GEETIT al PalaRavizza per la sfida contro Garlasco

6
BOLOGNA – Dopo la vittoria interna, è tempo di accendere i motori per la trasferta lombarda di Lunedì 1 Novembre.
La GEETIT Pallavolo Bologna sarà ospite, lunedì 1 novembre alle ore 16.00, di un’altra neopromossa del campionato, il Volley 2001 Garlasco, forte di una vittoria in terra Piemontese per 3-0 ai danni della Parella Volley Torino.
La squadra di casa, nonostante il recente esordio in serie A, è una formazione che tanto può sorprendere in questa stagione,come dimostrato dalla recente prestazione al PalaGrotta.
Le loro spiccate abilità al servizio e nella fase di attacco obbligano i felsinei a concentrare molte forze nei fondamentali di seconda linea. Il sistema muro-difesa di Bologna, punto forte nei set vinti della squadra, dovrà essere riproposto senza perdere la concentrazione anche quando l’opposto Magalini supererà le mani del muro di Capitan Marcoionni e compagni.
Bologna si trova alle porte di un’altra sfida tra neopromosse pronte a darsi battaglia, conscia dei propri punti forti e di dover affrontare una squadra ostica che non lascia grandi margini di errore.
Pietro Soglia: “La prima vittoria interna ci ha sicuramente dato fiducia, soprattutto per il modo in cui è arrivata, ciò dimostra che nella pallavolo può succedere di tutto: anche sotto di 8 punti si può rimontare e vincere la partita. 
Ora ci aspetta una trasferta molto complicata contro Garlasco, sarà una gara molto impegnativa per molti aspetti; noi dovremo partire determinati, carichi al massimo e pensare punto dopo punto cercando di rimanere sempre lucidi e commettere pochi errori. 
In queste prime partite abbiamo avuto alti e bassi sia dal punto di vista del gioco che della concentrazione. 
Fisicamente stiamo affrontando molto bene il campionato e questo si vede dal fatto che abbiamo disputato due tie break e vinti entrambi, quindi le energie non ci mancano. 
Dobbiamo invece lavorare di più sull’aspetto mentale, partire fin dal primo punto determinati e superare i momenti di difficoltà di squadra, la quale deve diventare il nostro punto di forza.”