, Forlì, Castrocaro, Predappio, Rimini, Cesena) e sulle proposte come “Il treno di Dante”: un’esperienza di viaggio unica a bordo di un treno storico, che attraversa il cuore dell’Appennino Tosco-Romagnolo alla scoperta delle terre che Dante Alighieri visitò nel suo cammino tra Firenze e Ravenna.

Epifania da non perdere, gli eventi in programma

A Cervia la festa dell’Epifania inizia la sera di giovedì 5 gennaio. Nell’atmosfera del mare d’inverno, va in scena uno spettacolo di fuochi d’artificio con sottofondo musicale, unico nel suo genere. Suggestiva anche la location: sulla spiaggia di Cervia in fondo al porto canale lato darsena. I canti dei Pasqualotti aggiungono all’evento quel sapore autentico che proviene da tradizioni antiche tipiche di Cervia e della Romagna, nella notte dell’Epifania. I festeggiamenti proseguono il giorno seguente con il Festival delle Pasquelle e Il Tuffo della Befana a Tagliata, la Riviera dei Pini.

Anche a Faenza si festeggia la Vigilia dell’Epifania dedicata alla “Nott de Bisò”, manifestazione conclusiva del Niballo Palio di Faenza, che ogni anno richiama in città migliaia di partecipanti. Allo scoccare della mezzanotte del 5 gennaio, il Niballo, grande fantoccio raffigurante Annibale, viene bruciato in un enorme falò. Il fantoccio, vestito coi colori del rione vincitore del Palio di giugno, giunge nella piazza del Popolo su un carro trainato da buoi.

Bagno di Romagna fino al 6 gennaio la Casetta di Natale animerà il centro storico con gustose caldarroste e caldo vin brulè, mentre il trenino natalizio percorrerà il tragitto fino a San Piero in Bagno.

A Misano Adriatico prosegue fino all’8 gennaio l’appuntamento con “Misano On Ice”: nella centralissima piazza della Repubblica sarà possibile pattinare e compiere straordinarie evoluzioni sul ghiaccio, in compagnia degli amici o di tutta la famiglia. Il 6 gennaio, dalle 15.00, la Befana regalerà a tutti i presenti momenti di gioia con la distribuzione di dolciumi e regali.

Fino all’8 gennaio Il Presepe di Sabbia di Bellaria Igea Marina è un capolavoro realizzato con la sabbia fine e compatta dell’Adriatico che ogni anno regala emozioni al pubblico attraverso la rappresentazione della Natività con statue di sabbia a grandezza naturale.  Ogni anno il Presepe si ispira a luoghi e personaggi diversi.

Ultimi giorni anche per visitare gli splendidi presepi di Rimini: tante celebrazioni della Natività con un viaggio nei presepi più belli che rievocano la tradizione contadina e quella marinara, siano essi fatti di sabbia e acqua di mare, come il presepe a Torre Pedrera, o composte da miriadi di meccanismi mobili o da figuranti in costume. Rappresentazioni artistiche e multietniche. Il 6 gennaio al Villaggio di Natale in Piazzale Fellini arrivano le Befane, che per tutto il giorno intratterranno i bambini regalando caramelle e accompagnandoli all’interno del Circo delle feste. Da non perdere, a Borgo San Giuliano, l’appuntamento con la “Befana Borgo Run”: una passeggiata all’aperto alla ricerca delle Befane nascoste nel dedalo delle stradine del vecchio borgo dei pescatori, a cui tutti possono partecipare. Basterà dotarsi di abbigliamento comodo e presentarsi la mattina del 6 gennaio alle 10.30 presso il “Giardino Archeologico” posto su viale Tiberio (di fronte al civico n.11)

Un viaggio tra mostre, arte e cultura

Nell’ambito della VII edizione della Biennale di Mosaico Contemporaneo, il MAR – Museo d’Arte della Città di Ravenna presenta “PRODIGY KID”, un’ampia mostra degli artisti Francesco Cavaliere e Leonardo Pivi ospitata nelle sale del primo e del secondo piano del museo fino all’8 gennaio 2023. La mostra, a cura di Daniele Torcellini, è suddivisa in tre sezioni. Le prime due sono dedicate a una selezione di opere realizzate autonomamente dagli artisti nel corso delle loro attività personali. La terza è invece dedicata alla serie di lavori realizzati in collaborazione.

Sempre a Ravenna, fino all’8 gennaio, i visitatori del centro storico potranno immergersi nelle atmosfere magiche di “Ravenna in luce”, un percorso di visita e stupore per ammirare straordinarie creazioni luminose, frutto della mente visionaria di artisti del video mapping. Video proiezioni architetturali rivestiranno di luce la Basilica di San Francesco, luogo iconico legato alla storia e alla memoria della città. Un viaggio immaginifico sull’architettura della basilica con lo spettacolo La Luce delle Parole con scene oniriche e magiche visioni in omaggio alla figura di Dante Alighieri.

Fino all’8 gennaio, il Padiglione d’Arte Contemporanea di Ferrara ospita invece la mostra dedicata a Piero Guccione: dagli anni romani fino al suo ritorno in Sicilia. L’esposizione ripercorre cronologicamente l’intera produzione dell’artista presentando al pubblico oltre settanta opere tra dipinti e pastelli suddivisi in due capitoli: gli anni a Roma (1957-1972) e il ritorno in Sicilia (1970-2014).

Ancora a Ferrara, fino al 22 gennaio, sarà possibile visitare la mostra “Carlo Guarienti. La realtà del sogno” al Castello Estense, che presenta al pubblico oltre cento opere, tra dipinti e sculture, attraverso le quali viene indagato l’ampio e articolato percorso dell’artista, segnato da un constante, quanto coerente, processo di metamorfosi.

Le festività saranno l’occasione per un viaggio alla scoperta del patrimonio storico della Biblioteca Gambalunga di Rimini. Un invito a visitare le sale antiche del seicentesco palazzo Gambalunga, dove sono custoditi i volumi più prestigiosi e i preziosi arredi della prima biblioteca civica in Italia. Gli ingressi sono limitati ed è necessaria la prenotazione. In programma due giornate di visite (sabato 7 e 28 gennaio 2023). Inoltre è possibile richiedere visite guidate a pagamento presso gli Uffici Musei Comunali. Nel week-end sono diverse anche le opportunità per conoscere la città grazie a visite guidate fra Fellini Museum e Teatro Galli, i City Tour di VisitRimini alla scoperta dei più suggestivi luoghi riminesi e un percorso tra i capolavori dell’arte riminese – tra 400’ e 600’ – a cura di Guidopolis. Da non perdere la videoproiezione immersiva nella corte della Biblioteca “Rimini, cos’è” che racconta la storia di Rimini negli ultimi due secoli, visitabile fino al 6 gennaio, tutti i giorni dalle 16 alle 19 a ingresso libero.

C’è tempo fino al 29 gennaio per visitare “Anthology. 50 anni di fotografia 1972-2022”, la mostra del maestro Saro Di Bartolo in esposizione al Museo della Città di Rimini. Saro Di Bartolo è un fotografo pluripremiato a livello internazionale e con le sue 601 fotografie trasporta il visitatore in un viaggio nella bellezza del mondo per unire popoli e persone.Le fotografie illustrano ritratti e costumi di persone sorprese nelle loro attività e luoghi di vita quotidiana nonché meravigliosi paesaggi che raccontano alcuni Paesi dell’Asia e America: una splendida esperienza di arte che il maestro Di Bartolo farà apprezzare descrivendone ogni dettaglio sia dei luoghi, sia delle tecniche utilizzate per gli scatti. La Mostra dedicata alla Fondazione ISAL, Istituto per la Ricerca e Cura del Dolore Cronico.

Prosegue invece fino al 1° maggio a Riccione, nella cornice di Villa Mussolini, la mostra “Frida Kahlo. Una vita per immagini”. Protagonista della mostra un’artista del Novecento divenuta ormai icona globale che ha saputo influire sul gusto e sulla moda, dettando un suo particolarissimo stile e che ancora oggi è fonte di ispirazione per le nuove generazioni.  Attraverso un centinaio di scatti, per la maggior parte originali, la mostra ricostruisce le vicende della vita controcorrente della grande artista messicana, alla ricerca delle motivazioni che l’hanno trasformata in un’icona femminile e pop a livello internazionale.

A Faenza, città della ceramica, fino al 14 maggio prossimo, sarà possibile fare tappa al Museo Internazionale delle Ceramiche per visitare “Galileo Chini. Ceramiche tra liberty e déco”, la mostra espone circa trecento pezzi tra ceramiche (tra cui diversi inediti) e disegni preparatori a documentare le varie fasi di attività di uno dei più importanti protagonisti italiani dell’epoca Liberty.

Per info

www.visitromagna.it

www.capodannoromagna.it