Savignano: Approvato il bilancio di previsione 2022

21

Mercoledì sera la presentazione in Consiglio Comunale

SAVIGNANO SUL RUBICONE (FC) – Il 2022 sarà un anno fortemente spinto nella direzione della crescita e della realizzazione di interventi. A darne anticipazione i numeri e i programmi che l’Amministrazione Comunale ha presentato mercoledì 22 dicembre durante il Consiglio Comunale chiamato ad approvare il Bilancio di previsione 2022/2024.

Questi ultimi due anni hanno chiesto la massima flessibilità di gestione e una rivalutazione delle priorità, in cima alle quali sono state poste famiglie e imprese. Grazie a finanziamenti statali, oltre ad aiuti specifici per le imprese, sono stati programmati importanti lavori pubblici per i quali si metterà in campo un’azione mirata ad intercettare altri fondi del PNRR.

Intanto, alla voce spesa in conto capitale, il bilancio di previsione impiega in totale 2.777.714 euro) di cui 1.100.000 per l’acquisto dell’immobile in piazza Giovanni XXIII – finanziato con fondi PNRR tramite la Regione Emilia-Romagna per circa 500.000 euro e con accensione di un mutuo per 600.000 euro – finalizzato ad accogliere l’INPS, il Centro per l’Impiego che verrà potenziato fino ad 11 unità e altri uffici comunali. Un’operazione che, tra l’altro, garantirà la permanenza dell’INPS a Savignano e l’implementazione del Centro per l’Impiego, con grande vantaggio per i cittadini di tutta la valle del Rubicone. Altri fondi del PNRR già ottenuti sono  280.000 euro per efficientamento energetico e adeguamento impianti della scuola Gallo Cristallo; 280.000 euro per efficientamento energetico e adeguamento impianti scuola Freccia azzurra. La spesa in conto capitale comprende inoltre 500.000 mila euro per il ripristino di viale della Libertà, 400.000 euro per una nuova tranche di manutenzione strade – di cui 300.000 ottenuti dal fondo PNRR -, 182.714 euro per manutenzione immobili e efficientamento, 32.000 euro per adeguamenti alla rete dell’illuminazione pubblica.

Analizzando ulteriormente i dati del bilancio 2022,  si rileva che sono salvi tutti gli equilibri di bilancio definiti per legge, ovvero equilibrio generale che significa pari spese ed entrate (per l’anno 2022,  il totale delle entrate è di 16.698.375), equilibrio della situazione corrente e della situazione in conto capitale.

Il gettito IMU è previsto in 3.450.000 euro, con mantenimento delle aliquote invariate. Il gettito previsto dell’addizionale comunale, anch’essa ad aliquota invariata, è di 970.000 e per le attività di recupero dell’evasione, su cui il Comune di Savignano si conferma particolarmente attivo, è stimata un’entrata per 240.000 euro (l’accertato 2021 è di circa 467.623).

Il gettito tari previsto è di 2.916.894, con aggiunta di 60.000 euro di lotta all’evasione quando il pre consuntivo 2020 si attestava su 211.940.

L’altra componente di entrata è costituita dal fondo di solidarietà comunale pari a 1.900.000 euro, dato  invariato rispetto a quello degli scorsi anni mentre le entrate extratributarie sono stimate in 1.608.814 euro in linea con le previsioni degli anni scorsi. L’obiettivo, su questo fronte, è di aumentare considerevolmente tale importo durante il corso del 2022.

Alla voce spese, data una spesa corrente prevista per il 2022 che ammonta a 11.273.840, in linea con quelle degli anni precedenti, una parte significativa riguarda la quota al  Fondo crediti di dubbia esigibilità di 235.979 euro. Non si prevedono particolari maggiori spese anche se l’aumento dei costi energetici desta qualche perplessità. Da rilevare, infine, che le società partecipate dall’Ente sono in equilibrio e che non è stato effettuato alcun accantonamento per perdite previste.

“In questi ultimi due anni siamo stati ancora più attenti a cittadini e imprese, con politiche e progetti che li aiutassero ad affrontare e superare questa fase particolarmente complessa – affermano il Sindaco Filippo Giovannini e l’Assessore al Bilancio Francesca Castagnoli -. Per i prossimi anni siamo pronti a cogliere le ulteriori opportunità che si presenteranno, naturalmente con un’attenzione particolare ai bandi legati al PNRR, che in parte sono già realtà, ma che costituiranno uno strumento fondamentale per rendere Savignano ancora più ricca di servizi e infrastrutture e vicina ai nostri cittadini”.