Cesena, nei supermercati e nei negozi di generi alimentari arriva il carrello della solidarietà

31

CESENA – Generi di prima necessità che dallo scaffale arrivano nel carrello della spesa e poi direttamente a casa di chi ne ha più bisogno. È questa l’iniziativa solidale promossa dall’Amministrazione comunale di Cesena sulla base della proposta condivisa da AGESCI (Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani) che consiste nel contribuire ad aiutare i nuclei familiari in stato di bisogno causato o aggravato dall’emergenza COVID-19 con generi alimentari di prima necessità, acquistati dai cittadini presso gli esercizi commerciali dove sono soliti fare la spesa. I generi, pasta, riso, farina, legumi, prodotti per l’igiene e la cura del neonato, settimanalmente verranno prelevati e distribuiti ai nuclei familiari in difficoltà e/o privi di reddito che si recheranno presso la sede del Quartiere di appartenenza a ritirare i prodotti.

“Un gesto generoso – commenta il Sindaco Enzo Lattuca nei confronti di chi la spesa non può farla, per far sì che nessuno si senta da solo. I cesenati in questi mesi di emergenza hanno dimostrato da subito di avere un grande spirito di solidarietà: quotidianamente ricevo messaggi di persone che vogliono dare un proprio contributo, economico e non, a favore di tutti quei concittadini che si trovano in difficoltà. Cesena è una città solidale sostenuta dal mondo dell’associazionismo composto da volontari e volontarie che in queste settimane, aderendo all’iniziativa comunale ‘Quei ragazzi della spesa’, hanno dato il via a una vera e propria staffetta dal supermercato alle abitazioni di tutti coloro che non possono uscire di casa. Abbiamo aiutato oltre 420 nuclei familiari a cui si sommano i 2002 beneficiari dei buoni spesa erogati grazie ai 515 mila euro destinati dal Governo al nostro Comune. Una macchina ben rodata che dai prossimi giorni, grazie anche alla disponibilità dei 12 Quartieri, contribuirà alla ‘Spesa sospesa’.”.

In tutti i supermercati e i negozi di generi alimentari aderenti all’iniziativa verrà posizionato il carrello per la Spesa Sospesa in modo da consentire a chi lo vuole di donare generi alimentari di prima necessità, non dovendo effettuare ulteriori spostamenti. Sarà possibile includere nella raccolta tutti i generi alimentari conservabili: pasta, riso, farina, olio di oliva, legumi secchi, prodotti in scatola (quali legumi, tonno, carne) passata e polpa di pomodoro, zucchero, sale, prodotti per l’igiene per l’infanzia (omogeneizzati, biscotti, pannolini). Saranno poi i volontari a provvedere alla raccolta e al trasporto dei generi alimentari nelle sedi individuate al fine di procedere poi alla successiva distribuzione.