Un fiducioso Tonelli al via del Medio Adriatico

8

Il secondo atto del Campionato Italiano Rally Terra Storico vede il pilota di Reggio Emilia motivato, deciso a sfruttare i veloci sterrati dell’entroterra marchigiano

REGGIO EMILIA – Terzo Rally Storico del Medio Adriatico, secondo appuntamento per i protagonisti del Campionato Italiano Rally Terra Storico e, tra questi, anche Andrea Tonelli è pronto a gettare il guanto della sfida sui veloci e tecnici sterrati marchigiani.

Reduce da un buon quarto posto assoluto, secondo in terzo raggruppamento ed in classe 4/2000, nel primo atto della serie tricolore sterrata dedicata alle auto storiche il portacolori della scuderia Movisport è deciso a continuare il proprio cammino di crescita, sin qui più che positivo.

Il pilota di Reggio Emilia sarà nuovamente al via sulla Ford Escort RS 1800 MKII, seguita sul campo dalla Power Brothers dei fratelli Colonna e condivisa con il sempreverde Roberto Debbi.

Un esordio, quello del Medio Adriatico per Tonelli, che farà seguito ad una classifica di campionato che si è rivelata penalizzante e non del tutto meritevole rispetto a quanto mostrato.

Scorrendo infatti la provvisoria del CIRTS, dopo il Rally Storico della Val d’Orcia, il reggiano figura al sesto posto nella classifica assoluta riservata alle due ruote motrici, al secondo nel terzo raggruppamento ed in classe 3 GTS 4 2000 2RM, a otto lunghezze dalla vetta.

“Aver chiuso quarto assoluto al Val d’Orcia” – racconta Tonelli – “e vedersi solo al sesto posto in campionato lascia un po’ di amaro in bocca ma il fatto di essere soltanto in due in classe ci ha penalizzato in termini di punti. Siamo comunque positivi per questo Medio Adriatico ed abbiamo confermato tutto il pacchetto a nostra disposizione. D’altronde, avendo una gara ogni mese, non abbiamo i tempi tecnici per apportare variazioni significative alla nostra Ford Escort.”

Un debutto assoluto, quello di Tonelli sugli sterrati marchigiani, che non agevolerà una partenza a testa bassa ma che consiglierà un primo giro di apprendistato per poi aumentare il ritmo.

“Non avendo mai corso qui pagheremo dazio” – sottolinea Tonelli – “ma questo fa parte del gioco, essendo che noi abbiamo corso poco su terra e che ci siamo dedicati a questo fondo soltanto a partire dallo scorso anno. Prima di tutto ci auguriamo che ci possano essere più avversari nella nostra classe perché questo colmerebbe, almeno in parte, la situazione che abbiamo già vissuto al Val d’Orcia. Del resto ce la metteremo tutta, dando il meglio di noi.”

Tre le prove speciali che vedranno sfidarsi i protagonisti del Campionato Italiano Rally Terra Storico, tutte da disputare nella sola giornata di Sabato 24 Aprile e da percorrere per tre passaggi consecutivi: “Colognola” (5,40 km), “Panicali” (5,24 km) e “Dei Laghi” (10,93 km).

“Dai video che abbiamo potuto vedere” – conclude Tonelli – “le prove speciali mi sembrano molto veloci quindi dovrebbero essere buone per noi. Ci sono poche ripartenze quindi potremo dire la nostra anche nella classifica assoluta, essendo a due ruote motrici. Useremo il primo giro per prendere le misure e spingeremo nei successivi, sperando di non avere troppo ritardo.”