Musei civici di Modena, ultimo weekend prima della chiusura estiva

17

“Le pietre raccontano” il 24 luglio alle 19 e alle 21; il 25 dalle 20 alle 23 Davide Zanasi suona strumenti antichi; il 26 alle 19 e alle 21 storie “faraoniche”. I Musei, chiusi dal 27, riaprono il 15 agosto

MODENA – Quarta e ultima settimana di iniziative gratuite (dal 24 al 26 luglio dalle 19 alle 23) per chi visita nell’orario estivo serale i Musei civici di Palazzo dei Musei in largo S. Agostino a Modena: venerdì storie di “Mutinensi” in Lapidario, sabato musica e strumenti antichi, domenica racconti per bimbi e famiglie ispirati a “Storie d’Egitto”.

Per partecipare in sicurezza è necessario prenotarsi al telefono (tel. 059 2033125; orario 9.30 – 12.30) o via e-mail (all’indirizzo palazzo.musei@comune.modena.it).

Da lunedì 27 luglio le sale museali e la Gipsoteca Graziosi chiuderanno per lavori di manutenzione e riordino delle raccolte. Il pubblico potrà di nuovo visitarle da sabato 15 agosto con un nuovo orario che prevede l’apertura solo nel fine settimana: venerdì 19 – 23; sabato, domenica e festivi 10 – 19 (un orario appositamente pensato per evitare che i lavori in corso in diverse sale e all’ex Ospedale Estense possano interferire disturbando con la visita al Museo).

Per la visita dei Musei e della Gipsoteca possono entrare 10 visitatori (da Ferragosto 15) ogni 30 minuti con mascherina e disinfezione delle mani all’entrata. Le persone che arrivanoro senza prenotazione potranno accedere nei diversi turni di visita solo se gli ingressi nella mezz’ora sono inferiori a 10 (15 alla riapertura dopo Ferragosto).

Venerdì 24 luglio in due turni, alle 19 e alle 21 nel Lapidario Romano a piano terra si svolge “Le pietre raccontano”: Laura Parisini di Mediagroup98 racconta le storie di quattro celebri “mutinensi”, prendendo spunto, per ciascun racconto, da un oggetto evocativo del personaggio in questione, collocato ai piedi del monumento.

Sabato 25 luglio dalle 20 alle 23 concerto di Davide Zanasi “Di passi diversi et affetti”, nell’ambito della piccola rassegna “Toccata e fuga”, che illustra in musica la raccolta di antichi strumenti del Museo e va alla scoperta delle pagine più interessanti del repertorio tastieristico occidentale fra i secoli XVI e XVIII. Il protagonista principale sarà l’organo positivo di scuola emiliana (XIX) conservato al museo, ma sarà possibile ascoltare anche la spinetta cinquecentesca, fiore all’occhiello della collezione. Davide Zanasi è organista, clavicembalista e direttore di coro. Appassionato da sempre di arte organaria, si adopera per la tutela, la valorizzazione e il restauro degli strumenti del territorio.

Domenica 26 luglio, infine, alle 19 e alle 21 appuntamento per bambini e famiglie collegato all’esposizione Storie d’Egitto. Francesca Crotti di Mediagroup98 dedica ai bambini letture collegate ad alcuni dei reperti esposti, dalle bende del faraone ai bronzetti di Iside e Osiride. In regalo un kit per realizzare un esclusivo braccialetto con uno degli oggetti più rappresentativi del mondo egizio, lo scarabeo. Istruzioni nel tutorial scaricabile dal canale YouTube dei Musei civici di Modena.

In tutte le tre serate è aperta la Gipsoteca “Graziosi”, dove la visita agli spazi rinnovati prevede anche una proiezione di fotografie scattate dall’artista per creare le sue opere.

Informazioni online (www.museicivici.modena.it).