Guerzoni, “Riformismo e dialogo tra culture”

22

Cordoglio del sindaco di Modena Muzzarelli per la scomparsa dell’ex parlamentare e sottosegretario all’Università. Poggi: “I valori del cristianesimo sociale”

luttoMODENA – “Autentico riformista, il suo impegno civile e politico è sempre stato caratterizzato dal dialogo e dalla contaminazione tra culture e tradizioni, con attenzione ai diritti di libertà e al tema dell’uguaglianza, con un legame molto forte con Ermanno Gorrieri”. Il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli ricorda così il politico e docente universitario Luciano Guerzoni, scomparso all’età di 82 anni, in un messaggio di cordoglio ai familiari e alla Fondazione Gorrieri che ha presieduto fin dalla costituzione.

Cordoglio anche da parte del presidente del Consiglio comunale Fabio Poggi sottolineando, in particolare, “l’adesione ai valori del cristianesimo sociale e l’alto profilo culturale che ha sempre mantenuto nel suo percorso di impegno politico”.

Professore di Diritto ecclesiastico all’Università di Modena, Guerzoni è stato parlamentare negli anni Ottanta, eletto come Indipendente di sinistra nelle liste del Pci, poi di nuovo nel 1994, con il Pds, dopo aver fondato nel 1993 i Cristiano sociali insieme a Gorrieri e Pierre Carniti. Convinto sostenitore dell’Ulivo, è stato sottosegretario all’Università e alla Ricerca scientifica e tecnologica tra il 1996 e il 2001 nei governi di Prodi, D’Alema e Amato.

Studioso dell’ordinamento dello Stato nel campo della disciplina del fenomeno religioso, è autore di numerose pubblicazioni sui temi della libertà religiosa e della laicità delle istituzioni.