Restauro della ceramica all’aperto

7

Il 10 giugno convegno in diretta sui social del MIC di Faenza

FAENZA (RA) – Una giornata di studio e di riflessione sul restauro della ceramica all’aperto è organizzata dal MIC- Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza il 10 giugno 2021 (ore 9-13/14-18) in diretta sui canali Youtube e Facebook del MIC (@micfaenza). Il programma prevede interventi dei maggiori esperti del settore

Fin dall’antichità il materiale ceramico è stato impiegato in ambiente esterno a scopo architettonico e decorativo, divenendo in tempi recenti veicolo di espressioni artistiche caratterizzanti l’assetto urbano e volte anche alla sua rivalutazione.

“Tanti centri italiani, come Faenza, sono connotati da un diffuso patrimonio ceramico, che molto spesso finisce per essere indistintamente assorbito nella percezione generalizzata della città, a scapito della sua conoscenza e conservazione. – spiega Valentina Mazzotti, conservatrice del MIC – La collocazione all’aperto inoltre sottopone le opere all’azione aggressiva dei fattori ambientali, atmosferici e antropici. Ne consegue la necessità di tutelare e conservare questo sfaccettato patrimonio, la cui vulnerabilità emerge solo quando le manifestazioni di degrado si fanno tanto evidenti da rendere necessari restauri complessi e onerosi o lo spostamento in ambiente confinato delle ceramiche. Molti interventi conservativi potrebbero essere evitati o ridimensionati nella loro entità, se con maggiore frequenza si giungesse alla pianificazione di periodiche manutenzioni che, attuate preventivamente all’insorgere del degrado, potrebbero contribuire a prolungare e migliorare la permanenza dei manufatti in ambiente esterno”.

L’argomento della giornata di studio sarà approfondito attraverso quattro aree tematiche: “Lo studio, analisi e monitoraggio dello stato di conservazione” che attraverso le indagini di laboratorio è fondamentale per lo studio del degrado e la progettazione degli interventi, “Soluzioni di intervento per il restauro” che analizza le diverse soluzioni operative adottate, anche mediante il confronto critico tra differenti scelte in termini di materiali e di metodologie, “Soluzioni per la manutenzione delle ceramiche in ambiente esterno” che illustrano come azioni di prevenzione e manutenzioni puntuali e ripetute nel tempo possono in molti casi prolungare e migliorare la permanenza dei manufatti e “Nuovi materiali e metodologie di intervento” che affronta il tema di come la tecnologia possa contribuire significativamente a prolungare la permanenza delle opere in esterno.

La giornata di studio è stata organizzata in collaborazione con l’IGIIC, Gruppo Italiano dell’International Institute for Conservation, l’Istituto Centrale di Restauro, l’Opificio delle Pietre Dure, e la Scuola di Restauro- Venaria Reale.

Il convegno è rivolto a tutti gli interessanti, agli studenti e ai professionisti del settore.

Chi fosse interessato ad acquistare gli atti del convegno può già prenotare la sua copia. Compilando il modulo avrà diritto al 20% di sconto sul prezzo di copertina (24 euro). Il modulo si trova on line al sito www.igiic.org

Per informazioni: 0546 697311, e SEGRETERIA ORGANIZZATIVA IGIIC Gruppo Italiano dell’IIC info@igiic.org, daniela.rullo@igiic.org

Programma

9.30 Saluti istituzionali

Claudia Casali, MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Lorenzo Appolonia, IGIIC – Gruppo Italiano dell’IIC

Cristina Ambrosini, responsabile servizio patrimonio culturale Regione Emilia Romagna

Studio, analisi e monitoraggio dello stato di conservazione

Chairman Giovanna Cassese

10.00-10.30

I DOLIA NEL GIARDINO DEL MIC DI FAENZA STUDIO DIAGNOSTICO PER IL RESTAURO
Valentina Mazzotti, Paola Rondelli, Sabrina Gualtieri, Daniela Pinna, Donata Magrini

10.30-11.00

OPERE OUTDOOR, IL DATABASE DELLE OPERE ESPOSTE ALL’APERTO. DALLO STUDIO DI TESI VERSO NUOVI PROGETTI

Linda Gori

11.00-11.30 Domande e dibattito

Soluzioni di intervento per il restauro

Chairman Giorgio Bonsanti

11.30-12.00

CONSOLIDAMENTO E RESTAURO DI UNA TERRACOTTA POLICROMA IN AMBIENTE SEMICONFINATO: IL TACCHINO

DELLA CAPPELLA DEL SACRO MONTE DI VARALLO SESIA

Alessandra Raffo, Marco Demmelbauer

12.00-12.30

L’INTEGRAZIONE DELLE LACUNE CON MATERIALE CERAMICO: TECNICHE, IMPASTI E METODOLOGIE

Valentina Famari

12.30-13.00 Domande e dibattito

Soluzioni per la manutenzione delle ceramiche in ambiente esterno

Chairman Camilla Mazzola

14.00-14.30

LA STATUA DI SAN MICHELE ARCANGELO DI BARTOLOMEO SPANI, CANONICA DELLA CHIESA DI PIEVE MODOLENA A REGGIO EMILIA. UNA SCULTURA DA INTERNO SPOSTATA IN ESTERNO.

Augusto Giuffredi

14.30-15.00

VERSO L’APPLICAZIONE DI METODOLOGIE INNOVATIVE PER LA CONSERVAZIONE DEL GIARDINO DEI TAROCCHI DI NIKI DE SAINT PHALLE

Serena Vella, Laura Baratin, Fabiano Ferrucci

15.00-15.30

GUIDELINES FOR THE CONSERVATION / RESTORATION OF MONUMENTS WITH GLAZED CERAMICS

Junhi Han, Michael R.N. Jansen, Elena Agnini

15.30-16.00 Domande e dibattito

Nuovi materiali e metodologie di intervento

Chairman Marco Demmelbauer

16.00-16.30

LEONCILLO, LA MEMORIA SALVATA: IL RECUPERO DEL MONUMENTO AI CADUTI DI TUTTE LE GUERRE DI ALBISSOLA MARINA

Shirin Afra, Luca Bochicchio, Chiara Fornari, Chiara Gabbriellini, Monica Galeotti

16.30-17.00

IL CANTIERE DELLA SPERIMENTAZIONE: L’ESPERIENZA DEL MURO DEL VENTO DI DOMENICO MATTEUCCI

Serena Spadavecchia

17.00-17.30

CONSERVAZIONE PREVENTIVA ED INNOVAZIONE: LA TECNICA SOL-GEL PER LE OPERE DI SOSABRAVO E CARLE’ AD ALBISOLA SUPERIORE

Michele Cecchin, Claudia Bortolussi, Barbara Checcucci, Simona Poggi

17.30-18.00 Domande e Dibattito / Conclusioni

ACCESSO LIBERO @micfaenza

foto restauro