“Voce e respiro” per i malati di Parkinson e i loro familiari con il progetto del Gruppo Estense Parkinson

12

Approvato un contributo di oltre 9mila euro per le attività svolte nel 2022

FERRARA – Attenzione e sostegno ai malati di Parkinson, ma anche ai loro caregiver. Si intitola “Voce e respiro” il progetto ideato dall’associazione Gruppo Estense Parkinson (Gepa) a cui il Comune di Ferrara, attraverso l’Assessorato alle Politiche Sociali, destinerà un contributo di 9.213 euro a sostegno delle attività svolte da gennaio a luglio 2022.

“L’intento – spiega l’assessore comunale alle Politiche sociali Cristina Coletti – è quello di evitare che le difficoltà del linguaggio creino ostacoli alla comunicazione e alla socializzazione delle persone affette da morbo di Parkinson. Migliorando le loro capacità di esprimersi si punta a evitare possibili situazioni di ansia e depressione, contribuendo al loro benessere psicologico. Al contempo, il progetto si occupa anche dei caregiver con attività che mirano ad alleviare la percezione del carico assistenziale che pesa su di loro e a favorire momenti di socializzazione e confronto tra le famiglie”.

Obiettivo del progetto è quello di ridurre i disturbi del linguaggio dei malati di Parkinson con laboratori di riabilitazione e logopedia per migliorare la fonazione, sostenendo al tempo stesso i loro caregiver con laboratori di training autogeno, per aiutarli ad apprendere tecniche di rilassamento volte a gestire gli stati d’ansia e a migliorare la loro qualità della vita.

Il progetto dell’associazione Gepa rientra nel sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali del territorio ed è inserito nel Piano attuativo per la Salute ed il Benessere Sociale del Distretto Centro Nord.