Question Time, chiarimenti su sospensione della ZTL e sosta gratuita per le festività

26
BOLOGNA – L’assessore Claudio Mazzanti ha risposto, in seduta di Question Time, alle domande d’attualità dei consiglieri Paola Francesca Scarano (Lega nord) e Andrea Colombo (Partito Democratico) su sospensione della ZTL e sosta gratuita per le festività.

La domanda della consigliera Scarano

“Sospendere la Zona a Traffico Limitato e rendere gratuita la sosta nelle strisce blu, è una decisione che – qualora venisse presa – potrebbe aiutare tutta la città a vivere più decentemente almeno quest’ultimo mese di un anno così ingeneroso. Sono a chiedere al Signor Sindaco ed alla Giunta di esprimere un parere politico amministrativo in senso generale e più in particolare vorrei conoscere se l’amministrazione ritiene davvero che aprire la ZTL voglia dire solo creare maggiore afflusso di persone e quindi maggiore rischio sanitario oppure possa indubbiamente rendere gli spostamenti più sicuri e celeri per acquisti e commissioni nel centro storico entro il breve tempo necessario senza creare assembramenti sugli autobus e permettendo all’economia delle centinaia di attività produttive della città di riprendere fiato”.

La domanda del consigliere Colombo

“In merito agli articoli di stampa relativi all’appello di una parlamentare (e consigliera comunale) a sospendere ZTL e strisce blu a Bologna in occasione delle feste per favorire i consumi e sostenere i commercianti; domanda al Sindaco e alla Giunta una valutazione politico-amministrativa della Giunta in merito alle proposte di sospensione delle ZTL e delle strisce blu durante il prossimo periodo delle festività natalizie; in particolare, se l’amministrazione ritiene che l’apertura al traffico veicolare della ZTL e la gratuità della sosta siano provvedimenti coerenti con il PUMS e il PGTU approvati e costituiscano o no misure realmente idonee ad aumentare gli acquisti nei negozi e dare un sostegno al commercio”.

La risposta dell’assessore Mazzanti

Gentile consigliera, gentile consigliere, con le nuove disposizioni del governo, pur permanendo condizioni sanitarie di allerta che necessitano comportamenti di massima prudenza, che non hanno ridotto il volume di mobilità all’interno della città di Bologna, nei prossimi giorni si dovrebbe assistere ad un alleggerimento delle misure restrittive. Anche alla luce di ciò, si ritiene che la sospensione del pagamento sulle strisce blu nei giorni precedenti alle festività natalizie confligga con l’esigenza di garantire un corretto equilibrio tra la domanda e offerta di sosta, date le particolari criticità del centro storico, ove la domanda di sosta è più elevata rispetto all’offerta complessiva, e la necessità di tutelare i residenti.
Per quanto attiene la sospensione della ZTL, anche in questo caso è opportuno ricordare che l’Amministrazione comunale ha come priorità l’obiettivo di ridurre i flussi di traffico con veicoli privati proprio nelle zone telecontrollate: l’adozione di tale provvedimento non farebbe altro che contribuire ad aumentare sia l’inquinamento atmosferico sia la congestione stradale. Quindi siamo ancora una volta all’interno dell’applicazione delle norme che ci siamo dati come Comune di Bologna, con i vari piani che sono stati elaborati negli anni, soprattutto con il piano generale del traffico urbano, con il PUMS e anche con la normativa regionale, che ricorderete dal primo di ottobre ha inserito delle nuove restrizioni e dal primo dell’anno entrerà a pieno regime la nuova normative per la circolazione dei mezzi diesel, della qualità dell’aria. Quindi siamo in linea con questo. Purtroppo molti con poca attenzione si sono riversati nei Tdays, nelle strade del centro storico per fare acquisiti. Positivo questo, meno positivo il fatto che molti di questi non hanno avuto l’accortezza e la sensibilità verso gli altri per viaggiare in modo protetto e per fortuna che ci sono stati anche interventi delle forze dell’ordine che hanno riportato a un livello di sopportabilità certi comportamenti incivili”.