Michela Murgia e Chiara Valerio aprono oggi “A cura delle donne”

117

In streaming sul sito facebook Città di Parma: https://www.facebook.com/officialparma

PARMA – Per tre giorni Parma sarà la capitale della cultura delle Donne.  Venerdì 20 novembre alle 18.30 prenderà il via la rassegna dell’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Parma “A cura delle donne”. Un triplice appuntamento che vede come main sponsors Conad e Proges Coop. Servizi alla persona. Ogni accesso al profilo istituzionale facebook del Comune di Parma  https://www.facebook.com/officialparma donato un euro al Centro Antiviolenza di Parma, poiché l’iniziativa vuole preparare una riflessione di città in vista della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne 2020.

Venerdì 20 Novembre alle 18.30 le prime ospiti in streaming saranno Michela Murgia e Chiara Valerio che affronteranno in un confronto retorico il tema: “sedotte o seduttrici?”.

Quanto pesa il marchio della seduzione sulle donne di oggi? Se l’è cercata? Fino dove arriva il diritto delle donne verso l’amore?

In dialogo due scrittrici, ma anche due intellettuali tra le più capaci ad interpretare il presente

Alle 21 il tema della seduzione sarà ripreso nello spettacolo teatrale di e con Michela Murgia “Don Giovanni e l’incubo elegante”.

Dopo aver interpretato Grazia Deledda nello spettacolo “Quasi grazia”  dato voce in scena al suo pensiero sulla questione femminile delle quote rosa in “Dove sono le donne?”, Michela Murgia, scrittrice tra le più impegnate nelle battaglie civili, ci farà entrare in una sua passione personale: il melodramma. Da melomane esperta, la scrittrice sarda ha riscritto il “Don Giovanni. L’incubo elegante” di Mozart, seguendo il libretto di Da Ponte e contornandosi, insieme oltre che del libertino e bugiardo protagonista, anche del suo incauto assistente Leporello e del serio Don Ottavio. Tre stereotipi maschili che si incarnano insieme ad altrettanti stereotipi femminili: la rigorosa Donna Anna, Elvira convinta di poter redimere il traditore e la frivola ed infantile Zerlina.

Tra maschere e storie nate per smascherare Michela Murgia si condurrà, grazie allo streaming in diretta del suo monologo, attraverso l’esperienza del rapporto di coppia, i temi dell’amore, del sesso e del rancore. Una riflessione sulle infinite sfaccettature della psicologia maschile e dell’universo femminile, in un dissidio irrisolto che può sfociare, oggi, come nella notte dei tempi in esiti di tragedia.

Info: https://bit.ly/2UQXMWN