Festa della musica di Modena: il finale sui linguaggi musicali

7

Domenica 20 giugno la lezione-concerto del pianista Rigato, mentre lunedì 21 va in scena alla Tenda “Soundtracks”, incentrato sulle sonorità di cortometraggi d’avanguardia

MODENA – Oltre ai numerosi appuntamenti di sabato 19 giugno, la Festa della musica, coordinata dal Centro musica del Comune di Modena, prosegue con due iniziative anche nella giornate di domenica 20 e lunedì 21 giugno.

Domenica 20 alle ore 21.30, al Teatro Tempio di viale Caduti in guerra, è in programma infatti il concerto di Nicola Elias Rigato “Elusions”. Pianista classico, compositore e ricercatore, Rigato, che si esibisce dal 2012 in Italia ed Europa in formazione da camera e come solista pianista-compositore, proporrà una lezione-concerto interattiva sullo sviluppo del linguaggio musicale occidentale dalle origini a oggi. Il concerto, che sarà accompagnato da opere pittoriche di Pedrazzi, Marchioro, Robia Ravà, Benat Krolem, è a cura dell’associazione Tempio (prenotazioni telefoniche al numero 349-1931877).

Lunedì 21 alle 22 la manifestazione “diffusa” si concluderà all’insegna della commistione fra musica e immagini con una nuova edizione di “Soundtracks – Musica da film” a cura di Centro musica e dell’associazione Muse, con la direzione artistica di Corrado Nuccini dei Giardini di Mirò. L’appuntamento di quest’anno è alla Tenda di viale Monte Kosica, con la proiezione e la sonorizzazione dal vivo di cortometraggi dell’avanguardia del secolo scorso, con gli artisti del Collettivo Soundtracks 2021 (Agnese Amico, Michele Bonifati, Francesco Brianzi, Simone Di Benedetto, Marco Fiorini, Giacomo Ganzerli, Mattia Loris Siboni, Giulio Stermieri) e special guest Xabier Iriondo (Afterhours). Il tema delle pellicole scelte è “City visions” e, in particolare, in questo momento in cui il quotidiano si è mutato e le città si stanno trasformando, si farà il punto su quattro grandi ritratti di città europee del scorso secolo viste attraverso gli occhi di altrettanti registi: Walter Ruttmann (“Berlino, Sinfonia di una grande città” – 1927), Jean Vigo (“À propos de Nice” – 1930), André Sauvage (“Études sur Paris” – 1928) e Dziga Vertov (“L’uomo con la macchina da presa” – 1929).

L’ingresso a tutti gli eventi della rassegna è gratuito, ma potrà avvenire solo su prenotazione (fatto salvo per gli eventi dove è diversamente specificato). È possibile prenotare il proprio posto online, tramite la piattaforma Eventbrite, al link festamusicamodena.eventbrite.com.

Il programma completo delle iniziative sarà disponibile sulla pagina Facebook del Centro musica Modena (www.facebook.com/centromusicamo) e sul sito web www.musicplus.it.