“Puliamo il mondo” torna in campo per ripulire il Po di Primaro

0

Sabato 16 ottobre 2021 ore 8.30 Boccaleone di Argenta, ore 14 Fossanova S. Marco, ore 15.30 Ospital Monacale

FERRARA – Appuntamento di volontariato ambientale quello della manifestazione “Puliamo il Mondo” di Legambiente, in programma per la sua 29.a edizione sabato 16 ottobre 2021 a Ferrara con “Puliamo insieme il Po di Primaro” a cura del circolo ferrarese di Legambiente Il Raggio Verde. Tre i momenti di intervento e di azione a cui è possibile prendere parte: alle 8.30 nella frazione Boccaleone di Argenta, nella piazza davanti alla chiesa; alle 14 nel campo sportivo della frazione ferrarese di Fossanova San Marco; alle 15.30 in piazza Gustavo Bianchi nella frazione argentana di Ospital Monacale per proseguire nelle frazioni argentane di Traghetto e Santa Maria Codifiume.

“Anche quest’anno – sottolinea l’assessore all’Ambiente Alessandro Balboni l’amministrazione comunale di Ferrara aderisce all’iniziativa ‘Puliamo il Mondo’, un appuntamento ormai storico di Legambiente, che si pone l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sulle tematiche ambientali, coinvolgendoli in azioni dirette di raccolta rifiuti sul territorio. Le raccolte di rifiuti non sono attività fini a se stesse, seppur meritevoli, ma hanno il pregio e lo scopo di sviluppare una sensibilità ambientale collettiva. Ed è questa la sfida della contemporaneità”.
Per partecipare si possono compilare le schede di iscrizione a questi link:
– Argenta (Boccaleone e Ospital Monacale): https://forms.gle/qJDZU1TnKNtjmMM68
– Ferrara (Fossanova San Marco): https://forms.gle/8RCSonNj1mQQMkHk6

LA SCHEDA a cura del circolo Il Raggio Verde di Ferrara – La 29° edizione di “Puliamo il Mondo” in programma sabato 16 ottobre 2021 a Ferrara parte dalla collaborazione tra il locale circolo Il Raggio Verde, Centro Idea, Comune di Ferrara, Comune di Argenta e altre associazioni del territorio.

L’azione strutturata prevede come area d’intervento il paesaggio fluviale del Po di Primaro, un tempo tra i più antichi e importanti corsi d’acqua ferraresi, dove è possibile ammirare emergenze naturalistiche e storiche di straordinaria bellezza e interesse, e che costituisce il confine occidentale del Sito Unesco della Città di Ferrara e del suo Delta.

Nello specifico, l’attività si concentrerà in un’escursione (cd. plogging) lungo percorsi definiti e mappati, rafforzata dall’azione anti littering in acqua che vedrà protagonisti i ragazzi dell’associazione sportiva Delta Sup, i quali a bordo degli Stand Up Paddle, oltre a raccogliere i rifiuti che incontreranno nel percorso più prossimo alla città, documenteranno e segnaleranno l’esistenza di particolari criticità. L’azione di pulizia sarà effettuata anche in un breve tratto della via Ravenna, che costeggia il Po di Primaro, da parte di un gruppo di abitanti del Cohousing San Giorgio.

I volontari si dovranno iscrivere tramite form scegliendo, al momento della compilazione, quale delle seguenti zone esplorare e contribuire a preservare:
– discarica abusiva di Via Capinera, sotto il Primaro (appuntamento alle 8.30 nella piazza davanti alla chiesa di Boccaleone);
– tre zone di Fossanova San Marco (appuntamento alle 14 nel campo sportivo di Fossanova);
– Traghetto e Santa Maria Codifiume (appuntamento alle 15.30 in piazza Gustavo Bianchi a Ospital Monacale).

L’elezione del Po di Primaro, quale sede di PIM 2021, vuole essere il viatico di una maggiore conoscenza e consapevolezza ambientale sull’importanza di questi luoghi e della biodiversità che ospitano. La conoscenza delle nostre aree di maggior pregio naturalistico è, infatti, il primo passo per poter combattere efficacemente i cambiamenti climatici e gli effetti che purtroppo ne conseguiranno. Inoltre, sensibilizzeremo sulla presenza di tronchi lungo il fiume, che crea dei problemi di percorribilità, ma che allo stesso tempo entrano a far parte dell’ecosistema fluviale.

Una giornata davvero green, dove ognuno di noi, nel suo piccolo, può diventare il protagonista di un’azione mirata a una ritrovata bellezza del Paese e il custode di territori e paesaggi meravigliosi, troppo spesso sfregiati dall’incuria e dall’abbandono. La cura, il presidio e la manutenzione del territorio costituiscono il miglior antidoto al degrado e all’abbandono. È proprio per questo che il patrimonio fluviale e dei beni a esso connesso saranno al centro della nostra azione; il tutto, in vista di una vera e definitiva riqualificazione non solo dal punto di vista ambientale ma anche socio-economico, favorendo la governance dei processi di sviluppo locale, coinvolgendo non solo gli enti preposti a tale attività ma soprattutto gli attori e i soggetti che sono direttamente coinvolti in tale processo a partire dai comuni fino ai soggetti privati.

Per info e form di iscrizioni, visitare la pagina legambienteferrara.it/eventi/2021/10/1092.