Consiglio comunale dedicato alle donne, all’affermazione femminile nel lavoro e alle pari opportunità

37

municipio-ferraraLunedì 8 marzo, seduta, al via alle 15 in videoconferenza, con interventi di professioniste, docenti e rappresentanti di organismi di parità

FERRARA – Sarà tutto dedicato al tema femminile e, in particolare al ruolo delle donne all’interno della società e del mondo del lavoro, il Consiglio comunale convocato per lunedì 8 marzo 2021 alle 15. “Una scelta fatta anche alla luce dei dati socio-economici più recenti, che mettono in evidenza come siano state proprio le donne a subire il maggiore impatto della crisi legata all’emergenza coronavirus”, spiega la consigliera Paola Peruffo, che è presidente della Commissione consiliare per le Pari opportunità del Comune di Ferrara e che ha proposto questa seduta speciale del Consiglio. I dati Istat rilevano infatti che su 101mila nuovi disoccupati, 99mila sono donne (il 98%) e dal Rapporto 2020 della Caritas su povertà ed esclusione sociale in Italia emerge che sono state per il 54,4% donne quelle che hanno chiesto aiuto, subito dopo il lockdown  tra maggio e settembre, rispetto al 50,5% delle richiedenti del 2019.

Nella seduta consiliare del Comune di Ferrara a parlare del ruolo delle donne in diversi ambiti professionali interverranno Gisella Ferri, imprenditrice affermata nel settore della progettazione e della costruzione, eletta presidente del Comitato per l’imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Ferrara; Rita Reali, avvocato, già sindaco di Migliarino dal 2004 al 2009 e presidente del Comitato per le Pari Opportunità dell’ordine degli avvocati di Ferrara; Maria Gabriella Marchetti, ricercatrice dell’università di Ferrara, nominata pro-rettrice delegata alle Pari opportunità e alle disabilità e Presidente del Consiglio di Parità di Unife; Elisabetta Moscheni, agricoltrice e rappresentante ferrarese dell’Associazione nazionale donne dell’ortofrutta; Stefania Malisardi, coordinatrice del Centro di distribuzione alimentare Caritas di Ferrara; Francesco Borciani, preside dell’istituto tecnico Copernico-Carpeggiani, la scuola di Ferrara che attraverso il progetto pilota “The New Poets” ha introdotto una nuova materia di insegnamento, incentrata sullo studio della violenza maschile, con l’obiettivo di prevenire ed educare le nuove generazioni al rispetto e al dialogo.

“Sono molto orgoglioso – dice il presidente del Consiglio comunale di Ferrara Lorenzo Poltronieridella proposta arrivata dalle consigliere di valorizzare a livello istituzionale la giornata dell’8 marzo dedicata alle donne. Sarà un momento importante per riflettere in maniera pubblica su quali sono le difficoltà che le donne si trovano ad affrontare nell’ambito delle attività imprenditoriali, familiari e in tutte le sfere della vita sociale. Tra le invitate ci sono donne che sono professioniste affermate, attente in particolar modo alle problematiche delle pari opportunità vissute in prima persona, che potranno illustrare e mettere in luce gli aspetti femminili da valorizzare. Il loro contributo sarà importante per indicare quelle che sono le strade più efficaci e utili da percorrere con la finalità di contrastare gli ostacoli e le difficoltà legati a pregiudizi di genere rispetto a un’affermazione piena dei talenti e delle vocazioni”.

L’assessore alle Pari opportunità Dorota Kusiak, infine, sottolinea: “La giornata internazionale della donna è una ricorrenza nata per ricordare le lotte sociali e politiche che le donne hanno dovuto affrontare, affinché la loro voce venisse ascoltata. È nostro dovere come amministrazione celebrare questa giornata promuovendo una riflessione di ampio raggio sulla condizione delle donne nella società attuale, specialmente in questo momento di grave crisi socio-economica dovuta alla pandemia. Questa ricorrenza che ci rammenta infatti i fondamentali principi di uguaglianza, pari dignità e pari opportunità sanciti dalla nostra Costituzione e deve rappresentare l’occasione per ribadire la centralità sociale della figura femminile. Vogliamo in questo modo dare il nostro contributo nella elaborazione delle strategie efficaci e necessarie per contrastare i gravissimi fenomeni di violenza e di discriminazione che nell’ultimo periodo hanno sconvolto il nostro territorio a favore di una partecipazione, professionalità e diritti senza discriminazioni”.

Il consiglio comunale dell’8 marzo – che sarà riservato a questa tematica – verrà aperto dalla surroga del consigliere dimissionario Aldo Modonesi, che sarà sostituito da Maria dall’Acqua, giovane avvocato ferrarese.

Il consiglio si terrà in modalità di videoconfereza e potrà essere seguito collegandosi al link www.youtube.com/user/consigliocomunalefe.