Consiglio comunale, gli ordini del giorno approvati

6

BOLOGNA – Il Consiglio comunale ha approvato due ordini del giorno presentati nel corso degli interventi d’inizio seduta.

Il primo riguarda l’articolo 6 del Disegno di Legge “Concorrenza”, con la richiesta di riformulare l’articolo “tenendo conto dell’alto valore e della qualità della gestione dei servizi pubblici locali a rilevanza economica” ed è stato presentato dal consigliere Detjon Begaj (Coalizione civica). L’ordine del giorno è stato firmato dai gruppi consiliari Partito Democratico, Coalizione civica, Movimento 5 stelle) e approvato con 24 voti favorevoli (Partito Democratico, Coalizione civica, Matteo Lepore sindaco, Movimento 5 stelle, Verdi, Anche tu Conti) e 10 astenuti (Fratelli d’Italia, Lega Bologna Salvini premier, Bologna ci piace, Forza Italia).

Di seguito il Consiglio ha approvato all’unanimità un ordine del giorno con la richiesta di conferire la cittadinanza onoraria di Bologna al “Milite ignoto”, presentato dal consigliere Michele Campaniello (Partito Democratico), che ha accolto in aula alcuni emendamenti proposti dal consigliere Stefano Cavedagna (Fratelli d’Italia).