Festival di Danza Contemporanea – Interno Verde Danza 2022: 17 e 18 settembre performance in site specific nei giardini più suggestivi di Ferrara

30
MicroDanze reenactment – Stroma – ph. Claudio Montanari

Il 16 l’Open Day scuole di danza

FERRARA – Riscoprire i palazzi più belli di Ferrara e i suoi scrigni verdi attraverso la danza contemporanea. Riappropriarsi del patrimonio cittadino e dei suoi luoghi simbolo, scoprendoli da una nuova e inusuale prospettiva. Palazzo Schifanoia e il suo inebriante giardino, i chiostri di San Paolo avvolti nel silenzio, il Giardino ‘segreto’ delle Sibille di Casa Romei e il sontuoso loggiato della Palazzina Marfisa d’Este diventano per un fine settimana – sabato 17 e domenica 18 settembre – le particolari scenografie delle cinque performance di Interno Verde Danza 2022.

La manifestazione, giunta alla seconda edizione e inserita nel Festival di Danza Contemporanea 2022, è organizzata dal Teatro Comunale di Ferrara con il sostegno del Ministero della Cultura, della Regione Emilia Romagna e del Comune di Ferrara, in collaborazione con Interno Verde. Per la prima volta è preceduta dall’Open Day, venerdì 16 settembre alle 20 nel loggiato del cortile interno del Castello estense, con le esibizioni di nove scuole di danza attive sul territorio.

Interno Verde Danza 2022 propone performance site-specific di danza contemporanea nei giardini più suggestivi e storici di Ferrara, replicate più volte al giorno, ideate e realizzate da cinque tra le migliori compagnie italiane: MM Contemporary Dance Company in prima assoluta nel Giardino delle Sibille a Casa Romei con Short Stories di Michele Merola, Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto a Palazzo Schifanoia con MicroDanze / Urban Settings, CollettivO CineticO a Palazzina Marfisa d’Este con O+< Scritture viziose sull’inarrestabilità del tempo, al Chiostro di San Paolo Nicola Galli presenta Il mondo altrove e C.G.J. Collettivo Giulio e Jari con Evento.

Danza, storia, arte e architettura si collegano tra loro con Interno Verde Danza. La stessa città di Ferrara, sin dal XV secolo, ha un legame particolare con la danza grazie alla figura pionieristica di Domenichino da Piacenza, primo teorizzatore dell’arte coreutica che, con la sua attività alla corte degli Este, riuscì a far riconoscere alla danza la stessa dignità della musica e della pittura.

L’ingresso all’Open Day del 16 settembre è gratuito, mentre il biglietto per Interno Verde Danza il 17 e il 18 settembre è di 8 euro a spettacolo, ridotto 6 euro se si presenta il biglietto di Interno Verde. È possibile acquistare un carnet di 5 biglietti (per assistere a tutti gli spettacoli) a 20 euro. Informazioni e vendite in biglietteria del Teatro Comunale di Ferrara (corso Martiri della Libertà, 21) e online sul sito www.teatrocomunaleferrara.it e www.vivacket.com (fino all’orario di inizio della performance). La biglietteria non sarà presente in sede di spettacolo.

Il Festival di Danza Contemporanea 2022 del Teatro Comunale prosegue in ottobre all’interno del Teatro Abbado.

Gli eventi nello specifico

Venerdì 16 settembre ore 20

Loggiato del cortile del Castello Estense

Open Day Scuole di Danza

Le Scuole di Danza del territorio presentano le proprie coreografie

Hanno aderito all’iniziativa: la Scuola di Danza di Luisa Tagliani,  il Cigno Danza M2 di Melania Durca, Dance Nation di Fabrizio Lolli, Scuola di Danza Classica Arabesque di Elena Souchilina, Gruppo Teatro Danza di Anna Lolli, Jazz Studio Dance – Uisp Ferrara – direzione artistica di Silvia Bottoni, ASD Vigarano Danza di Anna Rita Smai, Hip Hop Room di Sabrina Lopez e Zenit E-Motion a Bondeno di Marika Ferrarini.

Interno Verde Danza 2022

PRIMA ASSOLUTA

Sabato 17 e domenica 18 settembre ore 11, 17.30 e 18.30

Casa Romei

Short Stories

MM Contemporary Dance Company

Ferrara ospita la prima assoluta di Short Stories di Michele Merola (una coproduzione del Teatro Comunale di Ferrara). La coreografia, nelle sue varie sezioni, dialoga con il suggestivo Giardino delle Sibille di Casa Romei. Interpreti saranno sei danzatori della MM Contemporary Dance Company, compagnia di danza contemporanea attiva dal 1999 e diretta dallo stesso Merola. Short Stories nasce per adattarsi a luoghi non convenzionali come un cortile, un prato, un giardino naturale, una radura. La coreografia, nelle sue varie sezioni, dialoga con il giardino ‘segreto’ di Casa Romei e con gli affreschi e la storia dell’edificio costruito dal mercante Giovanni Romei alla metà del XV secolo, tanto da creare un rapporto sinergico tra corpi, spazi e pubblico presente. Il luogo si trasformerà poeticamente in un teatro a cielo aperto, pur mantenendo la sua peculiarità e la sua anima. Il lavoro coinvolge i corpi danzanti in un disegno continuo, costruito su ripetizioni e differenze, momenti di assoli, duetti e partiture corali, musicalmente sostenute da loop e lunghissimi rallenty generati dal sound della musica dal vivo, composta ed eseguita da Federica Furlani. I danzatori faranno perdere il senso del confine che separa pubblico e spazio scenico.

Prima della performance, Andrea Sardo, direttore del Museo di Casa Romei, illustrerà la Sala delle Sibille in collegamento con il giardino, per dar modo a chi vi assiste di cogliere e godere delle connessioni artistiche tra l’evento danzato e lo spazio che lo ospita.

Sabato 17 e domenica 18 settembre ore 11.30, 16 e 19

Palazzo Schifanoia

MicroDanze / Urban Setting

Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto

Nei suggestivi spazi interni ed esterni di Palazzo Schifanoia – residenza di “delizia” dei duchi estensi e luogo simbolo di Ferrara – la Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto propone MicroDanze / Urban Setting, progetto di performance “danzate” ideato da Gigi Cristoforetti che sfugge alla dinamica del palcoscenico, alla distanza che separa lo spettatore dall’interprete, creando un continuum tra chi guarda e chi è guardato sollecitando un’esperienza emotiva ed estetica. Il Nuovo Museo Schifanoia e parte del suo giardino dialogheranno con il lavoro di coreografi – nazionali e internazionali – che hanno concepito otto pezzi brevi di sei-otto minuti da danzare in spazi ristretti, ai quali è possibile assistere come se si stesse visitando – appunto – un museo. Filo conduttore è la ricerca sulla danza come forma dell’abitare, in relazione con le pratiche artistiche contemporanee che si radicano in un territorio. Le MicroDanze rappresentate a Interno Verde Danza sono inserite in un suggestivo percorso curato da Lara Guidetti e sono: Active Motivation di Elena Kekkou, Pensieri di Carta di Hélias Tur-Dorvault, Eppur si muove di Francesca Lattuada, Turn the Tide di Roberto Tedesco, Knight Rider di Yannis Nikolaidis, Strôma di Giovanni Insaudo, Forget me not di Konstantinos Rigos, Fantasmagoria di Markella Manoliadi. Nell’ottica di trasmissione e valorizzazione del lavoro, il progetto coinvolge giovani talentuosi danzatori selezionati da Aterballetto.

Sabato 17 e domenica 18 settembre  ore 11, 17.30 e 19

Chiostro piccolo di San Paolo

Evento

C.G.J. Collettivo Giulio e Jari  

Sabato 17 e domenica 18 settembre ore 11.30, 18 e 19.30

Chiostro grande di San Paolo

Il mondo altrove

Nicola Galli

Al chiostro di San Paolo due saranno gli appuntamenti. Si inizia nel chiostro piccolo con C.G.J. Collettivo Giulio e Jari, che propongono Evento, di e con Giulio Petrucci e Jari Boldrini, con musica di Simone Grande. Per Giulio Petrucci e Jari Boldrini “le relazioni umane sono esperienze condivise intessute di ricordi”. La relazione tra i performer, la loro intesa, esprime il coraggio di vivere pienamente e apertamente l’unicità di un legame irripetibile, per condividerlo. Evento nasce dunque dal desiderio di trasmettere un’esperienza del corpo senza alcun filtro. Il motore è il fulmineo scambio di informazioni tra i due danzatori: i tempi ritmici rispondono a un impulso visivo e la geometria dello spazio muta ripetutamente.

A seguire, nel chiostro grande di San Paolo, Nicola Galli presenta Il mondo altrove, creazione coreografica in forma di rituale danzato, che celebra secondo una logica scenica il moto di un mondo inesplorato. Quattro figure sciamaniche, finemente adornate, conducono una cerimonia magica e senza tempo, un dialogo gestuale che diviene espressione di sostegno vicendevole, dono perpetuo, comunione universale e celeste. Nel tracciare un percorso ideale tra Occidente e Oriente, il lavoro di Galli è liberamente ispirato ai rituali indigeni dell’America del Sud, ai simboli e alle tradizioni del teatro Nō giapponese, e all’ossessiva, per certi versi mistica ed eccentrica ricerca musicale del compositore Giacinto Scelsi intorno all’idea sferica del suono.

Sabato 17 e domenica 18 settembre ore 11, 17.30 e 19

Palazzina Marfisa d’Este

O+< Scritture viziose sull’inarrestabilità del tempo

CollettivO CineticO

Il giardino di Palazzina Marfisa d’Este, con la decorata Loggia degli Aranci, è lo spazio e il luogo con cui si confronta CollettivO CineticO con O+< Scritture viziose sull’inarrestabilità del tempo, creazione di Francesca Pennini, con Teodora Grano (danza), Angelo Pedroni (dj live) e Andrea Amaducci (grafica live). In O+< la danza è costruita e decostruita secondo una continua precarietà. Una sorta di tappeto bianco rettangolare occupa lo spazio. Sul grande foglio il corpo di nero vestito della performer danza, mentre il writer osserva, strizza gli occhi, immortala frame che velocemente trasforma in disegni sull’enorme tela. È come se il movimento venisse bloccato, ritratto, schizzato sul foglio che si riempie di segni in base alla presenza della danzatrice. Lei entra in dialogo con lo spazio bianco monodimensionale: il tratto si fa corpo, mentre il corpo si fa tratto nell’azione pittorica di Amaducci.

Fondato nel 2007 dalla coreografa Francesca Pennini, CollettivO CineticO coinvolge oltre 70 artisti provenienti da discipline diverse e indaga la natura dell’evento performativo con formati al contempo ludici e rigorosi in una fusione tra danza, teatro e arti visive.

DATE, ORARI E INGRESSI

L’Open Day del 16 settembre nel cortile interno del Castello Estense è a ingresso gratuito. Inizio spettacolo ore 20.

Le performance di INTERNO VERDE DANZA saranno replicate più volte al giorno. Tutti gli spettacoli sono sabato 17 e domenica 18 settembre. Gli orari variano in base alle sedi.

MicroDanze / Urban Setting Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto ore 11.30, 16 e 19 – Palazzo Schifanoia, Via Scandiana, 23

Short Stories MM Contemporary Dance Company, coreografia Michele Merola ore 11, 17.30 e 18.30 – Casa Romei,  Via Savonarola, 30

Evento C.G.J. Collettivo Giulio e Jari ore 11, 17.30 e 19 e Il mondo altrove Nicola Galli – ore 11.30, 18 e 19.30 – Chiostri di San Paolo – via Boccaleone, 30

O+< Scritture viziose sull’inarrestabilità del tempo CollettivO CineticO – ore 11, 17.30 e 19Palazzina Marfisa d’Este – Corso Giovecca, 176

BIGLIETTI

Intero 8 euro

Ridotto 6 euro (presentando il biglietto di Interno Verde)

Carnet di 5 biglietti (tutti gli spettacoli) 20 euro

VENDITA BIGLIETTI

In biglietteria del Teatro, in Corso Martiri della Libertà 21, nei seguenti giorni e orari:

Martedì e mercoledì 16-19

Giovedì, venerdì e sabato: ore 10-12.30 e 16-19

Lunedì, domenica e festivi: chiuso

Nei giorni di programmazione serale: apertura sino ad inizio spettacolo.

In caso di programmazione nei giorni di chiusura o in giorni festivi apertura da un’ora prima della rappresentazione.

tel: 0532 202675

biglietteria@teatrocomunaleferrara.it

Online sul sito www.teatrocomunaleferrara.it e www.vivacket.com (fino all’orario di inizio della performance). La biglietteria non sarà presente in sede di spettacolo.