Ai “Giardini d’estate” nuovi appuntamenti

18

Da martedì 21 a domenica 26 luglio nella rassegna estiva cabaret, musica, teatro musicale, burattini, teatro e jazz. Obbligo di prenotazione, posti numerati, mascherina, distanziamento

MODENA – Martedì Cabaret emergente, giovedì concerto del Quartetto Mirus per viola, violino, violoncello e voce recitante, venerdì burattini al pomeriggio e di sera dialogo teatrale con Nicola Borghesi e Lodovico Guenzi, sabato Rock all’Opera con L’altro suono del Teatro Comunale Pavarotti, domenica Villotti e Pontraldolfo per Modena Jazz Festival. È densa di appuntamenti di generi diversi la terza settimana, da martedì 21 a domenica 26 luglio, di “Giardini d’estate”, a cura di Ert nell’Estate modenese del Comune con sostegno di Fondazione di Modena e Gruppo Hera.

Martedì 21 luglio (per lo spettacolo non ci sono più posti disponibili) spazio alla prefinale del Festival Cabaret Emergente 2020: alle 21 i nove comici in gara si sfidano per entrare nella superfinalissima. Partecipano Andrea Ferrari, Guido De Maria e Andrea Casoni; ospite il cantautore Alex Lunati che presenta in anteprima nazionale il suo nuovo singolo “Fino alla luna”; conduce Riccardo Benini.

Giovedì 23 luglio il programma prosegue col concerto presentato dagli Amici della Musica di Modena. Alle 21 il Quartetto Mirus, composto da Federica Vignoni al violino, Riccardo Savinelli alla viola, Luca Bacelli al violoncello e Paolo Marzocchi alla voce recitante esegue musiche di Webern, Szymanowski e Marzocchi.

Venerdì 24 luglio doppio appuntamento: alle 18.30 il primo dei cinque pomeriggi in compagnia dei “Burattini d’estate” con lo spettacolo “Arlecchino cavadenti”. La compagnia “L’Aprisogni” reinterpreta ironicamente fiabe classiche elaborando canovacci della Commedia dell’Arte e del teatro di burattini di tradizione. Un momento di condivisione per famiglie e bambini all’insegna della leggerezza.

A seguire, alle 21, Nicola Borghesi e Lodovico Guenzi sono protagonisti della produzione del gruppo Kepler-452 “Capitalismo magico”, un dialogo disincantato sulla condizione dei trentenni di oggi. Soli in scena, i due artisti si confrontano e ricercano insieme tutto quello che nella realtà pulsa ancora di magia e che in qualche modo resiste all’omologazione e al capitalismo.

Sabato 25 luglio è la volta del primo dei due appuntamenti del Festival l’Altro Suono che il Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena presenta ai Giardini Ducali. Alle 21 “The Summit”, rock opera di Gaia Bedini esito del progetto “Rock all’opera”, il cui obiettivo è proporre al pubblico nuovi talenti emergenti del panorama rock e pop del nostro territorio, incoraggiando la creatività dei giovani gruppi e rivalutando le possibilità di un genere di teatro musicale ancora poco frequentato. Ingresso € 5.

Domenica 26 luglio chiude la settimana il secondo concerto degli Amici del Jazz per Modena Jazz Festival 2020. Alle 21 un quartetto d’eccezione: il sassofonista Valerio Pontrandolfo e il chitarrista Jimmy Villotti accompagnati da un’affiatata sezione ritmica formata da Luca Pisani al contrabbasso e Massimo Chiarella alla batteria. Una performance che si muove fra standard della musica jazz tratti dal repertorio del Great American Songbook (Cole Porter, Irving Berlin, George Gershwin) e dai grandi classici (Thelonious Monk, Bud Powell, Miles Davis e John Coltrane).

Per tutti gli spettacoli (a eccezione di Festival Cabaret Emergente, 12 euro sold out, e “The Summit”, 5 euro) l’ingresso è gratuito con posti contingentati e prenotazione obbligatoria via e-mail (biglietteria@emiliaromagnateatro.com) alla biglietteria del Teatro Storchi (da giovedì a sabato 10 – 14, tel. 059 2136021) o, in caso di disponibilità, anche al botteghino Giardini Ducali (da un’ora prima dello spettacolo).

Distanza di almeno 1 metro da rispettare; obbligo di indossare le mascherine; seguire le istruzioni del personale. Informazioni: www.emiliaromagnateatro.com

Il programma è anche sul sito del Comune (www.comune.modena.it/estate2020).