Estate Bambini: per l’edizione 2021 in programma un ‘viaggio tra chiostri, piazze e cortili’

14

La tradizionale manifestazione per bambini e famiglie candidata all’assegnazione di contributi regionali. Ass. Kusiak “per la prima volta sarà dislocata tra centro cittadino e frazioni”

FERRARA – L’edizione 2021 di Estate Bambini, con una veste tutta nuova ancora in fase di progettazione, è stata candidata dall’Amministrazione comunale all’assegnazione di un cofinanziamento regionale.

Dopo la sospensione causa Covid del 2020, la nuova edizione della manifestazione cittadina per bambini e famiglie, nata nel 1994, parteciperà infatti all’avviso pubblico regionale, approvato l’1 marzo scorso, per l’attribuzione di contributi destinati alle attività di promozione culturale in calendario nel 2021. Avviso che ha tra gli obiettivi principali quelli di favorire il recupero e la valorizzazione della cultura popolare e della storia delle tradizioni locali emiliano romagnole nonché di sostenere la promozione delle espressioni dell’arte contemporanea, la creatività giovanile e la valorizzazione dei nuovi talenti ed in generale l’avvicinamento delle giovani generazioni ai diversi linguaggi e mezzi espressivi.

“L’edizione 2021 di Estate Bambini – preannuncia l’assessore comunale alle Politiche familiari Dorota Kusiakproporrà alle famiglie con bambini e a tutti gli interessati, un viaggio tra piazze, chiostri e cortili, non solo nel centro storico di Ferrara, ma anche nelle diverse frazioni cittadine. Estate Bambini – continua l’assessore – è una iniziativa importante per la città e i suoi abitanti, una manifestazione storica e consolidata nel calendario di eventi ferraresi, che ha registrato, nelle sue ultime edizioni, oltre 8mila presenze. Ora pensiamo sia giunto il momento che inizi a viaggiare nel territorio insieme ai bambini e alle famiglie. Per la prima volta, infatti, la manifestazione sarà dislocata in diversi punti della città ed avrà anche una componente itinerante”. Parte delle iniziative ludiche e culturali troverà, infatti, spazio nei chiostri, nelle piazze e nei cortili del centro storico, offrendo l’occasione per valorizzare alcuni dei luoghi più significativi del patrimonio monumentale cittadino. Mentre un’altra parte si svolgerà nelle piazze delle frazioni “per valorizzare – sottolinea ancora l’assessore Kusiak – realtà che rappresentano un patrimonio di storia, cultura e tradizioni del vasto territorio comunale di Ferrara e per tornare a vivere un senso di appartenenza alla propria comunità. Vogliamo, infatti, che Estate Bambini torni a regalare momenti di gioia e di festa a tutti i bambini e le famiglie non solo richiamandoli nel centro storico, ma raggiungendoli nelle frazioni ferraresi che devono esser valorizzare per la loro bellezza e ricchezza storico culturale”.

Tra le novità in programma, anche una piccola biblioteca ambulante (su ‘ape car’) che viaggerà attraverso parchi, giardini, scuole e piazze del territorio comunale, per proporre racconti, laboratori di lettura e animazioni.

Il progetto, delineato dall’Istituzione comunale dei Servizi educativi, scolastici e per le famiglie è stato candidato al bando regionale per un cofinanziamento di 39mila euro (su un costo complessivamente previsto di quasi 100mila euro) e punta non solo a riprendere attività consolidate nel corso delle edizioni passate, ma anche ad introdurre nuove iniziative per piccoli e grandi. Fra le idee in campo: giochi, iniziative musicali e teatrali, letture, visite guidate e laboratori a tema, da realizzare in una serie di giornate durante alcuni fine settimana di settembre e ottobre. Il tutto con modalità che favoriscano  l’organizzazione delle singole iniziative nel rispetto delle prescrizioni anti Covid e con accessi su prenotazione in base alla capienza dei luoghi consentita dalle norme di prevenzione del contagio.

Foto di uno spettacolo nel corso di una passata edizione di Estate Bambini