Natale a Poggio alla Lastra

21

BAGNO DI ROMAGNA (FC) – La comunità di Poggio alla Lastra in collaborazione con l’associazione Dos Dias APS che gestisce il Rifugio Trappisa di Sotto è lieta di presentare gli eventi “Il presepe di Poggio e altre storie di Natale” che si svolgeranno nella piazzetta dell’abitato di Poggio alla Lastra.

Dopo tre anni di assenza lo splendido presepe di Poggio tornerà a rendere magica questa piccola località nel comune di Bagno di Romagna. Gli abitanti del luogo hanno potuto usufruire dell’aiuto dei ragazzi dell’associazione per ripristinare il presepe che allestivano una volta.

Si tratta di statue di carta pesta altezza uomo vestite con abiti in stoffa, alcuni personaggi ripropongono lavori di una volta con strumenti originali come la vecchia macchina per tessere la lana o i gli attrezzi originali di legno che si usavano una volta per fare il formaggio.

Oltre al presepe sono previsti vari eventi collaterali nella domenica dell’11 e del 18 dicembre.

L’inaugurazione è prevista per domenica 11 dicembre con buffet a offera libera. Nello stesso giorno si esibirà il coro RejoiSing con i suoi canti natalizi e vi saranno mercatini con artigiani produttori locali. Castagne, vin brulé renderanno l’atmosfera unica.

Sabato 17 dicembre Emiliano Conficoni ci accompagnerà in un Trekking tra le Parrocchie dell’Alpe con visita ai presepi montani di Poggio e Casanova e alla chiesa di Pietrapazza.

Domenica 18, nella splendida cornice del presepe e dei mercatini ci sarà musica con Bardh Jakova.  Non mancherà anche questa volta un trekking  e vi sarà lo spettacolo teatrale “A Christmas Carlo” a cura di Altrove Teatro dal Vero.

Infine il 5 gennaio alcune pasquelle delle vallate di Bagno, Poggio alla Lastra e Santa Sofia si incontreranno, nella piazzetta di Poggio.

Il programma dettagliato con orari e maggiori info è disponibile nel sito dell’associazione https://www.trappisa.it/natale2022/.

Gli organizzatori ringraziano le attività che con un piccolo contributo ha fatto capire che tengono a questi luoghi, alle tradizioni.

Infine grazie al Patrocinio del Comune di Bagno di Romagna, del Comune di Santa Sofia e del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.