Ad Agorà il 22 maggio in scena Silvia Gribaudi in Graces

6

BOLOGNA – Sabato 22 maggio (ore 18) ad Agorà (presso il Teatro Alice Zeppilli di Pieve di Cento – Piazza Costa 17) è di scena Silvia Gribaudi con Graces, spettacolo vincitore dell’azione CollaborAction#4 2018/2019, promossa dal Network Anticorpi XL premiare coreografi che si sono particolarmente distinti sulla scena nazionale per la qualità del loro percorso autoriale.

Dopo i successi di A Corpo Libero (2009) e R.OSA_10 esercizi per nuovi virtuosismi (2017), che esplorano con coraggio e humour il virtuosismo di corpi non conformi, Silvia Gribaudi crea uno spettacolo per quattro performers, proseguendo la propria ricerca sull’umorismo irriverente, sull’esposizione del corpo, sulla vitalità e il piacere nel movimento.

Ispirato alla scultura e all’ideale estetico di Antonio Canova, Graces è un inno alla bellezza delle differenze fuori dai canoni. La coreografa dialoga attraverso la sua fisicità e le sue movenze con l’eleganza statuaria delle Grazie, interpretate da tre prestanti figure maschili. Questa dialettica ribalta ogni schema: il maschile e il femminile si incontrano, gli stereotipi e ruoli sono decostruiti, la danza è libera. Un invito a beffarci delle definizioni e a posare lo sguardo sulla grazia delle imperfezioni.

In un gioco tra realtà e finzione le grazie danzano attraversando un tempo scandito ora dalle musiche classiche di Strauss ora dalla dance elettronica dei Matmos e dallo swing di Benny Goodman, accompagnando lo spettatore in un percorso che non chiarisce, ma che rende invece più complessi il rapporto e la natura di questi personaggi.
Ancora una volta leggerezza, ironia e libertà sono gli aspetti al centro della ricerca della coreografa torinese.

Graces si inserisce nel calendario della rassegna “E’BAL – palcoscenici per la danza contemporanea “quale primo appuntamento all’indomani della riapertura dei Teatri”. L’Associazione Liberty/Stagione Agorà da quest’anno fa, infatti, parte della rassegna e Graces è il primo evento nel cartellone condiviso della rassegna.

Silvia Gribaudi è un’artista nata a Torino attiva nell’arte performativa. Il suo linguaggio coreografico attraversa la performing art, la danza e il teatro, mettendo al centro della ricerca il corpo e la relazione col pubblico. Nel 2009 vince il Premio pubblico e giuria per la Giovane Danza d’Autore, viene selezionata in Aerowaves Dance Across Europe in altri importanti festival europei. Conduce seminari in Italia e all’estero e nel 2017 è selezionata in Italia tra i coreografi del Network ResiDance Anticorpi XL 2017. Nello stesso anno è finalista del premio rete critica Italia. La sua poetica si avvale di una ricerca costante di confronto e inclusione con il tessuto sociale e culturale in cui le performance si sviluppano.

“E’BAL – palcoscenici per la danza contemporanea è un progetto che persegue l’obiettivo di diffondere e promuovere la danza contemporanea all’interno della regione Emilia-Romagna. Un’esperienza che quest’anno si è ampliata e che vede insieme 11 enti tra teatri, festival, associazioni di spettacolo e centri di residenza, per un cartellone regionale con oltre 40 eventi tra spettacoli, residenze, incontri e laboratori, in oltre 20 spazi teatrali. I partner che condividono il progetto, oltre al Comune di Rimini, sono L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino, Cronopios, Santarcangelo dei Teatri, Riccione Teatro, Teatro del Drago/Teatro Comunale di Gambettola, gli Istituti Culturali della Rep. di San Marino. Dal biennio 2021-2022 entrano in rete anche Cantieri Danza di Ravenna, e le bolognesi Associazione Danza Urbana e Associazione Liberty/stagione Agorà. Ente capofila è ATER Fondazione, che partecipa al progetto di rete con due Teatri del suo Circuito (il Teatro Laura Betti di Casalecchio di Reno e il Salone Snaporaz di Cattolica).

Agorà, giunta alla 5° edizione, è la rassegna teatrale itinerante nei comuni dell’Unione Reno Galliera nella Area metropolitana di Bologna: Argelato, Bentivoglio, Castel Maggiore, Castello d’Argile, Galliera, Pieve di Cento, San Giorgio di Piano, San Pietro in Casale. La rassegna è promossa da Unione Reno Galliera con la direzione artistica di Elena Di Gioia, realizzata con il contributo di Regione Emilia-Romagna e prodotta da Associazione Liberty.
Al centro di Agorà un articolato progetto di teatro diffuso: spettacoli, laboratori, incontri, nuove creazioni e condivisioni con artisti della scena contemporanea, nei teatri e nei luoghi diffusi di otto comuni della Unione Reno Galliera nella Area metropolitana di Bologna.

Main sponsor: Unipol Gruppo e Hera
Sponsor Coop Alleanza 3.0, Coop Reno, Gruppo Camst, Lachiter, Borghi Impianti oleodinamici S.p.a., Società Dolce,
Ariostea Broker, Emil Banca, Energy Group, Roboqbo, ASA Azienda Servizi Ambientali S.C.p.A,
Media partnership: RadioEmiliaRomagna

Agorà
stagione teatrale 2020-2021- Seconda parte: gennaio-maggio 2021
promossa da Unione Reno Galliera
con il contributo di Regione Emilia-Romagna
direzione artistica Elena Di Gioia
produzione Unione Reno Galliera e Associazione Liberty

Sabato 22 Maggio ore 18.00

Teatro Alice Zeppilli
Piazza Costa 17- Pieve di Cento (BO)

Graces

Silvia Gribaudi

coreografia Silvia Gribaudi
drammaturgia Silvia Gribaudi e Matteo Maffesanti
danzatori Silvia Gribaudi, Siro Guglielmi Matteo Marchesi e Andrea Rampazzo
disegno luci Antonio Rinaldi
assistente tecnico luci Theo Longuemare
direzione tecnica Leonardo Benetollo
costumi Elena Rossi
produzione Zebra coproduzione: Santarcangelo Festival
Con il sostegno di MIBAC
Progetto realizzato con il contributo di ResiDance e IntercettAzioni

Vincitore dell’azione Collabor Action #4 2018/2019
Spettacolo selezionato a NID Platform 2019

Prenotazione obbligatoria

Per informazioni:
Posti limitati. Prenotazione obbligatoria
Dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13
Telefono, WhatsApp e SMS: 333.8839450
biglietteria.teatri@renogalliera.it
Biglietti: Intero: € 12 – Ridotto*: € 10
Under 18 anni: € 5
Per il programma completo: www.stagioneagora.it
www.renogalliera.it/agora

FOTO  Giovanni Chiarot – Zeroidee