Sogno di una Notte… dei Culatelli

6
Foto Carra Parma

Martedì 19 luglio 2022, si è tenuta all’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR), la XIV edizione dell’evento a scopo benefico creato dalla famiglia Spigaroli

POLESINE PARMENSE (PR) – Per una volta, sono state le stelle sul cielo dell’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR) ad ammirare lo spettacolo della Notte dei Culatelli. Martedì 19 luglio si è tenuta la XIV edizione del premio-evento, creato dalla famiglia Spigaroli, per valorizzare il territorio e rafforzare il profondo legame con il concetto di qualità in tutti i settori. È stata una bellissima serata, all’aria aperta, in cui i numerosi invitati hanno potuto gustare le prelibatezze offerte dalla famiglia Spigaroli – durante l’aperitivo nel suggestivo orto-giardino e il Cocktail Dinner nell’aia, nella cornice del castello del 1300 – e per assistere alla premiazione di due personaggi che, nel settore della ristorazione e dell’informazione, si dedicano ogni giorno a creare eccellenza. A essere insigniti del riconoscimento per l’edizione 2022, lo chef più stellato d’Italia, Enrico Bartolini, che vanta ben 9 stelle Michelin “Per aver elevato la cucina italiana con eleganza e disciplina senza dimenticare la grande responsabilità del cuoco nei confronti del prodotto e delle materie prime” e il giornalista Enrico Mentana “Per aver portato nelle case degli italiani un’informazione innovativa e diretta con indiscussa schiettezza e contribuito a formare nuove generazioni di giornalisti consapevoli”.

Durante questa edizione è stato istituito anche il nuovo premio dedicato agli Ambassor dei salumi Spigaroli, che li promuovono in Italia e nel mondo. A ricevere il premio la Chef Cristina Cerbi e Luca Caraffini dell’Osteria di Fornio (PR); Giovanni Davoli della Salumeria Fratelli Davoli di Parma; Exit Gastronomia Urbana di Milano e I Tigli di Simone Padoan a San Bonifacio (Verona).

Protagonista in tavola Vezzoli Boulangerie di Seregno (MB) che ha offerto tutto il pane per accompagnare salumi e formaggi.

Durante l’evento la famiglia Spigaroli ha svelato una statua bronzea alta più di 3 metri, posta al centro dell’aia, che rappresenta un Culatello, opera del compianto artista Armando Riva.

Come per tutte le passate edizioni, la serata è stata anche l’occasione per devolvere un importante contributo economico a un’associazione meritevole. Quest’anno è la volta dell’Associazione Paradiso, Banco di Solidarietà di Polesine Parmense (PR) che svolge un servizio rivolto alle famiglie del territorio in condizioni di indigenza, che faticano a permettersi l’acquisto di generi alimentari.