Albe in controluce, tre concerti al sorgere del sole con Syria, Marina Rei e Cristina Donà

RiccioneRICCIONE (RN) – Sarà Syria ad inaugurare la rassegna dei concerti sulla spiaggia al sorgere del sole Albe in controluce, tre appuntamenti con tre voci femminili tra le più belle del panorama musicale italiano.

La passione per i concerti all’alba si rinnova ogni estate richiamando in riva al mare centinaia di persone di ogni età, perché è un’esperienza suggestiva, emozionante e unica, un’occasione in cui la spiaggia si anima più che mai di un’atmosfera speciale e magica.

RiccioneIl primo live è in programma domenica 22 luglio (ore 5.00, spiaggia 80-81) e ha per protagonista Syria con Bellissime. Voci di donne, racconti di canzoni. La cantante romana porta sulla spiaggia di Riccione un viaggio musicale tra le voci femminili che hanno segnato la musica fino agli anni ottanta: da Dalida, Patty Pravo e Rita Pavone a Nada, Antonella Ruggiero, Anna Oxa e Loretta Goggi, passando per le sorelle Berté e le “amiche mai” Mina e Vanoni, con un’escursione nel mondo di Gabriella Ferri. Syria sarà accompagnata dal chitarrista Massimo Germini in una straordinaria performance in acustico che mescolerà generi musicali molto diversi, successi e brani meno conosciuti da scoprire e riscoprire, ironia e intimismo.

riccioneIl secondo appuntamento è domenica 12 agosto (ore 5.30, spiaggia 132 ) con il duo Marina Rei e Paolo Benvegnù che presentano il loro nuovo progetto Canzoni contro la disattenzione, una narrazione fatta di canzoni del passato, del presente e del futuro che si snoderà tra brani inediti, riletture di classici della canzone italiana e momenti più significativi dei rispettivi repertori.

La rassegna chiude domenica 2 settembre (ore 6.00 spiaggia 53-54) con l’inconfondibile voce di Cristina Donà, accompagnata dall’artista e musicista Saverio Lanza, in Canzoni in controluce, un percorso nelle canzoni del suo repertorio in versione acustica e minimale – chitarra e voce – così come sono state composte originariamente. “Quando scrivo una canzone, solitamente, utilizzo pochi colori: uno strumento, una chitarra o un piano, e delle parole che cercano una melodia. Poi, con l’aiuto di musicisti e produttori, la vestiamo con gli abiti che reputiamo migliori, la prepariamo per uscire allo scoperto con stoffe cucite ad hoc. Mi piace, di tanto in tanto, riportare quelle canzoni alla loro forma primordiale, guardandone lo scheletro, l’ossatura che le sostiene, per godere della loro essenza. Negli ultimi dieci anni ho scritto a quattro mani le canzoni che hanno composto gli ultimi due album (Torno a casa a piedi e Così Vicini), con Saverio Lanza, artista, mu-sicista e produttore. Suona naturale e spontaneo tornare a guardare con lui l’anima delle canzoni del mio repertorio, presentandole nella loro versione essenziale, come fossero in controluce”.

Tutti i concerti sono realizzati grazie alla collaborazione degli operatori di spiaggia e sono a ingresso libero.

www.riccione.it