Luci della città dal 12 al 19 settembre in piazza Liber Paradisus a Bologna

4

BOLOGNA – Dal 12 al 19 settembre 2021 piazza Liber Paradisus a Bologna, incastonata tra le architetture di acciaio e trasparenze del nuovo palazzo comunale, diventa, per il secondo anno, il luogo ideale per accogliere la rassegna Luci della città. Quattro giorni di appuntamenti in un’ampia composizione di linguaggi, come la musica, il teatro, le letture e le attività creative e didattiche pensate per i più piccoli e le più piccole. Un palco, una platea per cittadini e cittadine, che prende ispirazione dall’ambiente circostante, tra vetri e plexiglass degli edifici contemporanei e dello Spazio Enel, le luci si infiltreranno e rifletteranno in un ambiente metropolitano e futuristico facendo della trasparenza l’elemento caratterizzante.

La rassegna, con la direzione artistica di Elena Di Gioia e la produzione esecutiva, organizzativa di Cronopios, è promossa da Comune di Bologna in collaborazione con Enel Energia ed è inserita nell’ambito di Bologna Estate 2021, cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Destinazione Turistica.

Così la rassegna nelle parole di Elena Di Gioia: “Quale è la direzione della corrente? Da un polo all’altro, come un dialogo. Correndo lungo il filo di una tensione ideale di dialogo e ponte, la rassegna intreccia linguaggi e proposte. Un arco in cui è particolarmente significativa la presenza della poesia negli spettacoli, dalle parole del poeta Roberto Roversi nelle canzoni di Lucio Dalla intonate da Roberta Giallo, al poema in versi del Premio Nobel Peter Handke e al racconto del regista Werner Herzog nella doppia voce di Nicola Borghesi e Lodo Guenzi, all’intreccio tra visioni e generazioni della scena con Iaia Forte e Marta Dalla Via nella conduzione di Lorenzo Donati fino al racconto originale, tra arte e vita, di Luca Scarlini. Una dedica di artisti alla poesia, al teatro, alla musica, all’arte per riaccendere i riflettori sulla cultura”.

 Le luci si accendono domenica 12 settembre (ore 21.00) con la voce raffinata di Roberta Giallo, cantautrice, scrittrice e performer teatrale, in scena con Canzoni da Museo, da Roberto Roversi a Lucio Dalla, dalla poesia alle canzoni. Un concerto dedicato a Lucio Dalla, al rapporto con il poeta Roberto Roversi per i testi e all’intreccio tra la poesia e le canzoni; uno spettacolo musicale in cui Roberta Giallo si esibisce al pianoforte ed alla voce accompagnata dal contrabbasso e suggestioni elettroniche di Enrico Dolcetto.

Secondo appuntamento, venerdì 17 settembre (ore 21.00), con due interpreti della scena teatrale e musicale, Nicola Borghesi (fondatore della compagnia Kepler-452, attore, regista, autore) e Lodo Guenzi (cantante della band Lo Stato Sociale e attore con Kepler -452). Insieme sul palco per la lettura scenica di due significativi testi della poesia e della letteratura. Testo della prima lettura è Canto alla durata del premio Nobel Peter Handke, che, prendendo spunto da Goethe, propone in questo poemetto una sua personale ricerca sul concetto e la sensazione di durata. Il secondo testo portato in scena è Sentieri nel ghiaccio del regista tedesco Werner Herzog. Racconto emblematico che ha la capacità di rappresentare in modo nuovo quell’Europa che attraversiamo in treno, in auto o sorvoliamo in aereo, quell’Europa di cui cogliamo di solito solo i paesaggi urbani, le fabbriche, le autostrade, i quartieri industriali.

Si prosegue sabato 18 settembre (ore 21.00) con Match – Iaia Forte vs Marta Dalla Via, confronto – spettacolo tra attrici, generazioni e poetiche. Un sorprendente match teatrale tra due attrici sfidanti: Iaia Forte, nota attrice di cinema e teatro d’autore e Marta Dalla Via, una delle attrici e performer più significative della nuova scena italiana, impegnate in una sfida a suon di confronti e performance, con la conduzione del critico teatrale e studioso Lorenzo Donati. Il lavoro si ispira a una delle trasmissioni RAI simbolo degli anni ’70: Match di Alberto Arbasino. Lo storico programma televisivo che Arbasino – maestro di intelligenza, di stile e di passione letteraria- conduceva, prevedeva un confronto, spesso nella forma di “scontro” dialettico, tra artisti o esponenti della cultura con percorsi e concezioni molto diverse sull’arte e la società.

Domenica 19 settembre (ore 21.00), il protagonista dell’ultimo appuntamento, è l’estro del camaleontico Luca Scarlini (scrittore, drammaturgo per teatri e musica, narratore, performance artist) che presenta Di luce e d’ombra, una narrazione realizzata appositamente per Luci della città. Un originale racconto, che attinge da storia dell’arte, filosofia, urbanistica e immaginario, dedicato al rapporto tra storia della luce e storia dell’ombra, tra aneddoti, ricostruzioni sul magico rapporto che lega da sempre l’umanità – e l’arte – all’ombra e alla luce.

Novità di questa seconda edizione, negli stessi giorni di spettacolo (ore 17), in programma anche un innovativo e divertente ciclo di 4 laboratori rivolti a bambine e bambini (dai 6 anni in su) per invitarli al riuso creativo di materiali di scarto aziendale. I laboratori hanno lo scopo di contribuire alla sensibilizzazione di alcuni importanti e quanto mai urgenti obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Ogni laboratorio propone un aspetto specifico e differente: dalle architetture alla costruzione di animali fino agli oggetti cattura – luce. Gli oggetti realizzati saranno consegnati ai bambini e alle bambine come ricordo e sarà allestita un’opera collettiva realizzata durante i laboratori da donare al punto Enel di Piazza Liber Paradisus. I laboratori sono realizzati in collaborazione con Re Mida Bologna Terre d’Acqua Centro di Riuso Creativo dei Materiali di Scarto Aziendale.

A partire dal 6 agosto 2021 è consentito l’accesso ai luoghi di spettacolo esclusivamente a chi è munito di certificazione verde COVID-19 (Green Pass), in ottemperanza al D.L. n. 105 del 23 luglio 2021. La certificazione dovrà attestare di aver fatto almeno una dose di vaccino oppure essere risultati negativi a un tampone molecolare o rapido nelle 48 ore precedenti oppure di essere guariti da COVID-19 da non più di sei mesi. All’ingresso dei luoghi di spettacolo il personale di servizio è tenuto a verificare la validità del certificato. Potrà inoltre essere richiesto il documento di identità a verifica della corrispondenza tra identità dello spettatore e dati contenuti nella certificazione. Per maggiori informazioni sulla certificazione verde consultare il sito www.dgc.gov.it/web.

INGRESSO LIBERO – POSTI LIMITATI

Per info e prenotazioni www.lucidellacitta.com

LABORATORI SUL RIUSO CREATIVO GRATUITI

prenotazione via mail a info@lucidellacitta.com o al numero 348 40218062

LUCI DELLA CITTÀ

Spazio alla cultura con Enel Energia

Piazza Liber Paradisus – Bologna

Concerti, spettacoli, letture con grandi interpreti in scena

e laboratori didattici sul riuso creativo

12 – 17 – 18 – 19 settembre 2021 (ore 17 e ore 21)