Ubriaco alla guida, si schianta contro tre auto in sosta

15

La Polizia locale ha denunciato un 33enne che ha perso il controllo del suo veicolo in viale Don Minzoni. Aveva un tasso alcolico oltre il triplo del consentito

polizia- municipaleMODENA – Si era messo alla guida con un tasso alcolico oltre il triplo del consentito un automobilista 33enne denunciato dalla Polizia locale di Modena a seguito di un incidente stradale: dopo aver perso il controllo del suo mezzo, infatti, si è schiantato contro tre veicoli in sosta. L’episodio è avvenuto in viale Don Minzoni intorno alle ore 21.40 di giovedì 5 agosto.

Come ricostruito dall’Infortunistica, la Lancia Y condotta dall’uomo, residente in città, stava procedendo in direzione della Stazione piccola, quando, giunto in prossimità di una semi-curva, ha sbandato, urtando una Fiat Panda, una Lancia Y e una Land Rover parcheggiate a lato della carreggiata. Sul posto, quindi, dopo le chiamate di alcuni cittadini, sono intervenute le pattuglie del Comando di via Galilei, che hanno avviato i rilievi finalizzati a determinare le cause dell’accaduto e hanno sottoposto il conducente, rimasto illeso nello schianto, all’alcoltest. Dall’esame è stato riscontrato lo stato di alterazione del 33enne, con un tasso di poco superiore a 1,5 grammi per litro (il limite è 0,5), collocandolo nella terza e più grave fascia individuata dalle normative.

All’uomo, dunque, è stato contestato il reato definito dall’articolo 186 del Codice della strada e gli è stata ritirata la patente, mentre il veicolo è stato sequestrato. Sarà adesso l’Autorità giudiziaria a decidere in quale misura applicare l’eventuale sanzione penale a suo carico (l’ammenda prevista va da 1.500 a 6mila euro) ed eventuali sanzioni accessorie, la detrazione dei punti e la durata della sospensione del documento di guida da uno a due anni.

Inoltre, le tre auto in sosta urtate dalla Lancia sono rimaste danneggiate e perciò ai proprietari dei veicoli saranno fornite le informazioni della controparte, con cui potranno decidere di avviare l’iter assicurativo finalizzato alla richiesta di risarcimento dei danni ai mezzi.