Studio di Barzellette domani sera al Teatro Comunale di Castello d’Argile

CASTELLO D’ARGILE (BO) – Giovedì 31 ottobre 2019 (ore 21.00 Teatro Comunale La Casa del Popolo, via Matteotti 150, Castello d’Argile) il teatro diffuso creato da Agorà, rassegna teatrale itinerante nei comuni della Unione Reno Galliera nella Area metropolitana di Bologna, con la direzione artistica di Elena Di Gioia, presenta Studio di Barzellette di e con Ascanio Celestini, considerato tra i più grandi narratori dei nostri tempi, in scena con il musicista Gianluca Casadei.

Studio di Barzellette attinge a un corpus di oltre duecento storie raccolte in un libro scritto da Celestini, dal titolo Barzellette (Einaudi). Divertenti, dissacranti, scorrettissime sono le barzellette provenienti da ogni parte del mondo. Le barzellette pescano nel torbido, nell’inconscio e attraverso l’ironia permettono di appropriarcene per smontarlo e conoscerlo. Così lo spettacolo raccontato da Celestini: Le barzellette hanno attraversato il mondo e le culture vestendosi dell’abito locale, ma portando con sé elementi pescati ovunque. La stessa struttura di una storiella sarda che racconta la lite tra vicini la ritroviamo in una barzelletta cecoslovacca sull’invasione russa del ‘68. I carabinieri italiani in Francia diventano belgi. I tirchi sono scozzesi o genovesi e, un po’ ovunque, ebrei. Le barzellette sugli afroamericani quando arrivano in Italia finiscono sul corpo degli zingari. Se ne racconti solo un paio rischi di fare il gioco dei razzisti. Ma se ne metti in fila tante dimostri che nelle storielle c’è anche una grande compassione. Ci ricordano infatti che possiamo ridere di tutto e soprattutto di noi.

Ascanio Celestini (Roma, 1972) autore, attore, musicista e regista. I suoi testi sono legati ad un lavoro di ricerca sul campo e indagano nella memoria di eventi e questioni legate alla storia recente e all’immaginario collettivo. Tra i suoi spettacoli teatrali più conosciuti: Radio clandestina (2000), Scemo di guerra (2003), La pecora nera (2005), La fila indiana (2009), Pro patria (2011), Discorsi alla nazione (2013), Laika (2015) e Pueblo (2017). Celestini lavora attivamente anche all’estero e in particolare tra Francia e Belgio. Come autore, regista e attore ha realizzato il film La pecora nera (2010) in concorso alla 67esima Mostra del cinema di Venezia, distribuito anche in Francia da BABE Film e vincitore di premi in Europa. Il suo ultimo film, Viva la Sposa (2015), prodotto da Malìa Film di Alessandra Acciai, Giorgio Magliulo e Roberto Lombardi e coprodotto dalla francese Aeternam Film di Parigi e dai fratelli Dardenne, è stato in concorso alle Giornate degli Autori a Venezia 2015. Ascanio ha inoltre realizzato il documentario Parole sante (2007) presentato al Festival internazionale del film di Roma nella sezione Extra. Contemporaneamente è uscito il suo primo disco, anch’esso intitolato Parole sante (2007), dove sono raccolte le canzoni presenti negli spettacoli. Tra i tanti premi gli è stato consegnato, due volte il premio Ubu, il Flaiano, il Dessì, Il premio Fiesole, il Ciak d’oro, ecc…Tra le sue pubblicazioni si ricorda Storie di uno scemo di guerra (Einaudi 2005), La pecora nera (Einaudi 2006), Lotta di Classe (Einaudi 2009), Io cammino in fila indiana (Einaudi 2011) e Pro patria (Einaudi 2012). Su di lui sono state pubblicate le biografie “Tuttestorie” di Patrizia Bologna (ed. Ubulibri, prefazione di Edoardo Sanguineti), “L’invenzione della memoria. Il teatro di Ascanio Celestini” a cura di Andrea Porcheddu (Il Principe Costante Edizioni, 2005), Le carnaval verbal d’Ascanio Celestini (Peter Lang 2011), “Un anarchico in corsia d’emergenza” Maria Laura Gargiulo (Laterza 2015). I suoi testi teatrali sono stati messi in scena in Francia, Portogallo, Belgio, Austria e Canada e sono tradotti in Francia, Germania, Inghilterra, Spagna, Danimarca, Svezia, Olanda, Romania, Portogallo e Repubblica Ceca.
La Stagione Agorà è promossa da Unione Reno Galliera con il contributo di Regione Emilia-Romagna, direzione artistica Elena Di Gioia. Produzione Associazione Liberty e Unione Reno Galliera. Al centro di Agorà un articolato progetto di teatro diffuso: spettacoli, laboratori, incontri, nuove creazioni e condivisioni con artisti della scena contemporanea, nei teatri e nei luoghi diffusi di otto comuni della Unione Reno Galliera (Argelato, Bentivoglio, Castel Maggiore, Castello d’Argile, Galliera, Pieve di Cento, San Giorgio di Piano, San Pietro in Casale) nella Area metropolitana di Bologna.

Main sponsor Unipol Gruppo e Hera
Sponsor Coop Alleanza 3.0, Coop Reno, Gruppo Camst, Società Dolce, Ariostea Broker, Lachiter, Borghi Impianti oleodinamici S.p.a., Emil Banca, Energy Group, Roboqbo, Gelateria G7, ASA Azienda Servizi Ambientali S.C.p.A.

Agorà
4° EDIZIONE stagione teatrale 2019-2020

Giovedì 31 ottobre 2019 – ore 21
Teatro Comunale La Casa del Popolo – Castello d’Argile (Bologna)

Ascanio Celestini
Studio di Barzellette

di e con ASCANIO CELESTINI
musiche eseguite dal vivo di Gianluca Casadei

Per informazioni:
Dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13
Telefono, WhatsApp e SMS: 333.8839450
e-mail: biglietteria.teatri@renogalliera.it
Per il programma completo:
www.stagioneagora.it
Biglietti: Intero: € 12, Ridotto: € 10, Under 18 anni: € 5 Vendita on line di biglietti interi e ridotti sul sito www.vivaticket.it e nei punti vendita vivaticket