Ritorna Padus Mirabilis, festa delle singolarità territoriali del Po e delle altre vie d’acqua

10

Appuntamento a Sacca di Colorno (Parma) il 17 e 18 settembre per la seconda edizione della due giorni dedicata al Po, alle eccellenze culinarie e alle antiche tradizioni

COLORNO (PR) – Nello scenario unico delle rive del Grande Fiume nei pressi di Colorno, la nota Versailles italiana dei duchi di Parma, merita senz’altro una sosta Sacca, la piccola località che ospita la manifestazione inserita in un territorio ricco di arte, cultura, storia ed eccellenze enogastronomiche.

Qui, il 17 e 18 settembre 2022 prenderà il via la seconda edizione di Padus Mirabilis, la due giorni dedicata alle singolarità territoriali del Grande Fiume e delle vie d’acqua che anche quest’anno propone un ricco calendario di appuntamenti, laboratori e attività per grandi e piccini che spaziano dal buon cibo alla natura, dalla riscoperta delle tradizioni del territorio allo sport fino alla conoscenza della cultura orientale. La manifestazione, organizzata da BieBi Eventi in collaborazione con Vitaliano Biondi (Arvales Fratres) ha i patrocini del Comune di Colorno, Comune di Parma, Provincia di Parma, Mab Unesco Po Grande e il sostegno dell’Autorità di Bacino del Po (Tel. 0521.313300; info@biebieventi.com; www.biebieventi.com, Facebook – Instagram @biebieventi.com). Ingresso 3 euro. Gratuito fino ai 12 anni.

Nella suggestiva cornice del Grande Fiume, Padus propone diverse iniziative legate alla buona cucina e alle eccellenze enogastronomiche del territorio parmense e non solo. Tra queste, ad esempio, il pane e il vino – da secoli protagonisti delle nostre tavole – che saranno al centro di racconti, assaggi e degustazioni a cura di Andrea Gherpelli, attore e custode di grani antichi, e Matteo Pessina, degustatore indipendente ed (in)formatore. Non mancheranno poi degustazioni culinarie delle più pregiate tipicità locali, incontri con esperti sulle sempre più diffuse colture biologiche, sui prodotti dimenticati e da recuperare e, più in generale, tante saranno le occasioni per riscoprire il mondo rurale, le tradizioni legate al lavoro nei campi e alla vita all’aria aperta. Un vero e proprio percorso sensoriale che unisce tradizioni, gusti e profumi in un’area dedicata al benessere psico-fisico in cui si alterneranno attività, dimostrazioni e degustazioni.

Padus poi accompagnerà i visitatori in uno speciale viaggio in giro per il mondo lungo i due percorsi frequentati da secoli dai pellegrini d’Europa: la via per Santiago e la via Francigena. Qui, sullo sfondo dei paesaggi che incastonano le più antiche strade d’Europa, si potrà scoprire un altro modo vivere e si avrà l’occasione di conoscere meglio se stessi.

“Un Po ad Oriente” è la novità della seconda edizione di Padus, che quest’anno rivolgerà uno sguardo particolare al Paese del Sol Levante e alla sua millenaria cultura. Nell’ambito delle iniziative legate all’Oriente e ai viaggi, non mancherà un omaggio a Emilio Salgari, il celebre scrittore italiano di romanzi d’avventura.

Completano il programma le tante proposte di attività a contatto con la natura: tra le altre iniziative che animeranno la manifestazione nelle giornate del 17 e 18 settembre ci sarà un raduno di bici d’epoca, un’esercitazione e una dimostrazione per bambini a cura di Pompieropoli, un’escursione in barca alla scoperta del tramonto sul Grande Fiume, l’esposizione di un giardino zen con vendita delle piante esposte, uno speciale concerto in acustico, una serata con dj set e, ancora, esibizioni di danza e un festival di arte fluviale con artisti body painter. Le spiagge del Grande Fiume saranno anche teatro per una sfilata canina e per i laboratori di aquiloni di EdoFly di Edoardo Borghetti, che farà volare alcuni tra gli aquiloni più grandi del mondo (40 mt di diametro) e insegnerà a bambini e adulti l’arte della loro costruzione.