Piacenza 2030, pubblicata la graduatoria dei progetti ammessi a finanziamento

12

Palazzo Mercanti_500PIACENZA – È online, consultabile sull’Albo pretorio comunale, la graduatoria dei progetti ammessi al finanziamento nell’ambito del bando “Piacenza 2030. Giovane città futura”, per il quale l’Amministrazione ha messo a disposizione un finanziamento complessivo di 31.500 euro, di cui 4000 riservati al progetto di video-documentazione e 7.500, con contributo regionale, alla sezione “sostenibilità ambientale”. La Commissione valutatrice, esaminate le numerose candidature pervenute (in totale 27) da associazioni e gruppi informali – questi ultimi composti interamente da giovani tra i 14 e i 35 anni (requisito valido almeno per i due terzi dei membri nel caso delle associazioni) – ha selezionato 12 proposte tra cui ripartire i fondi disponibili.

Per la sezione speciale sul tema della sostenibilità ambientale, i 7500 euro sono stati equamente distribuiti, per un importo di 2500 euro ciascuno, tra Ciclofficina Sociale Pignone con il progetto “CicloF – La ciclofficina declinata al femminile”, l’Aps Cosmonauti con l’edizione 2023 di “Coltivare tradizioni” e il gruppo Fashion Rebellion, con la campagna “Faster than the Planet”, volta a “far conoscere il lato oscuro della moda”.

L’incarico di realizzare la documentazione video, con il relativo contributo, è stato affidato al gruppo informale Bubble Kan con la sua proposta “YL – Young Lab”, mentre per quanto riguarda i restanti 20 mila euro è stato assegnato equamente un importo di 2500 euro ciascuno agli otto progetti che hanno ottenuto il punteggio più alto nella graduatoria generale: il gruppo informale Euterpe con “Note d’organo in città”, il gruppo No Studio con l’iniziativa “Passaggi”, l’associazione Diciottotrenta per l’edizione 2023 di “cARTElloni – l’arte si fa (per)strada”, il Consiglio dell’oratorio dei ragazzi con il progetto “L’uomo è aperto ma non vive all’aperto”, Phonisos Music Association per il concerto dedicato alla ricorrenza dei 105 anni della morte di Klimt, l’Aps Rathaus con “Fem Flame”, l’Ente di terzo settore Fuorivisioni con la settima edizione dell’omonimo Festival artistico e culturale, nonché il gruppo Chez Actors per la settima edizione di “Satiri di storie Festival”.

“Presenteremo nel dettaglio tutti i progetti che hanno ottenuto il finanziamento agli inizi del nuovo anno – anticipa l’assessore alle Politiche Giovanili Francesco Brianzi – ma fin d’ora vorrei ringraziare tutte le realtà che hanno partecipato, soprattutto quelle non premiate. Viene a confermarsi infatti la vitalità creativa, il dinamismo e l’attenzione al territorio, così come ai grandi temi del nostro tempo, del tessuto giovanile di Piacenza. In particolare, l’aspetto della sostenibilità ambientale e sociale evidenziato anche nel richiamo forte, sin dal titolo del bando, all’Agenda 2030, ha colto nel segno, con tante proposte capaci di conciliare estro, originalità e concretezza, declinando in tanti modi diversi l’urgenza di proteggere e salvaguardare il pianeta, a partire dal nostro piccolo: la nostra città. Attendiamo ora con trepidazione la realizzazione dei progetti”.