Tennis: i semifinalisti del Memorial Fontana, 1° Trofeo Ale Spa

8
Arnaldi

Venerdì, la finale del doppio

FORMIGINE (MO) – Sono il brasiliano Matheus Pucinelli De Almeida, l’olandese Gijs Brouwer e gli italiani Franco Agamenone e Matteo Arnaldi i magnifici quattro che si contenderanno la vittoria nella 37esima edizione del Memorial Fontana, 1° Trofeo Ale Spa, Torneo Internazionale maschile di singolo e doppio Futures ITF con Montepremi da 25mila Dollari in corso di svolgimento al Club La Meridiana di Casinalbo (Formigine – Modena).

MAIN DRAW SINGOLO. Nonostante qualche interruzione per pioggia nel pomeriggio, è stata una giornata di grandi match sui campi in terra rossa della MerIdiana.

Nella parte alta del tabellone, il mancino olandese Brouwer (testa di serie numero 6) ha eliminato il favorito spagnolo Sanchez Izquierdo (testa di serie numero 3) con il punteggio di 6-4 6-4 in un match molto combattuto.

Brouwer affronterà quella che si può definire la “rivelazione” fin qui del torneo: Matteo Arnaldi. Il 20enne sanremese nel pomeriggio ha vinto 7-6 6-1 contro il 21enne Gianmarco Ferrari in uno dei match più attesi di giornata perché metteva l’uno fronte all’altro due tra i più promettenti talenti azzurri.

Nella parte bassa del tabellone il brasiliano Pucinelli De Almeida è riuscito ad avere la meglio con un doppio 6-3 di un altro giovane italiano di ottime prospettive, il classe 2002 Francesco Maestrelli. In semifinale Pucinelli se la vedrà con la testa di serie numero 4 Franco Agamenone che nel derby italiano con Riccardo Balzerano si è imposto 6-2 6-4.

MAIN DRAW DOPPIO. Definite anche le semifinali nel tabellone di doppio.

Nella parte alta la coppia formata dall’olandese Brouwer e dal polacco Matuszewski (coppia testa di serie numero 1) giocheranno contro i brasiliani Sakamoto e Pucinelli (testa di serie numero 3).

Nella parte bassa sfida tutta italiana: Di Nocera e Ferrari contro Motti-Ocleppo.

MAGIC MOMENT. È un momento magico per il tennis italiano con 10 giocatori tra i primi 100 della classifica Mondiale Atp, 4 nei primi 30 (Fognini, Sonego, Sinner e Berrettini). E proprio Matteo Berrettini, dopo aver vinto il torneo del Queen’s ha conquistato una storica semifinale a Wimbledon: un italiano non arrivava tra i primi quattro nel torneo londinese da 61 anni, da quando ci riuscì Nicola Pietrangeli nel 1960. E dietro i questi “big” ci sono tanti altri ragazzi interessanti, alcuni protagonisti anche in questi giorni alla Meridiana.

E alla Meridiana c’era anche Claudio Galoppini, tecnico federale e già allenatore di Paolo Lorenzi. “Credo che non ci sia mai stato un momento così nel tennis italiano maschile – ha spiegato proprio Galoppini – Le ragioni possono essere tante: la presenza di più tornei in Italia che permettono ai ragazzi di confrontarsi e di giocare partite con regolarità, la crescita degli allenatori, la generazione di questi ragazzi che stanno lavorando molto bene, l’impegno della Federazione. Dietro i nomi che tutti conoscono ci sono davvero diversi giocatori giovani che stanno facendo bene. E i Futures come quello della Meridiana sono molto importanti per loro. Cosa serve per diventare un grande giocatore? Ovviamente tanti fattori, Sicuramente bisogna acquisire una mentalità professionale e allenarsi bene. Poi non bisogna avere fretta con i ragazzi, ognuno ha il suo percorso e necessità dei propri tempi”.

PROGRAMMA VENERDÌ E SABATO. Venerdì intorno alle ore 14/14.30 si giocherà la prima semifinale del singolare, a seguire la seconda. Alle 20.30 è invece in programma la finale del doppio. Sabato sera sempre alle 20.30 la finale del singolare.

L’ingresso al Club La Meridiana, nel rispetto delle norme vigenti legate alla sicurezza, è libero e gratuito per assistere a tutti gli incontri tutti i giorni durante il torneo!

Gli orari di gioco, qualunque variazione e tutte le informazioni sulla competizione saranno disponibili sul web all’indirizzo www.clublameridiana.it